martedì , 18 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Felicità » Il segreto per comunicare efficacemente con i bambini e i ragazzi – Lezione 16

Il segreto per comunicare efficacemente con i bambini e i ragazzi – Lezione 16

image_pdfimage_print

Le scorse volte abbiamo afferrato, parlato e visto (J) di come noi e i nostri ragazzi percepiamo il mondo che ci circonda. Avete ancora dei dubbi sui vostri ragazzi? Vi do un aiutino con un test, ma con l’avviso che come sempre si tratta solo di un test e che l’aiuto principale che dà è quello di vi fa capire qual è il senso MENO sviluppato dal vostro ragazzo. Vi consiglio di affidarvi alla vostra “acutezza sensoriale”, alla vostra conoscenza profonda e alla vostra osservazione ed ascolto.

COM’E’ IL VOSTRO BAMBINO

Il seguente test aiuterà a identificare il sistema rappresentazionale preferito del vostro bambino.

Per ognuna delle seguenti affermazioni, assegnate un valore da 1 a 4 per indicare le vostre preferenze, dove:

  1. Non lo descrive per nulla.
  1. Lo descrive un po’.
  2. Lo descrive un po’ di più.
  3. Lo descrive al meglio.

1. Come descriveresti il modo di esprimersi di tuo figlio?
a __ Parla di azioni, sentimenti o successi e gesticola.
b __ Modula molto la voce adeguandola ai contenuti e fa molte vocine.
c __ Parla per immagini e usa molte metafore.

d __ Parla in modo logico e preciso, senza inciampi o esitazioni.

 

2. Che cosa odia di più?
a __ Il tono severo e le urla di una persona.
b __ Essere in disordine o sporco.
c __ Non capire una cosa.

d __ Che gli siano negate carezze e coccole.
3. Quale attività ama di più?
a __ Disegnare e colorare.

b __ Giocare con la pasta da modellare.
c __ Ascoltare e cantare le sue canzoni preferite.

d __ Leggere.
4. Tuo figlio si distingue soprattutto per:
a __ un’ottima capacità di dialogo.
b __ un’ottima logica e comprensione.
c __ una forte intuizione.

d __ un’ottima capacità di osservazione.

5. Che cosa vuole fare da grande?

a __ Musicista, cantante, compositore, scrittore, poeta.
b __ Ingegnere, tecnico.
c __ Medico, insegnante, pompiere, veterinario, idraulico, falegname, elettricista, ballerino.

d __ Pittore, scultore, fotografo, esploratore.

Ora riportate i punteggi nella tabella sottostante e fate la somma. Più alto il punteggio e più alta è la preferenza per quel sistema rappresentazionale.

 

 

Numero domanda

Visivo

Auditivo

Cinestesico

Auditivo Digitale

1

c b a d

2

b a d c

3

a c b d

4

d a c b

5

d a c b

totale

V = A = C = Ad=

 

Per avere conferma dai vostri bambini sul loro sistema rappresentazionale preferito in un dato momento, potreste anche porre loro una semplice domanda su qualcosa che li eccita veramente. Per esempio potreste chiedere loro com’era la festina a cui sono andati. Un bambino visivo vi potrebbe rispondere:  “C’erano palloncini-dinosauri colorati e c’era un pagliaccio che continuava a tirarsi fuori conigli di plastica dai pantaloni. Giovanni ha vomitato sulla schiena di Andrea e sembrava una scena di un cartone. Potevi vedere tutto quello che aveva mangiato, persino la gelatina verde a pezzi, bleah!”.

Un bambino auditivo potrebbe rispondere: “C’erano dei palloncini- dinosauri e uno è scoppiato proprio vicino a Giulia e <Bang> lei si è messa a piangere e urlava così forte che persino il pagliaccio si è messo a piangere. Il pagliaccio aveva quei conigli che squittiscono e che continuava a tirarsi fuori dai pantaloni. Poi Giovanni ha vomitato tutta la sua merenda sulla schiena di Andrea facendo dei versi terribili e Andrea gli ha gridato di tutto e il pagliaccio ha riso così forte che gli è venuto il singhiozzo!”

Un bambino cinestesico potrebbe dire: “ C’erano dei palloncini a forma di dinosauro  e cercavamo di saltarci sopra per farli scoppiare. Uno è scoppiato vicino a Giulia e si è messa a piangere per lo spavento. Il pagliaccio aveva un sacco di conigli di plastica che tirava fuori dai suoi pantaloni. Era così coinvolgente! Ho provato ad afferrarne uno. Poi Giovanni ha vomitato sulla schiena di Andrea e Andrea si è arrabbiato e lo ha spinto. E’ stata una festa davvero forte!”

