giovedì , 2 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Rifiuti a Udine, cala ancora la bolletta della Net

Rifiuti a Udine, cala ancora la bolletta della Net

image_pdfimage_print

Per il terzo anno consecutivo palazzo D’Aronco stabilisce una diminuzione della Tariffa di igiene ambientale per un ridimensionamento complessivo del 13,5%

Via libera all’acquisizione dei chioschi del parco del Cormor da parte del Comune

Il Comune alleggerisce le bollette sui rifiuti. Per il terzo anno consecutivo palazzo D’Aronco stabilisce una riduzione della Tariffa di igiene ambientale, che nel 2012 sarà tagliata del 2% rispetto allo scorso anno. Una diminuzione che si va a sommare a quella del 7,5% del 2011 e a quella del 4% del 2010, per un ridimensionamento complessivo del 13,5% della Tia in tre anni. “Unita a quelle degli ultimi due anni si tratta di una riduzione importante soprattutto in un momento di difficoltà economiche come quello che stiamo vivendo – commenta il sindaco di Udine Furio Honsell –. È il risultato di un ottimo lavoro di squadra che grazie all’aumento della raccolta differenziata e all’efficientamento del servizio Net ha consentito di portare un considerevole risparmio per le tasche dei cittadini udinesi”.

Il calo delle tariffe Net, approvato dalla giunta, è il risultato di diversi fattori, primo fra tutti l’incremento della raccolta differenziata, passata dal 47% nel 2008 al 53,3% nel 2009, al 57,06% nel 2010 fino al 62,25% nel 2011. “Se i cittadini, come sta accadendo, comprendono l’importanza di differenziare i rifiuti – dichiara l’assessore comunale alla Qualità della Città, Lorenzo Croattini – è chiaro che le tariffe possono essere abbassate perché la differenziazione dei rifiuti contribuisce a ridurre i costi di smaltimento. Queste riduzioni rappresentano quindi un risultato che premia prima di tutto l’impegno e il senso civico degli udinesi”.

Un altro fattore importante che ha permesso di abbattere ulteriormente i costi in bolletta è il forte impegno della Net nella razionalizzazione e nell’efficientamento della macchina organizzativa. “Stiamo cercando di operare seguendo sempre più criteri di efficienza ed economicità aziendale – spiega il presidente della Net, Massimo Fuccaro –. Una propensione alla razionalizzazione delle risorse che si riflette sui processi interni e che alla fine dell’anno si traduce in un risparmio per i cittadini”. Un ruolo non trascurabile l’ha giocato infine la riduzione dei costi di termovalorizzazione del CDR e dei costi di smaltimento dei sovvalli (frazione non utilizzabile dei rifiuti).

Parco del Cormor, i chioschi diventano di proprietà comunale. La giunta comunale ha deliberato l’acquisizione, da parte del Comune, dei chioschi adibiti alla somministrazione di bevande e alimenti del parco del Cormor. L’amministrazione comunale diventerà quindi proprietaria delle strutture installate dalla società cooperativa Orizzonte, alla quale è stato affidato il servizio di  custodia e gestione integrata del parco nel periodo 2006-2011. Sulla base di una valutazione effettuata dagli uffici comunali, palazzo D’Aronco investirà nell’operazione 32.400 euro, acquisendo il chiosco già predisposto per le principali attrezzature da cucina e degli allacciamenti tecnologici nonché una struttura più piccola, a pianta esagonale, adibita a gazebo per la distribuzione di bibite.

Nel nuovo bando per l’affidamento del servizio di custodia e gestione integrata del parco, attualmente in fase di redazione, rientrerà quindi anche l’utilizzo di queste strutture, a fronte del quale il nuovo gestore dovrà riconoscere un canone di affitto all’amministrazione comunale. Il Comune prevede pertanto di rientrare nei costi di acquisizione nel giro di tre/quattro anni permettendo, nel contempo, di dare continuità al servizio di ristorazione al parco del Cormor. Lo smontaggio del chiosco e la costruzione di una nuova struttura con i relativi permessi e autorizzazioni avrebbe fatto saltare il servizio per l’intero anno in corso.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top