La saga dei Cazalet

La Saga dei Cazalet

 

La scrittrice Elisabeth Jane Howard è stata protagonista della vita culturale londinese del secondo dopoguerra. Ha avuto una vita privata burrascosa: un passato da modella, tre matrimoni, una figlia, tre divorzi, l’ultimo dallo scrittore Kingsley Amis.

Scrisse questa saga composta da cinque volumi agli inizi degli anni ’90, quando era una scrittrice già apprezzata dal pubblico, anche se solo recentemente è stata riconosciuta anche dalla critica.

I cinque volumi recentemente proposti dalla casa editrice Fazi, contraddistinti da una piacevole e colorata copertina in perfetto art decò, coprono un arco temporale di una ventina di anni, partendo dal 1937 fino al 1951.

I Cazalet sono facoltosi commercianti di legname. William Cazalet, detto il generale, e Kitty Cazalet, detta la Duchessa, sono i capostipiti di questa numerosa famiglia.

Il primo volume della saga, Gli anni della leggerezza, ambientato negli anni ’30, racconta degli anni che precedono il conflitto mondiale. I protagonisti sono quasi ancora molto giovani, e vivono tutti insieme con gioia e spensieratezza per lunghi periodi dell’anno a Home Place nel Sussex, la casa di campagna simbolo della famiglia, in una rigida atmosfera vittoriana di altri tempi, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il tempo ha reso immutabili.

Terminata la lettura del primo volume, è praticamente impossibile non affezionarsi a Hugh, il figlio maggiore, a Edward, l’affasciante viveur sposato con Viola, detta Villy, ex ballerina del balletto russo, a Rupert, sognatore con velleità artistiche, a Rachel, unica figlia non sposata, a Polly, elegante e splendida, a Louise, primadonna e attrice mancata, a Clary, aspirante e passionale scrittrice, alla bellissima e capricciosa Zoe e a tutti gli amici, amanti e servitù che ruotano attorno a loro.

Gli altri tre volumi, Il tempo dell’attesa, Confusione e Allontanarsi, sono ambientati nel periodo della seconda guerra mondiale. Ci raccontano di una Londra devastata dalle difficoltà e delle paure, in particolare della condizione delle donne che ogni giorno si trovano a dover affrontare il dramma del conflitto.

L’ultimo volume, Tutto cambia, è ambientato negli anni ’50: il mondo è completamente mutato e anche la famiglia Cazalet deve fare i conti con tutti i cambiamenti e prendere decisioni coraggiose.

Bellissima saga famigliare per complessive 3000 pagine, scritta con un linguaggio semplice ma mai scontato.

Lo stile della Howard è molto fluido ed elegante, e mostra la capacità dell’autrice di scandagliare l’animo umano, in particolare quello femminile, e anche se le storie non sono ricche di colpi di scena è praticamente impossibile staccarsi dalla lettura.

Arrivati al termine i personaggi che ti hanno a lungo accompagnato già ti mancano!