sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » Una barca da Venezia a Gradisca d’Isonzo Mercoledì a Palazzo Torriani si inaugura la mostra di Carriòn

Una barca da Venezia a Gradisca d’Isonzo Mercoledì a Palazzo Torriani si inaugura la mostra di Carriòn

image_pdfimage_print

Gradisca d’Isonzo, 25 aprile – L’artista ecuadoregno Manuel Carriòn, in occasione dell’Ethnic Festival, che ha preso il via ieri con la cerimonia di inaugurazione, presenterà il progetto artistico “La Barca di Venezia per Gradisca d’Isonzo”, ispirato all’opera del musicista e compositore Adriano
Banchieri, tra i principali esponenti del filone della commedia madrigalista: di queste raccolte fa parte anche “La Barca di Venetia per Padova”, a cui si ispira fin dal titolo l’evento gradiscano.
La mostra intende ricreare le condizioni per un viaggio metaforico, il cui mezzo è dato da una barca culturale che parte da Venezia, attraversa Amburgo per arrivare a Gradisca d’Isonzo. La barca è rappresentata fisicamente da un dipinto, fulcro dell’esposizione, dello stesso Carriòn. L’opera d’arte vuole essere un potente mezzo di comunicazione tra realtà differenti: Venezia sede della galleria dell’artista, Amburgo città dove è ha già visto la luce un analogo progetto, e appunto Gradisca, che ospiterà a partire dal 30 aprile le opere, ideali ambasciatrici di un legame artistico – istituzionale. Per sigillare questo collegamento, nel corso della cerimonia di inaugurazione – in programma mercoledì 30 aprile alle 18.30 nell’atrio di Palazzo Torriani – verrà donata un’opera al Comune di Gradisca d’Isonzo, con lo stesso artista che consegnerà il dipinto nelle mani del sindaco della città della Fortezza, Franco Tommasini: l’obiettivo è creare un ideale ponte permanente tra la comunità gradiscana e le altre realtà che saranno toccate dall’iniziativa. La proposta artistica prevede il coinvolgimento di due esposizioni, strettamente connesse tra loro: una dedicata alle 16 opere firmate dall’artista Carriòn e l’altra incentrata sule fotografie di Sandro Bagno, che ha immortalato il collega nelle fasi di realizzazione dei dipinti destinati alla mostra gradiscana. L’esposizione, tra le iniziative collaterali dell’Ethnic Festival 2014, sarà visitabile a Palazzo Torriani da giovedì 1 a domenica 4 maggio, dalle 9.30 alle alle 18. Le fotografie di Bagno saranno invece esposte nel padiglione principale dell’Ethnic Festival, a ridosso del Villaggio latino. La mostra toccherà poi altre località del Friuli Venezia Giulia, prima di ripartire in un giro d’Europa destinato a durare dodici mesi.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top