domenica , 11 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » 9° Simposio Fotografico “Vedere Oltre”
9° Simposio Fotografico “Vedere Oltre”

9° Simposio Fotografico “Vedere Oltre”

image_pdfimage_print

“Vedere Oltre”. Dal 6 giugno al 5 luglio va in scena il 9° Simposio Fotografico promosso dall’Assessorato alla Cultura di Motta di Livenza (Tv) in collaborazione con il Circolo dell’Immagine La Loggia. Un percorso espositivo articolato in tre sedi del centro storico della cittadina trevigiana: la Galleria Comunale “La Loggia”, il Centro Arti Visive “La Castella”, il sito delle “Ex Prigioni”.  

Presso la Galleria Comunale si trovano affiancate le opere di tre fotografi. In esposizione i suggestivi paesaggi di Marcello Franchin, fotografo attivo da una decina d’anni e dal 2012 presente in vari esposizioni e concorsi di livello nazionale e internazionale. La sua passione per il mare è declinata in questa mostra nelle “Introspezioni marine”, una serie di opere in bianco e nero dal grande impatto estetico. Alain Santiago, fotografo che vive tra Cordenons e Bruxelles, propone “Simmestrie…con Noè”. Protagonista dei suoi scatti il gatto Noè, che si muove con elegante naturalezza tra gli scenari della nostra modernità, contrassegnata da astrazioni geometriche, regolarità e scenografie simmetriche. Infine, Claudia Degano, nativa di Buenos Aires e diplomata all’istituto statale d’arte di Udine. Assemblando tecniche diverse la fotografa ha sviluppato negli anni particolari e originali ricerche sul movimento, sull’espressione emotiva e introspettiva dell’essere umano. Al centro di “Lejos y muy cerca”, progetto sui cui lavora da molto tempo, c’è l’angelo, figura emblematica che rappresenta una sintesi della complessità del mondo contemporaneo e permette di concentrare l’attenzione su questioni problematiche, primo fra tutti il tema della nascita e della vita.

mostra_motta-livenza_2

Presso “La Castella” ci si addentra in un percorso fotografico suddiviso in tre piani. Al piano terra e primo piano sono esposte le fotografie del cividalese Cesare Genuzio. Da una parte il fotografo documenta i lavori condotti dalla Cimolai di Pordenone nella costruzione dello Stadio Nazionale, dall’altra ricostruisce la storia della famiglia di origine della moglie, colpita dalla persecuzione degli ebrei nella seconda guerra mondiale. Al secondo piano, invece, con “La casa in riva al mare” Giancarlo Rupolo ci mostra i lavori eseguiti dai suoi allievi durante il corso di fotografia tenutosi nella Casa Circondariale di Pordenone. Presso le “Ex Prigioni” la mostra “Visioni & Complessità” di Alida Canton. La fondatrice ed ex presidente del Circolo Fotografico L’Obiettivo di Pordenone si sofferma sulle compresenze e le contraddizioni che si incontrano nelle maggiori città italiane, tra architetture in bianco e nero e singolari scorci realizzati a colori.

Le mostre sono visitabili fino al 5 luglio con ingresso libero.

Vito Digiorgio

About Vito Digiorgio

Vito Digiorgio
Giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei giornalisti dal 2013. Si è laureato all'Università di Udine con una tesi sulla filologia italiana. Collabora con alcune testate giornalistiche on line.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top