lunedì , 26 Luglio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » Sabato 7 marzo alle 17.30 sala Sguerzi della 6^ circoscrizione “PAROLE E SASSI”, LA STORIA DI ANTIGONE PER “SPERIMENTARE” INSIEME LA DEMOCRAZIA

Sabato 7 marzo alle 17.30 sala Sguerzi della 6^ circoscrizione “PAROLE E SASSI”, LA STORIA DI ANTIGONE PER “SPERIMENTARE” INSIEME LA DEMOCRAZIA

image_pdfimage_print

Adulti e Bambini insieme per “sperimentare” quella democrazia greca che scorre nelle vene di tutti noi e che, attraverso le parole di Sofocle, vecchie di 2 mila e 500 anni, serve a immaginare il futuro. Ma anche un progetto tutto al femminile d’impegno civile, radicato nell’idea di un teatro che “serve per cambiare il mondo”.

Questo, in sintesi, il fil rouge sotteso a “Parole e sassi”, nuovo appuntamento della rassegna Teatro Sosta Urbana che stavolta farà tappa, sabato 7 marzo, nella sala “Sguerzi” della 6^ circoscrizione in via Santo Stefano 5, per ben due repliche, una alle 17.30 rivolta ai bambini dagli 8 ai 10 anni, e una alle 20.30 dedicata a giovani e adulti. E proprio in vista dell’8 marzo, Tsu, il programma di spettacoli sostenuti dagli assessorati alla Cultura e Decentramento e gestito da un collettivo di artisti, si tinge di rosa essendo inserito nell’ampio calendario di appuntamenti di Calendidonna 2015.

01 PAROLE E SASSISul palco, un’intesa Valentina Rivelli, impegnata in un racconto-laboratorio per la direzione artistica di Letizia Quintavalla e distribuito in Friuli Venezia Giulia dal Teatro della Sete. Al centro della pièce c’è lei, Antigone, sorprendente esempio di complessità e ricchezza drammaturgica, la cui ribellione al rispetto delle convenzioni sociali assume il profondo ruolo di dissidente e giovane donna. Nello spettacolo, prima di iniziare il racconto, l’attrice fa un patto con i bambini: se riterranno la storia di Antigone importante, allora dovranno ri-raccontarla a più persone possibili e per questo motivo, prima di andarsene, lascerà loro le parole, cioè il copione, e i sassi usati nel racconto. Nel laboratorio che segue i 45 minuti di spettacolo, l’attrice e i bambini lavoreranno poi sui temi della tragedia, ovvero l’essere fratelli e il prendersi cura gli uni degli altri, la giustizia e le leggi non scritte, la disobbedienza e il potere.

Per la partecipazione allo spettacolo-laboratorio è consigliata la prenotazione telefonando al 338/3007500. Al termine dello spettacolo, che prevede un biglietto di cortesia di 3 euro, sarà offerto un simpatico brindisi insieme con gli artisti. La biglietteria sarà aperta nello stesso luogo a partire da un’ora prima dell’apertura del sipario.

About Andrea Forliano

Andrea Forliano
Nato a Bari il 22/05/1978,vive a Trieste,di formazione umanistica sta completando il corso di laurea in Storia indirizzo contemporaneo,è da sempre appassionato di storia,viaggi,letteratura,politica internazionale e in costante ricerca di conoscere nuove culture.Inoltre segue l'attualità,il calcio,il cinema e il teatro

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top