sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » “L’Eterno Femminino” : Primo Premio Arianna

“L’Eterno Femminino” : Primo Premio Arianna

image_pdfimage_print

Nell’impegno che il Centro Culturale Arianna pone nella realizzazione di Mostre ed Eventi Artistici siamo giunti alla realizzazione del Primo Premio Arianna dal Titolo
“L’Eterno Femminino”

“L’eterno femminino” è l’espressione usata da Goethe nel Faust ad indicare le caratteristiche eterne, immutabili, del fascino femminile, della femminilità. E la femminilità è l’insieme delle qualità che sono proprie di una donna;
l’insieme delle qualità che la contraddistinguono nel comportamento dell’animo. La femminilità è una condizione intima, uno stato interiore, da leggere fra le righe. Nel mese dedicato e all’interno della Rassegna Artistica “DONNA”, che si svolgerà a Napoli in Marzo 2014, avrà luogo l’esposizione delle opere in Mostra.
Il Premio
Organizzare una manifestazione artistica significa impegno, dedizione, passione. In questa Prima Edizione del Premio D’Arte Contemporanea, l’Associazione Arianna vuole confrontarsi con realtà artistiche differenti promuovendo l’arte in tutti i suoi linguaggi e le varie forme espressive, e favorendone lo scambio e l’incontro aperto. Vuole inoltre offrire la possibilità a giovani artisti di farsi conoscere da collezionisti, curatori e altri professionisti del mondo dell’arte.
Il Premio è aperto ad artisti professionisti, emergenti o affermati, studenti o autodidatti di nazionalità italiana o straniera, senza limiti di età, né di qualifica o curriculum. Il Premio non è suddiviso in sezioni: all’unanimità ci sarà un unico vincitore che sarà scelto tra i partecipanti alla rassegna. Ogni Artista potrà presentare fino ad un massimo di 2 Opere.
CENTRO CULTURALE ARIANNA
La mostra avrà luogo dal 27 febbraio al 13 marzo 2014 con vernissage il giorno sabato 1 Marzo 2014 alle ore 17.30.
Location Complesso di San Severo al Pendino, Napoli. Il Complesso di San Severo al Pendino è una chiesa monumentale di Napoli. La pregevole navata della struttura ospita concerti, esposizioni temporanee e manifestazioni culturali. E’ ubicata in pieno centro storico di Napoli, nel cuore della via Duomo. La chiesa fu edificata nel 1575 con l’attiguo ospedale di Santa Maria a Selice. Nel 1818 la struttura venne utilizzata come prima sede dell’Archivio di Stato. Nell’ultimo conflitto (1940-45) il monumento servì da rifugio antiaereo per poi essere definitivamente abbandonato. La complessa opera di restauro ad opera della Soprintendenza di Napoli iniziò negli anni ’70 ed il riuso del monumento, nel rispetto delle preesistenze e delle valenze storico-artistiche, realizza un polo culturale che apre l’antica struttura al contesto urbano. L’interno è impreziosito delle decorazioni del Settecento che s’innestano alla struttura tardocinquecentesca. Del Settecento è anche l’altare maggiore in marmi policromi, mentre nel transetto a destra è lo splendido monumento sepolcrale di Giovanni Alfonso Bisvallo, scolpito da Girolamo D’Auria nel 1617 ed originariamente doveva probabilmente ospitare una tela di Luca Giordano. orario dal lunedì al sabato ore 9.00-19.00 indirizzo Via Duomo 286

La Giuria
La Giuria del Premio è così composta:
Carlo Roberto Sciascia
Critico d’Arte
Imma Maddaloni
Presidente C.C. Arianna
Maria Mezzina
Critico, giornalista, direttore editoriale
Massimo Doriani
Psicologo, psicoterapeuta
Tania Sabatino
Giornalista e sociologa

Per richiedere ulteriori informazioni che non siano indicate nel presente comunicato, contattare la curatrice Gina Affinito ai numeri 327.3463882 – gina.affinito@gmail.com

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top