mercoledì , 19 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » MEDICI SUL PALCO PER L’INVECCHIAMENTO ATTIVO 22 set. TEATRO BOBBIO TRIESTE

MEDICI SUL PALCO PER L’INVECCHIAMENTO ATTIVO 22 set. TEATRO BOBBIO TRIESTE

image_pdfimage_print
Capita a volte che i pazienti diventino spettatori e che i medici si esibiscano su un palco. Capita a Trieste, in occasione della rassegna “La Salute non ha età”, organizzata dal Comune e dall’Azienda per i Servizi Sanitari n° 1. Capita che in un evento che per cinque giorni – attraverso corsi gratuiti, seminari, incontri, scuole di cucina – presenta agli anziani della città una lunga serie di attività per invecchiare in forma, mangiando meglio e facendo attività fisica, i medici abbandonino i loro camici e salgano su un palco per raccontarsi in musica. “Trieste cità de veci? No, de gente vissuda…” è il goliardico titolo dello spettacolo organizzato per domenica 22 settembre alle 17.30 al Teatro Bobbio (via del Ghirlandaio 12) dall’Ordine dei Medici di Trieste con l’Università della terza età, la Contrada e il sostegno di Confcooperative e di Televita, che per sostenere la causa dell’invecchiamento attivo ha scelto di mettere in musica il proprio messaggio e affidarlo a un gruppo di medici triestini che, oltre a praticare la professione, hanno la passione per la musica e il canto.  A ingresso libero, con raccolta fondi a favore di iniziative rivolte agli anziani, “Trieste cità de veci? No, de gente vissuda” vedrà sul palco Darno Cosulich (chitarra classica e acustica); Bruno Malisana (voce, chitarra acustica, congas, armonica a bocca); Marcello Galai (tenore); Fabio Samani (voce e chitarra); il Trio musicale composto da Zoran Lupinc (fisarmonica diatonica), Igor Starc (chitarra classica) e Peter Filipčič (violoncello), con la partecipazione della cantante Andrejka Možina e dei giovani fisarmonicisti Miha Grmek Seražin e Anže Počkar; Luigi e Marcela, ballerini di Tango Illegales Friuli Venezia Giulia; Toni Damiani in “Trieste in musica”. “Si tratta – ha spiegato Claudio Pandullo, presidente dell’Ordine dei Medici di Trieste, coadiuvato da Dino Trento, vicepresidente dell’Ordine, medico di medicina generale ed ideatore dell’iniziativa – di un evento direi unico: ci siamo ispirati a simili iniziative che si svolgono in Italia. I medici si mettono in gioco perché a volte, per lanciare un messaggio importante come l’invecchiamento attivo, serve un sistema di comunicazione diverso. Non è stato semplice mettere sul palco i medici, così come non è semplice spiegare agli anziani che è necessario alzarsi dal divano, fare movimento anche se le proprie condizioni di salute non sono perfette e che anche nella terza età bisogna mangiare bene, perché i cibi sani e adatti agli anziani sono anche buoni e servono per migliorare la propria salute. Abbiamo voluto, in questa importante iniziativa, rompere gli schemi, sperando che il messaggio arrivi più diretto e con il sorriso. E speriamo che gli anziani triestini, ma anche i giovani, vengano a sentire il concerto: d’altra parte, è un’occasione unica!”.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top