giovedì , 6 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » CHRIS SLADE SI RACCONTA A UDINE

CHRIS SLADE SI RACCONTA A UDINE

image_pdfimage_print

“Alla fine degli anni Sessanta suonavo con il grande Tom Jones con cui ho registrato 7 album, una sera a un suo concerto mi vide Elvis Presley e passai la serata con lui e ovviamente con Tom. Qualche settimana dopo mi chiese di andare in tournee con lui, ma avevo un contratto con Tom e rescinderlo non mi pareva né corretto né tantomeno professionale” afferma Chris Sladeil leggendario batterista britannico (da Tom Jones agli Asia passando per i Toomorrow, i Manfred Mann’s Earth Band, gli Uriah Heep, The Firm con Paul Rodgers e Jimmy Page e soprattutto gli AC/DC, ma vanta anche collaborazioni con David Gilmour e Rick Dufay) che stamattina a Udine ha incontrato la stampa in occasione dell’atteso concerto celebrativo fissato per venerdì 20 settembre (inizio ore 20:45) al Teatro Palamostre di Udine –  all’interno della rassegna “Note Nuove” – che da il via alle Udine Rock Nights, le tre serate ideate da Giovanni Pigani e realizzate dal Black Stuff Pub, l’Associazione Culturale Euritmica e Music Team con il patrocinio del Comune di Udine e il supporto tecnico di The Groove Factory e Gear Shop, che porteranno nel capoluogo friulano tre grandi nomi del rock mondiale per tre concerti dal sapore fortemente internazionale e dalla spiccata levatura tecnica, elemento in grado di trasformare gli appuntamenti in occasioni didattiche oltre che d’intrattenimento.  Chris Slade si è poi soffermato sul periodo con gli AC/DC  – fine anni Ottanta e inizio anni Novanta – con i quali ha registrato “The Razors Edge” che proprio in questi giorni compie il 23esimo compleanno e “Live”, raccontando aneddoti sul loro primo incontro mentre Slade stava lavorando con Gary Moore, dell’ottimo rapporto tuttora esistente con diversi membri della band, della loro professionalità e capacità imprenditoriale oltre che musicale ovviamente e infine della straordinaria emozione vissuta con il “Monsters of Rock”, soprattutto a Mosca suonando di fronte a 1 milione di persone.

Sul palco del Teatro Palamostre domani sera, dove ci sarà anche un cameo al pianoforte della cantautrice Laura Furci, Chris Slade proporrà il meglio del repertorio degli AC/DC e sarà affiancato da una band composta da quattro musicisti friulani molto apprezzati e affermati sulle scena regionale: Michele Pirona alla chitarra solista, Massimo Zanuttini alla chitarra ritmica, Emiliano Rossi al basso e Alex Monty alla voce.

L’atteso appuntamento sarà aperto con una conversazione informale, moderata dal giornalista Lorenzo Marchiori, tra due fan della band australiana (Paolo Vermellino e Mario Rimati) che hanno vissuto dal vivo oltre 40 concerti in tutto il mondo, dal Canada all’Austria, dalla Spagna alla Germania e soprattutto l’epocale concerto del 19 maggio 2010 proprio a Udine allo Stadio Friuli.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top