sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » Venerdì 18 gennaio 2013 Il programma del Trieste Film Festival

Venerdì 18 gennaio 2013 Il programma del Trieste Film Festival

image_pdfimage_print

 Dopo l’inaugurazione, il programma del Trieste Film Festival, il principale appuntamento italiano con il cinema dell’Europa centro-orientale, entra nel vivo. In Sala Tripcovich alle 14 per il concorso DOCUMENTARI verrà proiettato, alla presenza degli autori, DOKUMENTALIST, di Ivars Zviedris e Inese Klava (Lettonia): Inta è una donna brusca e scontrosa, che vive ai margini di una suggestiva palude. Un giorno, la sua solitudine viene interrotta dall’arrivo di un documentarista. Alle 15.45 per il concorso LUNGOMETRAGGIWHAT IS LOVE di Ruth Mader (Austria); un film che si interroga sul senso della vita, su come sia possibile colmare il vuoto fra la nascita e la morte, su cosa sia la felicità.  Alle 17.30 ancora per la competizione DOCUMENTARIMADEIN ALBANIA dell’italiana Stefania Casini, presente in sala. 21 anni dopo la caduta del regime comunista, l’Albania vive la democrazia con tutte le sue contraddizioni. Un road movie in cui 3 giovani protagonisti, attraverso incontri emozionanti, raccontano l’Albania di oggi in bilico fra passato e futuro.  La sera dalle 20 è dedicata al concorso LUNGOMETRAGGI; prima, poer la regia di Emmanuelle Antille il film AVANTI una coproduzione tra Svizzera e Belgio con protagonista Hanna Schygulla. Lea, 28 anni, è in difficoltà: odia il suo lavoro di commessa, rifiuta l’amore del suo ragazzo e ha problemi con la sua famiglia. Mantiene i legami con persone che la circondano filmandole con regolarità, in particolare Suzanne, la madre malata di mente. Nata a Losanna nel 1972, Emmanuelle Antille ha studiato Arti visive dal 1991 al 1996 e ha rappresentato la Svizzera alla Biennale di Venezia. Avanti è il suo primo lungometraggio. Alle 22 KLIP di Maja Milos (Serbia) che incontrerà il pubblico al termine della proiezione. Jasna è una bella ragazza adolescente: prende una cotta per un ragazzo della sua scuola ed è così che entra in una spirale fatta di sesso, droga e feste che lei filma continuamente con il suo cellulare. Klip è il suo primo lungometraggio ed è stato presentato con successo in moltissimi festival internazionali.  Alle 10.30 al Caffè Tommaseo prendono il via i tradizionali incontri con gli autori; l’ingresso è libero. Venerdì 18 l’incontro è con Metod Pevec, regista di VAJE V OBJEMU (Tango Abrazos).

Carlo Liotti per la redazione

About Carlo Liotti

Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top