giovedì , 5 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » Frozen shots / Scatti congelati: dal 25 gennaio allo Shaky bar di Trieste le immagini di Laura Poretti Rizman dedicate all’inverno ungherese

Frozen shots / Scatti congelati: dal 25 gennaio allo Shaky bar di Trieste le immagini di Laura Poretti Rizman dedicate all’inverno ungherese

image_pdfimage_print

S’inaugura sabato 24 gennaio 2015 alle ore 19 allo Shaky Bar di Trieste (via Macchiavelli 13) la mostra personale della fotografa-artista Laura Poretti Rizman intitolata Frozen shots / Scatti congelati, curata dall’arch. Marianna Accerboni e dedicata all’inverno ungherese: in mostra una ventina d’immagini a colori realizzate nell’inverno 2013 dall’autrice con una Reflex digitale. Nel corso della vernice il poliedrico artista sperimentale Piero Lancini, pittore e musicista, eseguirà alcune improvvisazioni musicali create site specific e ispirate alle opere esposte (fino al 28 febbraio 2015/ orario: tutti i giorni 7 – 21, domenica chiuso/ info: +39 328 4614240 · sambetta_lp@libero.it).
“I lavori della rassegna sono il frutto di un viaggio onirico, oltre che reale, compiuto dalla Poretti Rizman, che si traduce in un reportage molto calibrato ma nel contempo fantastico” scrive Accerboni “il quale ci trasporta in un paese di grandi suggestioni. Attraverso visioni cromatiche rese algide da un sottile e persistente velo di ghiaccio, la fotografa-artista ci consegna un’immagine dell’Ungheria molto mitteleuropea, la quale tralascia volutamente la matrice levantina che caratterizza parte della cultura anche linguistica di quel paese, grazie all’antico contatto con i turchi.
Lo sguardo non è però focalizzato su palazzi e monumenti, ma su una natura da fiaba che ci accompagna lungo un percorso che, pur nella sua magica delicatezza, concede solo alcune note a un sottaciuto neoromanticismo”.Questo viaggio assume però anche un valore simbolico, come spesso accade nei grandi scrittori, quali per esempio Pirandello, o in registi di vaglia come Fellini. “L’immagine di un paese nascosto sotto una coltre di ghiaccio si collega al nostro vivere attuale” annota infatti l’autrice “In questo momento siamo congelati, quasi paralizzati dalla visione di quanto ci accade intorno: la violenza si esprime in ogni parte del mondo, ampiamente divulgata da telegiornali e mass media, e la risposta a tutto questo potrebbe plausibilmente essere un irrigidimento e uno straniamento nei confronti della realtà. Il ghiaccio” prosegue Poretti “rappresenta davvero bene questa sensazione perché, se è vero che tutto sembra immobile, sotto vi scorre la vita e basta a volte un po’ di fiducia e di sole, cioè di amore, per riscaldare il nostro animo e far rivivere la speranza”.

DOVE: Shaky Bar · via Macchiavelli 13 · Trieste
QUANDO: 25 gennaio · 28 febbraio 2015
A CURA DI: Marianna Accerboni
ORARIO: tutti i giorni dalle ore 7 alle 21 / domenica chiuso 
INFO: +39 328 4614240 · sambetta_lp@libero.it

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top