domenica , 17 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » Paolo Caccia Dominioni – Un artista sul fronte di guerra
Paolo Caccia Dominioni – Un artista sul fronte di guerra

Paolo Caccia Dominioni – Un artista sul fronte di guerra

image_pdfimage_print

Dopo il grande successo registrato nelle più prestigiose sedi istituzionali di Gorizia e in Friuli Venezia Giulia, la grande mostra intitolata Paolo Caccia Dominioni. Un artista sul fronte di guerra, ideata e curata dall’architetto e critico d’arte Marianna Accerboni, si trasferisce alla Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste, dove verrà inaugurata giovedì 9 luglio 2015 alle ore 19 con una performance multimediale di luce e musica, che vedrà protagonista Silvio Donati, compositore e musicista di livello europeo, il quale eseguirà, con l’accompagnamento di una suggestiva performance di luce, brani inediti da lui composti e ispirati a Paolo Caccia Dominioni. In novembre la mostra si trasferirà in varie sedi istituzionali a Bruxelles con il patrocinio del Commissario PCD_Uniformi_Pontieri_14°_16°_Compagnia_IV°_Genio_Pontieri_1916Generale belga alla Commemorazione della Prima Guerra Mondiale.

L’importante e articolata rassegna – che si avvale dell’approfondimento storico dell’Ammiraglio Sq. Ferdinando Sanfelice di Monteforte, docente di Strategia alla Cattolica di Milano e alle Università di Firenze e Trieste Polo di Gorizia, già Rappresentante Militare per l’Italia presso i Comitati Militari NATO e EU – propone più di 600 pezzi per lo più inediti e rari, tra progetti, disegni, dipinti, scritti, documenti e testimonianze su Paolo Caccia Dominioni (Nerviano, prov. di Milano 1896 – Roma 1992), architetto, pittore e formidabile disegnatore, illustratore, scrittore (Premio Bancarella) e soldato, personaggio di livello internazionale.

PCD_Ascari_K_7_1935-1936_Campagna_d'Etiopia_litografia_1Provenienti dai Musei Provinciali – Museo della Grande Guerra di Gorizia e dalle importanti collezioni delle famiglie Formentini e Lantieri di Gorizia, Cosolo di Fogliano Redipuglia (Go), Cantoni Burr degli Stati Uniti, dalla collezione Sergio Coccia di Roma e da altri prestigiosi collezionisti privati, le opere e i materiali esposti ripercorrono i momenti salienti della sua poliedrica attività, riportandolo idealmente in quell’estremo Nord Est d’Italia, in cui il grande architetto combattè durante il primo Conflitto Mondiale e successivamente visse per più di 30 anni, operando per i più prestigiosi committenti. In tal senso la mostra s’inserisce nei grandi eventi commemorativi della Grande Guerra e in quelli in ricordo di Caccia Dominioni: tra questi ultimi ricordiamo l’intitolazione a suo nome di una via a Milano e Torino – previste a breve – e l’importante rassegna organizzata nel 2012 dall’Istituto Italiano di Cultura di Ankara in Turchia, dove Caccia Dominioni progettò nel 1939 il Villaggio Italia con la sede dell’ambasciata italiana.

PCD_Notturno_in_Piazza_Catterini_10.10.17Per sottolineare il rapporto tra l’immaginario bellico di un secolo fa, rappresentato da Caccia Dominioni, e quello contemporaneo, una sezione della mostra sarà dedicata alle immagini inedite realizzate tra il 2014 e il 2015 dal fotografo-artista Claudio Saccari, ispirate ai luoghi della Grande Guerra sul fronte dell’Isonzo e del Carso. Inoltre, poiché la rassegna è particolarmente dedicata ai giovani, sia come fruitori che come attori, un’altra esposizione, intitolata Cent’anni dopo, proporrà opere di giovani artisti triestini, del Friuli Venezia Giulia e transfrontalieri (Austria, Slovenia) sul tema della Grande Guerra.

La mostra sarà visitabile anche nello Spaziocavana Zinelli&Perizzi di Trieste (inaugurazione sabato 11 luglio ore 19), dove verrà esposta una selezione di disegni architettonici di Caccia Dominioni, e nella Caserma Guastatori Berghinz di Udine, che raccoglie un’amplissima testimonianza delle sue opere e della sua storia.

EVENTI IN MOSTRA

Giovedì 16 luglio ore 18 un incontro intitolato Per Fouad, con Piergiorgio Gabassi, Prof. ordinario di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni dell’Università di Trieste, e proiezione video, per ricordare Khaled Fouad Allam. Grande scrittore e saggista ed editorialista di Repubblica, La Stampa e Il Sole 24 Ore, autore, tra gli altri, de Il jihadista della porta accanto, Allam è stato co-curatore della mostra per il tema africano; giovedì 6 agosto ore 18 un incontro con il curatore storico della mostra Amm. Ferdinando Sanfelice di Monteforte sul tema Paolo Caccia Dominioni. Un artista sul fronte di guerra; mercoledì 12 agosto ore 18 Alessandro Gualtieri, grande esperto del fronte belga delle Fiandre nella Grande Guerra, parlerà de L’Yser e l’Isonzo, due fronti di sangue e di fango, di uomini e di donne; mercoledì 19 agosto ore 18 presentazione del video con interviste inedite a Paolo Caccia Dominioni; lunedì 24 agosto ore 18 incontro con grande il critico Philippe Daverio sul tema L’arte di Caccia Dominioni in rapporto alle esperienze artistiche coeve; per il finissage è previsto un evento con poesie di Ungaretti, musica futurista e luce.

SEDI ESPOSITIVE

Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste 9 luglio · 26 agosto 2015 orario: da lun a ven 9.30 · 18.30/ sab 9.30 · 13.30/ domenica chiuso dal 18 luglio al 3 agosto: 9.30 · 12.30/ domenica chiuso 15 agosto chiuso

Spaziocavana Zinelli&Perizzi di Trieste 11 luglio · 26 agosto 2015 orario: da mar a sab 10 · 13/ 15.30 · 19.30 domenica chiuso

Caserma Guastatori Berghinz di Udine Via San Rocco 180 9 luglio · 26 agosto 2015 (su appuntamento +39 0432 231584)

info +39 040 300725 · bs.info@beniculturali.it +39 335 6750946

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top