sabato , 8 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » PORDENONELEGGE, I VINCITORI DI IMMAGINARE POESIA

PORDENONELEGGE, I VINCITORI DI IMMAGINARE POESIA

image_pdfimage_print

Sono Gian Maria Annovi, Dina Basso, Azzurra D’Agostino, Franca Mancinelli, Renata Morresi e Alberto Pellegatta i sei poeti vincitori della grande moblitazione che pordenonelegge ha avviato nei mesi scorsi sulla poesia italiana contemporanea attraverso il primo censimento della poesia italiana under 40. Un’iniziativa capace di tracciare uno screening capillare sui giovani poeti italiani editi, raccogliendo per ciascuno una sintetica bio-bibliografia, una poesia e un contatto web. Si è così arrivati alla prima reale mappatura della giovane poesia italiana ufficialmente censita sul sito del festival (www.pordenonelegge.it) e della Scuola di Cinema di Milano (http://www.fondazionemilano.eu/cinema/). Il censimento ha portato a conoscenza di una realtà poetica variegata, con alcuni importanti “centri” di  forte concentrazione e vitalità, come Milano, Roma, l’Emilia-Romagna e l’area delle province di confine tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. A conclusione del censimento dei poeti dai 20 ai 40 italiani compiuto nella prima metà del 2013, è stato chiesto agli oltre 300 giovani autori censiti di indicare quali fossero i giovani autori più significativi, esprimendo ciascuno tre preferenze. Ciò ha portato dapprima ad una selezione di 19 finalisti, e quindi di 6 vincitori: sui loro testi i film maker Gianmaria Sortino, Elena Baucke, Leonardo Fallucca hanno realizzato 6 poem trailer dove il linguaggio, il ritmo, le immagini della loro poesia sono interpretati e riproposti con le più consone tecniche della creazione audiovisiva. La realizzazione di un poem trailer implica una concentrazione dello sguardo del film maker, per rendere impercettibile la linea di demarcazione tra parola e immagine. Il risultato è una forma libera e ibrida che prende il nome generico di “corto poetico”. L’insieme delle informazioni emerse e dei dati raccolti sarà uno strumento utile a creare una rete di raccordo e di conoscenza tra i giovani poeti  italiani. A pordenonelegge, sabato 21 settembre alle 19.00 presso la Loggia del Municipio, i 6 poeti vincitori e i 3 film maker si incontreranno per confrontarsi sul rapporto tra poesia e immagine filmica e presentare al pubblico i loro lavori.Ma com’è noto, nell’arco di pordenonelegge la poesia diventa un festival nel festival, con il sostegno di Banca Popolare Friuladria Crédit Agricole: saranno moltissimi gli incontri di presentazione di singole opere di autori e le conversazioni su questioni specifiche del panorama letterario contemporaneo. Giovedì 19 settembre alle 11.00 tre figure di grande rilievo nel panorama poetico e critico nazionale, Davide Rondoni, Alberto Bertoni e Roberto Galaverni, raffinati esperti della storia poetica del Novecento, discuteranno sulla cruciale questione del significato effettivo di “poesia italiana contemporanea”. Riprendendo il ruolo della rivista di poesia nella cultura del Novecento e soprattutto in tempi di crisi editoriale, giovedì 19 settembre alle 18 al Ridotto del Teatro Verdi verrà presentato “Quadernario. Almanacco di poesia”, il nuovo periodico diretto da Maurizio Cucchi, editato da Lietocolle e la cui redazione sarà costituita da Fabrizio Bernini, Alberto Pellegatta e Mary Barbara Tolusso. Il fascicolo apporterà il proprio contributo alla cultura poetica tramite una rivista strutturata in diverse sezioni. Durante l’incontro, moderato da Mary Barbara Tolusso, Maurizio Cucchi dialogherà con il poeta greco Titos PatrikiosVenerdì 20 Settembre a Palazzo Gregoris (ore 17.30) Stefano Dal Bianco e Alba Donati, intervistati da Stefano Guglielmin, presenteranno i loro nuovi lavori: Prove di Libertà (Mondadori, 2013) di Dal Bianco e Idillio con cagnolino(Fazi, 2013) di Alba Donati. Willem M. Roggeman sulle musiche originali eseguite e composte da Faxtet compira’ venerdì 20 Settembre alle 19.00 un viaggio a 360 gradi, fascinoso e notturno, fra le note dei Grandi del Jazz, da Monk a Duke Ellington, Coltrane, Billie Holiday … Una sfida e uno stuzzicante trampolino per le traduzioni, che Giovanni Nadiani ha realizzato rispettando l’originale ma aggiungendo una punta “latina” e