lunedì , 20 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » Trieste Next: Scienza tra innovazione, economia e territorio sabato 28 settembre

Trieste Next: Scienza tra innovazione, economia e territorio sabato 28 settembre

image_pdfimage_print

Scienza tra innovazione, economia e territorio: è questo il minimo comun denominatore degli appuntamenti in programma sabato 28 settembre, seconda giornata di Trieste Next.Un’edizione che si sviluppa sotto il segno dell’acqua – Waterwise è il titolo dell’edizione 2013 del Salone Europeo della Ricerca Scientifica –: acqua come risorsa ambientale, ma acqua anche come volano di innovazione e driver di sviluppo per il territorio.Presentazioni, convegni, dibattiti e concerti in programma nella seconda giornata del Salone: il calendario completo di Trieste Next è disponibile sul sito www.triestenext.it, nella sezione Programma, dove è possibile scoprire gli appuntamenti in calendario, i relatori, le location e le sezioni e registrarsi agli eventi di proprio interesse.

NORDEST TECHNOLOGY TRANSFER. 200 INNOVAZIONI PER FAR CRESCERE L’IMPRESA (Teatro Verdi, ore 11). Grande attesa, nella mattinata di sabato 28 settembre, per l’intervento del ministro per lo Sviluppo Economico Flavio Zanonato, che concluderà i lavori di NTT-Nordest Technology Transfer. 200 innovazioni per far crescere l’impresa, progetto promosso da Fondazione Cuoa di Vicenza e MIB School of Management di Trieste, con la collaborazione dei dipartimenti di trasferimento tecnologico delle università del Nordest e il sostegno di Cassa di Risparmio Friuli Venezia Giulia, Studio Cortellazzo&Soatto e Studio Bonini: durante l’appuntamento, condotto da Paolo Possamai, direttore Il Piccolo, i 6 ricercatori selezionati presenteranno i propri progetti di innovazione “pronta per l’impresa” di fronte a un panel di capitani d’impresa di rilievo internazionale e nazionale: Isabella Chiodi, vicepresidente IBM Europa, Matteo Marzotto, presidente Fondazione CUOA e presidente Associazione Progetto Marzotto, Giuseppe Morandini, presidente CariFVG, Sergio Razeto, presidente Wärtsilä Italia, Roberta Virago, responsabile commerciale Virosac.PREMIO “VIVERE A SPRECO ZERO” (Panorama Giustinelli, ore 11.30). Trieste Next ha lanciato nel 2012 – con Last Minute Market e ‘Un anno contro lo spreco’ – la Carta Spreco Zero, che impegna centinaia di primi cittadini a misure concrete di abbattimento degli sprechi sul territorio amministrato. Il Premio “Vivere a spreco zero”, assegnato da un pool di esperti e ricercatori coordinato da Last Minute Market con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari dell’Università di Bologna, sarà dedicato alle migliori buone pratiche messe in atto dai Comuni italiani, declinate fra lotta allo spreco alimentare, idrico ed energetico, ma anche all’impegno sul versante dei rifiuti, della mobilità, degli acquisti.  Il Premio sarà consegnato alla presenza del presidente di Last Minute Market Andrea Segrè, del sindaco di Trieste Roberto Cosolini e di Jan Lundqvist, senior scientific advisor SIWI Stockholm International Water Institute, e di Stefano Mazzetti, coordinatore “Spreco Zero Net”.

