domenica , 11 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » NASCE IL CENTRO COMMERCIALE NATURALE “CITTÀ DA VIVERE”

NASCE IL CENTRO COMMERCIALE NATURALE “CITTÀ DA VIVERE”

image_pdfimage_print

Obiettivo: “vendere” il progetto Palmanova
Palmanova, 26 maggio 2015 – «Chiedo a tutte le entità economiche presenti sul territorio (commercianti, esercenti, professionisti, artigiani, società di servizi  come banche, assicurazioni, Proloco, associazioni di categoria) di contribuire con 360 euro all’anno  – il costo di UN CAFFÈ AL GIORNO! – per finanziare una nuova entità associativa che si chiamerà “CENTRO COMMERCIALE NATURALE “CITTÀ DA VIVERE”, che incorporerà l’attuale associazione “Palmanova Attività Economiche” alla quale il Comune è disposto ad assegnare ulteriori risorse per 10/15 mila euro – afferma il sindaco del Comune di Palmanova Francesco Martines -. Così facendo si potrebbe creare una struttura dedicata con una sede ufficiale presso il Comune, con una dipendente part time selezionata in grado di rispondere alle nuove esigenze che la gestione del Centro Commerciale Naturale richiederà. In città le entità economiche alle quali è in corso di distribuzione l’opuscolo che spiega l’iniziativa, le sue finalità e lo stato di avanzamento del progetto, la scheda di adesione sono oltre 250, quindi l’adesione del 50% potrebbe portare a grandi risultati per il futuro di questa città»  puntualizza Martines.

Collegare il tessuto culturale a quello turistico e commerciale, spostare le persone dai centri commerciali e rivitalizzare il centro cittadino, mantenendo e alimentando un legame con le realtà che lo vivono: da queste finalità nasce il progetto “Palmanova Centro Commerciale Naturale – Città da Vivere”. L’iniziativa, che prevede la realizzazione di un polo commerciale e di servizi integrato, nel centro storico cittadino, che faccia della fortezza non più soltanto un crocevia geografico sulle principali direttrici viarie della regione, ma un baricentro capace di attrarre nuovi clienti e turisti, sarà presentata ufficialmente a giugno.

«Si tratta di un progetto strategico per Palmanova – commenta il sindaco Francesco Martines – che mira a fare sistema tra amministrazione, commercianti, operatori dell’accoglienza e ad accrescere la collaborazione tra pubblico e privato. L’intento è quello di creare un’identità attraente e concrete opportunità alla città stellata, potenziando l’offerta in termini commerciali, di servizio, culturali e di intrattenimento rispetto alla concorrenza dei grandi centri commerciali. L’obiettivo – continua il sindaco – è quello di “vendere all’esterno il marchio PALMANOVA“.  Se cresce l’attrattività della città – e questa la accompagniamo con un progetto concreto che “guarda lontano” e punta alla qualità e alla specializzazione – in un momento in cui la regione ha messo uno stop ai centri commerciali e le grandi catene di distribuzione decidono e dichiarano che “è finita l’era degli ipermercati il futuro è dei negozi di quartiere”, allora ricreeremo l’abitudine della gente a tornare a Palmanova. Questo vorrà dire per tutti una nuova vivacità economica per la città stellata» .

Il progetto, in corso di realizzazione, sul quale si stanno investendo 110 mila euro si sviluppa su tre linee d’intervento: la formazione degli operatori commerciali, la realizzazione di un’immagine coordinata della Città stellata come strumento di informazione e comunicazione per promuovere l’incoming commerciale e turistico e la realizzazione di una infrastruttura digitale di wi-fi a supporto della promozione della città: rete wi-fi su tutta la Piazza Grande e sui tre borghi con connessione gratuita ad Internet, lo sviluppo di un sito internet bilingue (italiano-inglese) del progetto con canali social dedicati e un’App per smartphone con servizi per i cittadini e i turisti, abbinato all’installazione di totem multimediali e ad una piattaforma per la realtà aumentata, ovvero la possibilità per turisti e cittadini di ottenere informazioni multimediali in real time durante la visita alla città stellata.

«Affinché questi investimenti di 110mila euro possano produrre in futuro un risultato tangibile per la città sono necessarie azioni concrete – sottolinea il sindaco Francesco Martines – ed è fondamentale, pertanto, creare la struttura permanente il cui costo annuo  per ogni operatore sarebbe quello di “UN CAFFÈ AL GIORNO”. L’appello che faccio quindi – conclude Martines – è quello di trovare continuità per questa nostra proposta perché solo avendo un’organizzazione strutturata, che programmi in maniera sistemica le attività della città, si potranno attrarre sempre nuovi visitatori e avere una ricaduta economica sulla città».

Gli interessati che intendono cogliere l’opportunità di essere parte attiva di questo progetto integrato potranno consegnare la propria adesione in Comune, direttamente agli assessori ed ai dipendenti della Polizia Municipale che in questi giorni consegneranno la brochure esplicativa. Per ricevere ulteriori e maggiori informazioni sul progetto è possibile rivolgersi all’Ufficio Attività produttive del Comune – persona di riferimento dott.ssa Paola Trinco -, chiamare al 0432.922120 oppure al 373.7317517 o parlare con il Sindaco e l’assessore Massimo Agnese.

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top