sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Luoghi e dintorni » Emir Kusturica “dà fuoco” alla Fòcara 2014 il 16 gennaio a Novoli di Lecce

Emir Kusturica “dà fuoco” alla Fòcara 2014 il 16 gennaio a Novoli di Lecce

image_pdfimage_print

Anche Emir Kusturica, stregato dalla Focera 2014, sarà presente all’edizione 2014 de “La “Fòcara”, il fuoco più grande del bacino del Mediterraneo, un falò di 25 metri di altezza e 20 metri di diametro che sarà acceso a Novoli (Lecce) il prossimo 16 gennaio 2014 in occasione delle celebrazioni della festa di Sant’Antonio Abate, patrono della città.  Il maestro sarà protagonista di “A fuoco” un docufilm di Gianni De Blasi che ricostruisce la storia dell’antica festa tradizionale salentina prodotto con il sostegno di Apulia Film Commission.  Con lui, nel film anche Hidetoshi Nagasawa, l’artista che quest’anno è stato coinvolto grazie alla passione e alla collaborazione di Anna Cirignola nella realizzazione della grande pira.  focara1 - ACCENSIONE DELLA FOCARA“Sarà un film documentario in cui traspariranno l’aspetto del sacro misto al paganesimo insito nel rito della Focara. – anticipa Gianni De BlasiLe voci narranti di Emir Kusturica e di Hidetoshi Nagasawa descriveranno il loro personale punto di vista sull’evento. Ad accompagnare le voci degli artisti e le scene del quotidiano fervore del paese, le musiche dal vivo dei musicisti che si alterneranno sul palco del Focàra festival. Una colonna sonora partecipata dai suoni di chi il festival lo ha abitato in quanto pubblico. In quel momento prima che finisca la musica e si spenga il fuoco noi avremmo messo tutto “a fuoco” per restituirvelo”.  Nello spazio di FòcarArte oltre ad Emir Kusturica e Hidetoshi Nagasawa, a Novoli anche una mostra degli scatti sulla Fòcara 2013 di Letizia Battaglia e Peppe Avallone presente come Premio FòcaraFotografia 2014.  Una tradizione secolare che si ripete ogni anno a partire dall’8 dicembre, con la costruzione del grandissimo falò che quest’anno ha visto la straordinaria interazione tra l’antica e sapiente manualità dei costruttori della Fòcara e la passione creativa del maestro Nagasawa, gomito a gomito nel segno di una tradizione che si rinnova e si veste di contemporaneità e internazionalità.  E così il prossimo 16 gennaio, dopo il rito antichissimo mattutino della coreografica bardatura, connotata da una catena umana che porta sulla cima del falò l’immagine di Sant’Antonio abate, e l’attesa celebrazione della pomeridiana benedizione degli animali, la “Fòcara” tornerà a bruciare a devozione del santo patrono e protettore. Intorno al fuoco si ballerà e si degusteranno specialità tipiche ai ritmi del concerto internazionale  Fòcara&Friends con Alpha Blondy, Omar Souleyman, Ariacorte e NoFinger Nails che apre l’edizione speciale 2.1 del FòcaraFestival 2014, caratterizzato nei giorni successivi, 17 e 18, dalle presenze di Tinariwen, Muchachito Bombo Infierno, Bandadriatica, Bombino, BoomDaBash, Dubioza kolektiv, Motel Connection e tanti altri artisti ad entusiasmare il pubblico in uno spettacolo unico ed irripetibile dell’inverno salentino, con le contaminazioni di più esperienze artistiche del Mediterraneo

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top