martedì , 26 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Amazing History » RICORDO ALMA VIVODA. VENERDI’ 24 APRILE CERIMONIA IN VIA PINDEMONTE, TRIESTE

RICORDO ALMA VIVODA. VENERDI’ 24 APRILE CERIMONIA IN VIA PINDEMONTE, TRIESTE

image_pdfimage_print

Nell’ambito delle celebrazioni commemorative per il 70° anniversario della Liberazione, venerdì il 24 aprile, alle ore 15.30, una delegazione dell’Amministrazione comunale di Muggia deporrà una corona d’alloro sul monumento dedicato ad Alma Vivoda in via Pindemonte. In rappresentanza del Comune di Trieste interverrà l’assessore Antonella Grim,

Alma (all’anagrafe Amabile) Vivoda nacque a Chiampore, una località nei pressi della cittadina di Muggia, il 23 gennaio 1911. Iscritta al Partito Comunista, negli anni Trenta gestì assieme al marito Luciano Santalesa (anche lui comunista) l’osteria “La Tappa”, che divenne un punto di ritrovo per gli antifascisti della zona. Santalesa fu arrestato nel 1940 e l’anno dopo la polizia impose la chiusura del locale. A quel punto Alma Vivoda iniziò a tenere i contatti con le formazioni partigiane italiane e slovene. Alma, nonostante avesse frequentato soltanto le elementari, era una donna di vivida intelligenza. Attenta ai problemi dell’emancipazione femminile e dell’internazionalismo, aveva promosso la diffusione della stampa clandestina ed era arrivata a curare di persona la redazione del foglio “La nuova donna”. Anche per questo Alma era braccata dalla polizia fascista, che aveva posto sulla sua testa una taglia di 10.000 lire dell’epoca. Nel gennaio 1943, dopo la spiata di un delatore, fu costretta ad entrare in clandestinità; aiutò il marito ad evadere e a raggiungere le file partigiane in Istria dove sarebbe caduto combattendo di lì a poco. Alma fu uccisa il pomeriggio del 28 giugno 1943, mentre, assieme a Pierina Chinchio, si recava ad un appuntamento con la staffetta partigiana Ondina Peteani della “Brigata Proletaria” che raccoglieva fra le sue file centinaia di operai dei cantieri di Monfalcone (allora Cantieri Riuniti dell’ Adriatico).

About Andrea Forliano

Nato a Bari il 22/05/1978,vive a Trieste,di formazione umanistica sta completando il corso di laurea in Storia indirizzo contemporaneo,è da sempre appassionato di storia,viaggi,letteratura,politica internazionale e in costante ricerca di conoscere nuove culture.Inoltre segue l'attualità,il calcio,il cinema e il teatro

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top