Un bambino auditivo digitale potrebbe dire:” C’erano 15 bambini, 8 maschi e 7 femmine e molti palloncini di diversi colori a forma di dinosauro. C’era un pagliaccio che si è tirato fuori 10 conigli dai pantaloni. Poi è successo qualcosa tra Giovanni e Andrea e penso di aver capito che Giovanni ha vomitato su Andrea e Andrea si è arrabbiato, il che ha senso.”

Una maggiore conoscenza del funzionamento della vostra mente e di quella dei vostri bambini, può trasformare il vostro rapporto nella direzione di quell’attrazione magnetica cui aspiriamo. La comprensione dei sistemi rappresentazionali invita al rispetto e all’apprezzamento di ognuno come individuo. Lasciatemi raccontare una storia di una madre che conosco molto bene. La madre auditiva ed il figlio cinestesico. La madre rimprovera e punisce molte volte il figlio perché non la ascolta. Quando gli parla, lui abbassa lo sguardo e sembra non capire quello che dice (a suo avviso), rimane in silenzio senza rispondere e, se sta facendo qualcosa, non si interrompe per ascoltarla. La madre è convinta che lo faccia per ripicca e perché non la vuole ascoltare. Un giorno la madre viene da me per un consiglio e le parlo dei sistemi rappresentazionali e le suggerisco di abbracciare o mettere una mano sulla spalla o uscire e fare quattro passi con il figlio quando gli vuole comunicare qualcosa di importante e di usare parole appartenenti all’area cinestesica. Ora il rapporto tra questa madre e suo figlio è cambiato: lei quando gli deve dire qualcosa di importante, lo porta al parco e gli parla mentre passeggiano e mi dice che lui la ascolta con molta più attenzione.

Scoprendo il modo in cui i vostri bambini percepiscono il mondo e si relazionano ad esso, sarete in grado di capire comportamenti che in passato forse vi irritavano.

Siate di sostegno ai vostri bambini attraverso il rispetto e la comprensione delle loro specifiche modalità di percepire e relazionarsi con il mondo, senza cercare, né aspettarvi comportamenti che rispondano al vostro stile.

NOTA: Durante i miei corsi fornisco anche dettagliate informazioni sul leggere il movimento oculare dei vostri bambini e capire come stanno facendo le loro Rappresentazioni Interne, se stanno costruendo immagini nella loro mente, se si stanno parlando internamente ecc. e ciò aiuta molto a migliorare la  comunicazione con loro e a sostenerli nelle loro scelte (v. www.genitorifelici.it).

Rudyard Kipling – Se

Se riesci a mantenere la calma
quando tutti attorno a te la stanno perdendo;
Se avrai fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te
tenendo però nel giusto conto i loro dubbi;
Se sai aspettare senza stancarti di aspettare
o essendo calunniato non rispondere con calunnie
o essendo odiato non dare spazio all’odio
senza tuttavia sembrare troppo buono
né parlare troppo da saggio;
Se sai sognare senza fare dei sogni i tuoi padroni;
Se riesci a pensare senza fare dei pensieri il tuo fine;
Se sai incontrarti con il successo e la sconfitta
e trattare questi due impostori proprio allo stesso modo;
Se riesci a sopportare di sentire la verità che tu hai detto,
distorta da imbroglioni che ne fanno una trappola per ingenui;
Se sai guardare le cose per le quali hai dato la vita, distrutte
e sai umiliarti per ricostruirle
con i tuoi servizi ormai logori;
Se sai fare un’unica pila delle tue vittorie
e rischiarla in un solo colpo a testa o croce
e perdere e ricominciare dall’inizio
senza mai lasciarti sfuggire una parola su quello che hai perso;
Se sai costringere il tuo cuore,
i tuoi nervi, i tuoi polsi a sorreggerti
anche dopo molto tempo che non te li senti più
e così resistere quando in te non c’è più nulla
tranne la volontà che dice loro: “Resistete!”;
Se sai parlare con i disonesti senza perdere la tua onestà
o passeggiare con i re senza perdere il tuo comportamento normale;
Se non possono ferirti né i nemici, né gli amici troppo premurosi;
Se per te contano tutti gli uomini, ma nessuno troppo;
Se riesci a riempire l’inesorabile minuto
dando valore ad ogni istante che passa:
tua è la Terra e tutto ciò che vi è in essa
e – quel che più conta –
tu sarai un Uomo, figlio mio!

(Lettera al figlio)

Alla prossima settimana

Con affetto Vs Siria

 

Dr. Siria Rizzi – Certified NLP Trainer – ABNLP

© Riproduzione riservata

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top