Il segreto per comunicare efficacemente con i bambini e i ragazzi – Lezione 20

Positività

Tratta tuo figlio come se fosse già quello che desideri che sia (Eric de la Parra)

 

 

 

 

 

 

 

 

Ora che capite il modo di percepire le cose dei vostri bambini e che siete in grado di ascoltarli entrando in sintonia con loro e vedere le cose dal loro punto di vista, è ora di risalire ancora di un passo la spirale verso il magnetismo. Ora, magari, vi chiederete come fare a mettere in riga i vostri bambini, a disciplinarli con regole e punizioni. Mi dispiace deludervi, ma questo tipo di argomento arriverà solo quasi per ultimo. “Perché?!!! E’ l’unico motivo per cui ho iniziato a leggere questa rubrica!!” Vi sento gridare!

La risposta è semplice: ho scoperto un modo di cambiare le cose dall’oggi al domani senza l’uso di punizioni o ricompense. La disciplina sarà trattata solo in seguito, nel caso in cui ne abbiate veramente bisogno.

Ditemi un po’, vi piacerebbe che i vostri bambini fossero sicuri di sé, felici di quello che fanno, socievoli, con tanti amici, capaci, con autostima, insomma con una vita piena e soddisfacente?  Vorreste tenere fuori dalla vostra e dalla loro vita ogni negatività?  Vi piacerebbe svegliarvi ogni mattina, entusiasti per il giorno che vi si prospetta? Vi piacerebbe ridere spesso? Vorreste far sentire i vostri bambini degli esseri favolosi e che, maturando in adulti, continuassero a sentirsi in questo modo? Vorreste avere una sorta di aurea magnetica che attiri i vostri bambini e le altre persone, rendendo l’atmosfera intorno a voi più felice? Vorreste evitare di punire in continuazione i vostri bambini e far sì che fossero in grado di fare le cose da sé nel modo in cui voi desiderate?  Vorreste avere un’influenza sui vostri bambini maggiore di quella che potrebbero avere dalle cosiddette “cattive compagnie”? Vorreste essere voi più felici e lasciare che le cose negative fossero una minima parte nella vostra vita?

Il segreto è la positività e il concetto che se fate sentire i vostri bambini bravi e capaci, c’è un’alta probabilità che lo diventino davvero (come anche il contrario, se li considerate incapaci, lo saranno).

LA PREGHIERA DEI GENITORI

 Aiutami, Signore, a comprendere i miei figli, ad ascoltare pazientemente quello che mi dicono e a rispondere a tutte le loro domande con amore.
Fa sì che non li interrompa, che non li attacchi e non li contraddica.
Fammi essere dolce con loro, perché loro lo siano con me.
Dammi la forza di ammettere i miei errori e di chiedere perdono quando mi accorgo di avere sbagliato.
Impediscimi di offendere i loro sentimenti.
Proibiscimi di ridere dei loro errori o di punirli con le ingiurie e la derisione.
Non permettermi mai di indurli a mentire o a rubare. Guidami affinché lo confermi, attimo dopo attimo, attraverso le mie parole e le mie azioni, che l’onestà è fonte di felicità.
Mitiga, ti prego, la cattiveria in me. Fai che non scarichi su di loro il mio cattivo umore.
Rendimi cieco ai piccoli sbagli dei miei figli e aiutami a vedere le cose buone che fanno.
Impediscimi di castigarli in nome del mio egoismo.
Aiutami a soddisfare i loro desideri ragionevoli e dammi il coraggio di oppormi ai desideri che ritengo dannosi per loro.
Rendimi giusto ed equanime, riflessivo e amorevole con i miei figli, in modo che provino stima per me.
Rendimi degno, Signore, di essere amato e imitato dai miei figli

(Eric De La Parra Paz)

Spero di aver solleticato un po’ la vostra attenzione…. E allora alla prossima settimana.

Con affetto

Vostra Siria

Dr. Siria Rizzi – Certified NLP Trainer – ABNLP

© Riproduzione riservata