personale. La poesia di Nino De Vita, accompagnata sabato 21 Settembre alle 15.30 a Palazzo Gregoris dall’attenta guida di Anna De Simone, sarà un viaggio che ci porterà con lui nei luoghi della sua Cutusìu, rievocando anche i particolari provenienti dal ricco materiale extra testuale di cui è corredato il libro Il cielo sull’altura (Orecchio Acerbo, 2011). Sabato 21 Settembre alle 17.00 presso l’auditorium dell’Istituto Vendramini Pierluigi Cappello parlerà della sua opera poetica: una poesia che gioca col tempo, che lo trasforma, che lo scolpisce in modo tale che ciò che fugge resti ancora un attimo nella corrispondenza di affetti che ci rende, finalmente, umani. Insieme a Cappello interverrà la regista Francesca Archibugi, che racconterà il prezioso documentario ideato e girato da lei sul poeta. Fermata provvisoria (edizioni CFR, 2013) è una scelta antologica dei libri di poesia pubblicati da Erik Lindner, tradotta da Pierluigi Lanfranchi, in collaborazione con la Fondazione Olandese di Letteratura, e presentata in anteprima a Pordenonelegge.it dal poeta Matteo Fantuzzi sabato 21 Settembre alle 17.30 a Palazzo Gregoris. Sabato 21 Settembre, alle 19.00 al Ridotto del Teatro Verdi, con la partecipazione di Diana Tejera, Patrizia Cavalli darà vita ad un reading musicale a partire da Datura (Einaudi, 2013), la sua nuova raccolta. E domenica 22 Settembre alle 11 al Palazzo della Provincia, appuntamento di spicco con il poeta polacco AdamZagajewski intervistato da Benedetta Craveri: parlerà dell’antologia Dalla vita degli oggetti (Adelphi, 2012), che riflette la fase più alta e matura della sua produzione. La poesia di Umberto Piersanti sara’ presentata e discussa domenica 22 Settembre alle 15.30 a Palazzo Gregoris, insieme al poeta e persianista Domenico Ingenito. Romanziere, artista visivo, autore teatrale, organizzatore culturale, Nanni Balestrini domenica 22 settembre alle 17.00 a Palazzo Gregoris ripercorrerà, nell’originale autoantologia Antologica (Mondadori, 2013) la propria parabola lirica, disegnando il proprio autoritratto di artista e di uomo. Domenica 22 Settembre alle 18.30 sempre a Palazzo Gregoris nell’incontro Poesia e destino Mario Benedetti e Luigia Sorrentino, presentati da Carlo Carabba, parleranno dei loro ultimi lavori, rispettivamente Tersa morte (Mondadori, 2013), in uscita breve, e Olimpia (Interlinea, 2013). Tornano a pordenonelegge 2013 i ‘Colloquia’: da due anni il festival.it partecipa al Crossroad of European Literature Project, in collaborazione con Vilenica Literarni Festival e Cùirt Literary Festival, ospitando durante i giorni del festival autori sloveni e irlandesi per ascoltare le loro poesie e discutere su tematiche importanti, che investono i cambiamenti della condizione della poesia nel panorama europeo e i problemi relativi alla traduzione testuale, che riflettono le diversità e i punti di contatto tra culture. Gli incontri Colloquium I II si terranno presso la Sala convegni del Palazzo della Camera di Commercio, il primo venerdì 20 settembre alle 11.30 con Michele Obit, Titos Patrikios, Gregor Podlogar e Adam White, il secondo con Andrej Hočevar, Michele Obit, Willem M. Roggeman ed Erik Lindner. Inoltre per il secondo anno viene organizzato un laboratorio di traduzione italiano-sloveno, in cui sei poeti  -Alberto Cellotto, Veronika Dintinjana, Matteo Fantuzzi, Isabella Leardini, Gregor Podlogar, Peter Semolič – si incontreranno dapprima a porte chiuse e, con la guida di Michele Obit e Marco Fazzini, a loro volta poeti (e frequentatori di poesia in diverse lingue), confronteranno le loro traduzioni in italiano dallo sloveno e in sloveno dall’italiano, usando come strumento di lavoro la lingua inglese. I sei poeti e i due curatori trarranno le conclusioni del loro lavoro (e racconteranno così la loro esperienza) leggendo poi qualche brano tradotto in un incontro pubblico sabato 21 settembre alle 18.00 presso la Saletta del Convento di San Francesco e confrontandolo nelle diverse lingue.

About Vito Digiorgio

Vito Digiorgio
Giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei giornalisti dal 2013. Si è laureato all'Università di Udine con una tesi sulla filologia italiana. Collabora con alcune testate giornalistiche on line.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top