L’ACQUA: SCIENZA, ECONOMIA, TERRITORIO, INNOVAZIONE. La giornata di sabato 28 settembre si apre alle 10, Ridotto Teatro Verdi, con “Gli estremi dell’acqua” e la partecipazione di Carlo Barbante, docente di Paleo Clima Università Ca’ Foscari di Venezia, Nando Boero, docente di Ecologia Università di Lecce, Antonio Capone, docente di Fisica Università di Roma “La Sapienza” e Luca Lombroso, climatologo e direttore del Museo astronomico e geofisico Università di Modena e Reggio Emilia. A condurre, il giornalista Luigi Bignami.
La giornata svilupperà poi il tema dell’acqua come volano di crescita e sviluppo del territorio: tre gli appuntamenti in contemporanea alle 15, a partire da “L’acqua senza confini” (Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori), con Enrico Altran, direttore strategie e sviluppo AcegasAps, Franco Cucchi, docente di Geografia fisica e geomorfologia Università di Trieste, Andras Szollosi-Nagy, rettore Institute for Water Education UNESCO, e Verena Winiwarter, docente di Storia dell’ambiente, Università di Klagenfurt, con la moderazione del giornalista Fabio Pagan. Sempre alle 15, anche “Un grande porto dell’Alto Adriatico” (ore 15, Ridotto Teatro Verdi), convegno promosso dal Piccolo che vedrà la partecipazione di Paolo Costa, presidente Napa, Galliano Di Marco, presidente Autorità Portuale di Ravenna, Vlado Mezak, direttore Autorità Portuale di Fiume, e Debora Serracchiani, presidente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Allo Starhotels Savoia Excelsior Palace, si parlerà invece di “Acqua e innovazione”, con Giulio Bonazzi, amministratore delegato Aquafil, Roberto Brazzale, presidente Brazzale, Enzo Giust, managing director Veolia Water Solutions & Technology Italia, Paolo Tonon, vicepresidente R&D Wärtsilä Corporate, e la moderazione del giornalista di Repubblica Affari&Finanza Marco Panara. Alle 18, è il momento de “Le grandi imprese del mare” (Starhotels Savoia Excelsior Palace), evento di presentazione de I Costa. Storia di una famiglia e di un’impresa (Marsilio Editori) con Giuseppe Costa, presidente Costa Edutainment, Paolo Costa, presidente Autorità Portuale di Venezia, Vincenzo Petrone, presidente Fincantieri, e Fabio Rizzi,dirigente Ambiente e Sicurezza, Autorità Portuale di Trieste.LO SPETTACOLO SERALE: FINALMENTE IL FINIMONDO (sabato 28 settembre, ore 21, Sala Tripcovich, biglietti 5 euro). Un viaggio fino alla fine del mondo, attraverso cinque tappe: la Banda Osiris ironica e dissacrante, il filosofo della scienza Telmo Pievani e il giornalista Federico Taddia, partendo dalla profezia Maya che immagina il 21 dicembre 2012 quale fine del mondo, ci raccontano le inutili previsioni elaborate dall’uomo per dare una data di scadenza alla propria stirpe cercando di leggere i piccoli e surreali segni di un’ipotetica prossima sventura. Lo spettacolo narra i momenti in cui l’uomo ha rischiato “la fine del mondo”: i tanti finimondo che hanno rappresentato un nuovo inizio per altre forme di vita, i momenti più importanti della storia naturale e della sua creatività. Per tentare di capire cosa fare quando anche questa volta il mondo non sarà finito.
I biglietti (5 euro) sono disponibili in prevendita sul circuito www.vivaticket.it. A partire dal 10 settembre presso la biglietteria del Teatro Verdi di Trieste e tramite call center al numero verde 800090373. Per gli orari consultare il sito web del Teatro, alla pagina Biglietteria. Sabato 28 settembre sarà aperta, a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo, la biglietteria della Sala Tripcovich.LA CITTÀ DELLA SCIENZA: INCONTRI, MOSTRE, SPETTACOLI, EVENTI PER I BAMBINI. Nella giornata di sabato 28 settembre, saranno pienamente operativi anche gli stand in Piazza Unità d’Italia, dove è stata creata l’ Agorà della Scienza: incontri, laboratori, proiezioni, spettacoli organizzati da un ampio network di collaborazioni tra istituti e centri di ricerca, associazioni culturali e scientifiche e gruppi informali della città.
Ricco anche il programma per i bambini: special guest della seconda edizione di Trieste Next sarà Topolino, il settimanale a fumetti più amato al mondo, che sarà protagonista di un intenso programma per le scuole e i bambini nella struttura ad hoc che verrà allestita in piazza Unità d’Italia.  Il team della redazione di Topolino, alla presenza del direttore Valentina De Poli e di autori e disegnatori del giornale, incontrerà lettori e studenti per realizzare insieme un numero maxi del giornale a fumetti, dedicato al tema dell’acqua.

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top