sabato , 8 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » PRESENTATA L’ESTATE NOVARESE 2012:PIU’ QUANTITÀ,PIU’QUALITÀ,PIU’CITTÀ

PRESENTATA L’ESTATE NOVARESE 2012:PIU’ QUANTITÀ,PIU’QUALITÀ,PIU’CITTÀ

image_pdfimage_print

 

Il cartellone si apre il 2 luglio e prosegue fino al 23 settembre

L’assessore al sistema dei beni e delle attività culturali Paola Turchelli e l’assessore al commercio Sara Paladini hanno presentato alla stampa il programma  dell’Estate Novarese 2012, il grande contenitore di intrattenimento, cultura e spettacolo promosso dal Comune di Novara.  Da molti anni Estate Novarese è sinonimo di festa e aggregazione. Una comunità  che trascorre insieme il tempo dell’estate riscoprendo spazi pubblici, riappropriandosi del tempo libero, gustando proposte tra cultura, spettacolo, intrattenimento.   «Con l’avvento della nuova amministrazione comunale – ha detto l’assessore Turchelli –  l’edizione 2011 di Estate Novarese ha rappresentato una svolta rispetto alle edizioni dell’ultimo decennio. Pur allestita in tempi brevi a causa del passaggio elettorale, e pur nella relativa scarsità delle risorse disponibili è stata caratterizzata da una scelta fondamentale: è stata infatti superata l’impostazione del pacchetto chiavi in mano assegnato con il criterio del massimo ribasso che per molti anni ha portato sostanzialmente fuori dalla disponibilità dell’amministrazione le opzioni fondamentali sulla programmazione delle iniziative in programma nell’Estate». «Nel solco del progetto “No++ Novara hub del nord ovest”  – ha aggiunto l’assessore Paladini – Estate Novarese 2012 sarà caratterizzata da tre segni +.  Più quantità: secondo tutti gli indicatori previsionali il permanere di una situazione di crisi economica indurrà i novaresi a ridurre il numero dei giorni di vacanza o talvolta a rinunciarvi. L’incremento dell’offerta di “vacanza in città” assume quindi anche un preciso valore sociale. Più qualità: l’obiettivo che l’amministrazione si prefigge è quello di far crescere il livello qualitativo della programmazione, in un mix il più possibile armonico che tenga sempre conto delle differenze di gusti, di età e di interessi del variegato pubblico cittadino. Più città: rispetto agli scorsi anni la programmazione coinvolgerà, accanto al centro storico (naturale palcoscenico della maggior parte delle serate) tutti i quartieri della città portando anche in periferia momenti di intrattenimento e di svago». Nell’ampio cartellone, che si apre il 2 luglio e prosegue fino al 23 settembre, spazi per la musica (con rassegne di blues, di musica vocale, di crossover, di reggae, di musica etnica e con il main event del concerto dei Modena City Ramblers), per il teatro (con una rassegna di cinque serate con le compagnie del territorio e i due eventi speciali con Gene Gnocchi e Lillo&Greg), per l’arte (le visite ai musei e le iniziative in Galleria Giannoni) per l’enogastronomia (due rassegne dedicate alla pizza e alla birra), per i bambini.

Si comincia, come detto, il 2 luglio, con il primo degli spettacoli teatrali.

dal corrispondente di Novara

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top