giovedì , 26 Maggio 2022
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » RADIO ARENDT Capturing Arendtian resonances in 2019.
RADIO ARENDT Capturing Arendtian resonances in 2019.

RADIO ARENDT Capturing Arendtian resonances in 2019.

Nella giornata di venerdì 12 luglio 2019, Trieste Contemporanea propone un workshop con Nicole Dewandre e Roberto Paci Dalò dedicato alla figura di Hannah Arendt. 

Grazie a Roberto Paci Dalò, uno degli splendidi propulsori del progetto di Trieste Contemporanea “Harbour for Cultures”, l’evento unisce il progetto triestino al progetto europeo “HA”, di cui il workshop fa parte.  Trieste Contemporanea, condividendone le motivazioni, promuove infatti a Trieste parte dello svolgimento di questo nuovo progetto diretto dall’artista italiano che, con altri simili momenti di laboratorio, si snoda in diverse città europee. HA è un progetto installativo che usa suono e video in modo interattivo facendo incontrare in maniera innovativa arte e scienza. L’opera è commissionata dal Festival “Resonances III” e prodotta dal Joint Research Centre della Commissione Europea.
Già nel corso del 2019 anche i materiali elaborati a Trieste faranno parte delle presentazioni HA a Ispra (il prossimo ottobre) e a Bruxelles (a dicembre 2019).
Il progetto sarà ulteriormente approfondito a Trieste nel corso del 2020 focalizzandosi sul Porto Vecchio.

Analizzando flussi migratori, demografie, utilizzo della parole nei social, multilinguismo e altri dati sonori e video dei vari luoghi del progetto, HA parla con un approccio positivo e gioioso della ricchezza, delle potenzialità e della necessità di multiculturalità e memoria.
“Ha” in hawaiano significa “respiro” e “vita” e la stessa parola in mandarino è un’onomatopea per “suono di risata” e significa anche “respirare” (precisamente “espirare”). Nello specifico, i partecipanti al workshop triestino su Hannah Arendt avranno modo di approfondire e discutere il pensiero della grande filosofa tedesca e di registrare voci e suoni che diventeranno in tempo reale materiali per la performance radio trasmessa in streaming su Usmaradio.org nella fase finale del workshop alle 18:00.

Hannah Arendt è conosciuta oggi come una delle più grandi pensatrici del XX secolo. Mai come oggi il suo pensiero costituisce la base da cui partire per comprendere e superare l’attuale crisi della politica. “Non ci sono pensieri pericolosi, il pensare stesso è pericoloso” – scriveva Arendt – ma astenersi dal pensare è ancora più pericoloso, dato che apre le porte alla “banalità del male” e all’alienazione dell’individuo.

PROGRAMMA

Nella mattinata di venerdì, alle ore 10.00, Nicole Dewandre introdurrà la vita e il lavoro di Hannah Arendt. Seguirà un momento di dibattito e di confronto in cui i partecipanti, utilizzando gli strumenti del suo pensiero filosofico e politico, cercheranno di rispondere ad alcuni quesiti: in che modo il pensiero della Arendt può essere alla base di una analisi di ciò che capita a noi nel 2019 e perché in questi tempi critici può essere così importante per l’Unione Europea?

Nel pomeriggio, dalle ore 14.00, i partecipanti lavoreranno in modo pratico: registreranno ed editeranno voci e suoni per trasformarli poi nei materiali della performance radio che sarà messa online in streaming su Usmaradio alle ore 18.00 (streaming: usmaradio.org).
Questa parte del programma userà tecnologie per permettere a tutti di entrare attivamente nell’ “universo radio”.

La partecipazione al workshop è libera e aperta a persone di ogni età e formazione. 
I lavori si svolgeranno in inglese.
Vista la limitata disponibilità di posti si consiglia di registrarsi inviando una email a: info@triestecontemporanea.it

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top