GRADO :GIOVEDI’ 22 AGOSTO: “HANSEL E GRETEL FRATELLI DI CUORE”,

 La cultura popolare e le fiabe tradizionali rilette in scena, per attori, pupazzi e burattini: questo il leitmotiv della terza giornata di Alpe Adria Puppet Festival, che OGGI giovedì 22 agosto a Grado, dopo l’inaugurazione nella serata di martedì con un grande successo di pubblico malgrado il maltempo. Hansel e Gretel fratelli di cuore” per attore e pupazzi titola la produzione di Ortoteatro, in cartellone alle 17.30 nella spiaggia principale della GIT  – Velarium.  Lo spettacolo prende spunto dal lavoro di un anno con insegnanti e bambini sul “dare un nome alle emozioni, dare un nome ai sentimenti”. Hansel e Gretel sono due bambini che conoscono l’importanza del condividere. E c’è una mamma – non una matrigna – che vuole bene ai suoi due figli e che, come tutte le persone del mondo, vive la gioia e la felicità, ma anche la malinconia e, a volte, quando la fanno proprio spazientire, la rabbia di un momento. Siccome “è difficile fare il bambino della propria mamma”, Hansel e Gretel partono per un’avventura nel bosco, dove incontreranno alberi parlanti, animali affamati di briciole, fate e folletti. E, naturalmente, la perfida strega Rosicchia …

Alle 21, nel Giardino del Municipio sarà di scena la produzione di Caravanmaschera, una giovane compagnia che ha fatto del dialogo interculturale e della contaminazione fra le tecniche dei burattini italiani la sua particolare cifra stilistica. A Grado presentano “Ti faccio la festa! Tiringuito, Luisa e a morte”, una pièce per burattini ispirata alla cultura popolare brasiliana. Lo spettacolo nasce dallo studio della tradizione popolare del teatro di burattini in Italia: ispirandosi ai canovacci classici delle guarattelle e passando per i personaggi della Commedia dell’Arte, CaravanMaschera si propone di creare un link tra i mamulengos brasiliani (personaggi da manipolazione, simili a burattini a bastone) e i burattini italiani. Nasce così l’originale personaggio di Ciringhito (Tiringuito): un servo combinaguai che parla italiano e brasiliano, un omologo di Pulcinella che arriva dall’america Latina. La storia parla dell’amore contrastato del servo per la figlia del padrone e della continua lotta del primo contro la Morte, altro personaggio che spesso si incontra nella tradizione napoletana dei burattini.

Ancora  giovedì mattina, anche  dalle 10 alle 12 nel Giardino del Municipio è in programma  il laboratorio di costruzione di maschere di cartone condotto dall’artista inglese Chris Gilmour, “Cucu’ settete!”. Prenotazioni presso la Biblioteca Comunale di Grado tel. 043182630. Gli spettacoli sono a ingresso gratuito, info CTA tel. 0481.537280, www.ctagorizia.it