martedì , 30 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Felicità » National Symphony Orchestra di Taiwan diretta da Lü Shao-Chia, 12 NOV. TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE

National Symphony Orchestra di Taiwan diretta da Lü Shao-Chia, 12 NOV. TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE

image_pdfimage_print

Martedì 12 novembre, alle ore 20.45, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine ospiterà il concerto della National Symphony Orchestra di Taiwan diretta da Lü Shao-Chia, un’ulteriore perla al filo prezioso che allaccia i nuovi talenti dell’area asiatica alla vita culturale occidentale e la frequentazione sempre maggiore nei circuiti concertistici in Europa e negli Stati Uniti della Taiwan Philharmonic, come viene più abitualmente chiamata l’orchestra, attesta l’elevata qualità raggiunta da questo prestigioso complesso sinfonico.

Al centro di un ricco programma che comprende l’ouverture “Le carnevail romain”  di Hector Berlioz, la 7° Sinfonia di Beethoven ed una prima esecuzione italiana di “Breaking Through“, brano della compositrice contemporanea taiwanese Ming-Hsiu Yen, si evidenzia l’interpretazione del concerto op.47 di Jean Sibelius della violinista Viviane Hagner. Viviane Hagner_Credit Marco Borggreve (1)

Bavarese di madre coreana, cresciuta  musicalmente a Berlino, con un passato da “enfant prodige”: debutto a tredici anni, nel ’90, con Zubin Mehta e i Berliner Philharmoniker, e subito concerti con Pinchas Zukerman e Claudio Abbado, la Hagner affronterà quello che  probabilmente è il brano più famoso del compositore finlandese. Composta negli anni 1903-4, similarmente al secondo di Rachmaninov, è un’opera  legata all’estetica del passato.

L’impianto formale tradizionale, l’impronta fortemente lirica alternata a episodi virtuosistici e spettacolari collocano questo lavoro di Sibelius nell’elite dei grandi concerti per violino e orchestra classico-romantici, assieme a quelli di Beethoven, Mendelssohn, Bruch, Brahms e Cajkovsky. Unitamente all’affinità con questi modelli  emerge inoltre il riferimento al carattere rapsodico della corrente nazionalista di Dvorak e Grieg, che nel caso di Sibelius, si riallaccia direttamente alle radici del canto popolare finlandese.

Un emozionante concerto sinfonico da non perdere che conferma l’assoluto livello internazionale del ricco programma della Stagione Musicale del Teatro Nuovo, firmata dal Sovrintendente e Direttore Artistico Marco Feruglio, che registra un record di abbonamenti stagionali e di presenze ad ogni appuntamento.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top