venerdì , 28 Gennaio 2022
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » Il “chronos” (tempo) secondo la filosofia greca antica
Il “chronos” (tempo) secondo la filosofia greca antica

Il “chronos” (tempo) secondo la filosofia greca antica

image_pdfimage_print

Dalla filosofia greca antica conosciamo che gli antichi greci avevano quattro parole per indicare il tempo: χρόνος (chronos), καιρός (kairos), αἰών (Aion) e ἐνιαυτός (Eniautos). Chronos si riferisce al tempo cronologico e sequenziale, kairos significa “un tempo nel mezzo”, un momento di un periodo di tempo indeterminato nel quale “qualcosa” di speciale accade, e aion significa la “forza vitale”, la “durata”, l’ “eternità”. Eniautos (μῆνες τε καὶ ἐνιαυτῶν περίοδοι) sono i dodici mesi dell’ anno, anche indica il tempo ciclico.

In altre parole chronos è quando il passato ha il dovere di presuppore il futturo. Kairos quando l’ uomo vuole sfogliare l’ attimo. Aion (Secolo) “momento giusto o opportuno” o “momento supremo”. Eniautos qualsiasi periodo di tempo fisso e definito.

Eraclito sosteneva che: “Il tempo è un bambino che gioca, che muove le pedine; di un bambino è il regno”. Secondo la filosofia greca il tempo è legato alla creazione del mondo, dunque ha avuto un inizio e avrà una fine. Platone sosteneva che il tempo è “ l’immagine mobile dell’eternità”. Anche secondo Aristotele il tempo diventa “la condizione di esistenza del tempo stesso”.

Il mondo è sempre alla mercé della verità più potente, e questa verità è il tempo.

da Atene Apostolos Apostolou. Professore di filosofia.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top