lunedì , 26 Luglio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » UDINE :VICINO/LONTANO 2015, si apre domani 11 febbraio “LE PAROLE PER DIRLO”

UDINE :VICINO/LONTANO 2015, si apre domani 11 febbraio “LE PAROLE PER DIRLO”

image_pdfimage_print

UDINE – Conto alla rovescia per il festival vicino/lontano 2015, in programma dal 7 al 10 maggio a Udine, preceduto dal ciclo di incontri “Le parole per dirlo. Come cambiano le forme dei legami sociali”, promosso con la Sezione Fvg della Società Filosofica Italiana e con il patrocinio del Comune di Udine, a cura diBeatrice Bonato.  Il progetto “Le parole per dirlo” si sviluppa in quattro incontri – l’ultimo dei quali avrà luogo proprio durante il festival – e ci accompagnerà a riflettere sui mutamenti del nostro tempo, davanti ai quali spesso non riusciamo a trovare le forme per pensare il nuovo e, appunto, le “parole per dirlo”. Domani, mercoledì 11 febbraio, si parte alle 18, alla Casa della Contadinanza in Castello a Udine, con La posta in gioco del matrimonio gay. Interverranno Luisa Accati, storica e antropologa, già docente all’Università di Trieste, autrice di importanti saggi sui mutamenti delle figure paterna e materna, eFrancesco Bilotta, ricercatore di Diritto privato all’Università di Udine, avvocato e socio fondatore di Avvocatura per i diritti LGBTI–Rete Lenford. Punto di partenza della discussione sarà il dibattito sulla legalizzazione delle unioni omosessuali, che in Italia incontra forti resistenze, spesso mascherate da una generica tolleranza o da un nuovo conformismo. Se ne parlerà cercando di evitare la falsa alternativa tra diritti civili e diritti sociali, a volte usata come argomento contro il “matrimonio per tutti”. Senza negare, d’altra parte, che questa prospettiva muta il senso del simbolo matrimoniale, tradizionalmente associato alla differenza tra i sessi. Ingresso libero, info www.vicinolontano.it  email  info@vicinolontano.it   tel. 0432 287171

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top