domenica , 9 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » Imprenditore russo gradisce le opere di Nane Zavagno

Imprenditore russo gradisce le opere di Nane Zavagno

image_pdfimage_print

“….. spero di prenderle tutte”,  questo è il desiderio  manifestato da Ismail Akhmetov, Presidente della Fondazione  omonima che a Mosca si occupa di promozione culturale e formazione scolastica, dopo aver visitato la mostra di Nane Zavagno a PArCo,  la Galleria di arte moderna e contemporanea a Villa Galvani a Pordenone.  Intanto   ne ha “fermato” alcune, i due mosaici, le due opere in alluminio e diverse sculture espose sia negli spazi interni che all’esterno nel parco. Visitando con attenzione la mostra ha rilevato che sta pensando di  allestire una futura esposizione di Nane Zavagno a Mosca il prossimo anno.

Ismail Akhmetov, è un imprenditore russo nel campo delle costruzioni edili e  della meccanica che ha la passione dell’arte con una particolare predilezione per l’arte musica, tanto da  editare  la rivista “Solo Mosaico” distribuita in Russia, Inghilterra e Stati Uniti. Tuttavia l’orizzonte dei suoi  interessi artistici è più ampio e della collezione e di altri artistiitaliani.

… In due giorni qui in Italia .. – ha proseguito – ho visto le due più belle mostre della mia vita, a Ravenna  TAMO ( Tutta l’Arte del Mosiaco) e qui a Pordenone l’antologica dedicata a  Nane Zavagno.”  –

L’industriale   ha conosciuto l’artista sei anni fa a Spilimbergo alla scuola mosaicisti e ha subito acquistato  tre opere. Ora vuole incrementare la collezione della Fondazione che preside con quelle esposte a PArCo.

L’antologica di Nane Zavagno a Pordenone sarà dunque  probabilmente  una delle ultime occasioni  per  avere un’idea del percorso culturale e della produzione artistica di Zavagno come il curatore della mostra Giancarlo Pauletto l’ha concepita. In futuro  chi vorrà visitarla dovrà volare a Mosca.

“ Questa “notizia” ha molteplici  significati  – commenta l’assessore ala culturaClaudio Cattaruzza- : valorizza  gli artisti del nostro territorio ampliando i loro orizzonti internazionali, conferma che le istituzioni e  chi vi lavora  conoscono le capacità e le potenzialità dei nostri artisti e che la collaborazione tra istituzioni stesse ,con obiettivi e fini comuni,  porta a significatici risultati,  sia in termini di immagine , di valori culturali ma  anche economici

In serata la mostra è stata visitata dal critico d’arte Philippe Daverio ospite di Pordenonelegge.it.  Intrattenendosi con l’artista ha osservato e manifestando interesse per le opere esposte ha detto che la valorizzazione  degli artisti si ottiene  trasformandoli da protagonisti individuali in eventi mentali. Ha inoltre espresso apprezzamento gli spazi fisici della Galleria.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top