giovedì , 23 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » ALLA SCRITTRICE SUSANNA TAMARO IL PREMIO VIVERE A SPRECO ZERO 2015
ALLA SCRITTRICE SUSANNA TAMARO IL PREMIO VIVERE A SPRECO ZERO 2015

ALLA SCRITTRICE SUSANNA TAMARO IL PREMIO VIVERE A SPRECO ZERO 2015

image_pdfimage_print

ECO ZERO, TESTIMONIAL DELL’ANNO”. PER L’OCCASIONE TERRA’ UNA LEZIONE SUI TEMI DELL’IMPEGNO CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE.

PADOVA –  Il In Italia lo spreco di cibo dalla dispensa di casa al frigorifero, dai fornelli al bidone della spazzatura costa 8,4 miliardi di euro all’anno, sul pianeta 1/3 della produzione di cibo destinata al consumo umano si perde o si spreca lungo la filiera alimentare e il valore economico del cibo sprecato ammonta a 2.600 MLD di dollari/anno inclusi i costi legati all’acqua e all’impatto ambientale.E’ urgente sensibilizzare istituzioni e cittadini: per questo Last Minute Market e la sua campagna europea “Un anno contro lo spreco” susanna tamaro rpromuovono, in sinergia con Engie e Whirlpool, la 3^ edizione del Premio “Vivere a spreco zero”, gli “Oscar” italiani della sostenibilità che selezionano e riconoscono le migliori buone pratiche avviate dalle Amministrazioni Comunali italiane firmatarie di Carta Spreco Zero. L’appuntamento è pervenerdì 6 novembre a Padova (ore 11, Sala Rossini del Caffè Pedrocchi). La cerimonia di proclamazione sarà introdotta da una tavola rotonda intorno a Carta di Milano e agli “Orizzonti di futuro sostenibile” all’indomani di Expo 2015: si confronteranno il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente Barbara Degani, il fondatore di Last Minute Market Andrea Segrè, presidente del Comitato per il Piano nazionale Prevenzione Rifiuti e Sprechi alimentari (Min. Ambiente) con il giornalista ed esperto di tematiche ambientali Antonio Cianciullo, coordinati dal Direttore del magazine La Nuova Ecologia Marco Fratoddi.Va alla scrittrice Susanna Tamaro il Premio Vivere a spreco zero – Testimonial dell’anno 2015:  «un riconoscimento all’impegno di Susanna Tamaro per una svolta culturale rispettosa dell’ambiente e dell’uomo, fortemente legata alla prevenzione dello spreco di cibo e alla promozione dell’educazione alimentare» spiega l’agroeconomista Andrea Segrè. Nel corso della cerimonia la scrittrice terrà una lezione legata ai temi del suo impegno contro lo spreco alimentare, portato avanti con tenacia in questi anni sia come autrice che in veste di editorialista del Corriere della Sera. E sono nove le buone pratiche selezionate nella short list 2015 dei Comuni virtuosi italiani: si sfideranno Binasco (Mi), Azzano Decimo (Pn), Forli’, Udine, Borgo S. Lorenzo (Fi), Piacenza, Spinea, Lentate Sul Seveso (Mb) e l’Unione dei piccoli Comuni della Bassa Romagna con Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Lugo, Fusignano, S. Agata Sul Santerno, Bagnara Di Romagna, Massa Lombarda. La cerimonia di Padova si chiuderà con “Primo non sprecare”, il pranzo con cibo di recupero dagli sprechi della grande distribuzione: il menù sarà realizzato proprio con prodotti dalle eccedenze e verrà cucinato dallo chef Alessandro Giagnetich dell’ICIF – International Culinary Institute for Foreigners.

 

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top