giovedì , 5 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Luoghi e dintorni » In grotta e sui sentieri del Carso seguendo le tracce dell’uomo preistorico: l’offerta didattica del Gruppo Speleologico “San Giusto”

In grotta e sui sentieri del Carso seguendo le tracce dell’uomo preistorico: l’offerta didattica del Gruppo Speleologico “San Giusto”

image_pdfimage_print

Trieste, 4 ottobre 2014 – Rivivere la preistoria locale immersi nelle bellezze del Carso: per l’anno scolastico 2014/2015 il Gruppo Speleologico “San Giusto” ha messo a punto un’offerta didattica di rilevante interesse, in grado di coinvolgere alunni e insegnanti con attività ed escursioni nei luoghi più affascinanti del territorio triestino. Grotte e sentieri diventano così aule naturali, dove è possibile comprendere la vita dell’uomo preistorico e apprezzare l’ambiente in cui agiva. Appositi laboratori didattici offrono inoltre la possibilità di realizzare oggetti in ceramica, riprodurre con i mezzi di allora scene di arte rupestre o macinare le granaglie.Grazie all’esperienza più che Didattica Speleo 1trentennale nella divulgazione della bellezza dei nostri ambienti naturali e nel racconto delle vicissitudini storiche del Carso, il Gruppo Speleologico “San Giusto” è in grado di offrire alla scuole proposte didattiche peculiari e innovative. Si inizia dallo speciale incanto della Grotta Nera, situata nel Centro Didattico Eliseo Osualdini del Bosco Bazzoni a Basovizza: in quest’aula sotterranea (naturale) è possibile tuffarsi a ritroso nella storia grazie al museo allestito con esemplari ricostruzioni della vita sul Carso dalle origini a 6.000 anni fa. Uno sguardo sulla preistoria e sulla storia viene offerto anche dalla visita alla grotta Valentina, a Visogliano, accompagnati da una guida speleologica in una vera e propria “passeggiata” nel Paleolitico inferiore, medio, mesolitico e neolitico e con la possibilità, in aula, di manipolare oggetti pertinenti all’uomo preistorico.La preistoria è la protagonista anche nelle visite guidate alla Grotta S. Leonardo, risalente al Paleolitico medio; alla Grotta Azzurra, del Mesolitico; alla Grotta Cosmini e alla Grotta della Tartaruga, del Mesolitico e del Neolitico; alla Grotta dell’Orso, del Neolitico; alla Grotta Ercole. Con un salto di epoca è possibile poi vedere l’acquedotto Romano e i solchi della strada romana visitando la Grotta delle Gallerie e la Grotta del Mitreo, mentre nella Grotta del Monte Ermada si rivive l’epopea della Prima Guerra Mondiale.Escursioni, ma non solo: il Gruppo Speleologico “San Giusto” mette a disposizione la possibilità di partecipare ai laboratori didattici presso il Centro E. Osualdini di Basovizza. Qui gli alunni possono infatti imitare la maestria dei nostri avi realizzando oggetti in ceramica, cimentarsi nelle riproduzioni delle manifestazioni artistiche preistoriche con le ocre su carta o su ciottoli, al lancio delle zagaglie o alla molitura delle granaglie con le macine in pietra. Il Gruppo “San Giusto” ha inoltre predisposto due corsi di aggiornamento per insegnanti sempre presso il Centro Didattico Eliseo Osualdini: il primo dedicato alla preistoria del Carso Triestino, tenuto da docenti dell’Università di Pisa – dipartimento Ecologia Preistorica, e dalle guide della Grotta Nera, e il secondo incentrato sulla vegetazione del Carso, con la presenza della guida speleologica regionale Pino Sfregola.Per avere maggiori informazioni sull’offerta didattica del Gruppo Speleologico “San Giusto” si consiglia di contattare la segreteria ai numeri 3338389164 oppure 3386416973.

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top