giovedì , 6 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Pordenone e provincia » Pordenone conclusa “Estate in città”

Pordenone conclusa “Estate in città”

image_pdfimage_print

Si è conclusa con lo strepitoso concerto di Fabrizio Bosso e Nina Zilli, che ha registrato il tutto esaurito al Teatro Comunale Giuseppe Verdi, l’Estate in Città del Comune di Pordenone, con la sua formula collaudata, ma aggiornata di anno in anno. L’Estate 2013 è stata particolarmente apprezzata e frequentata, e a registrare il tutto esaurito non sono state solo le iniziative storiche, come il Cinema sotto le stelle, ma anche i progetti nuovi e originali come l’omaggio a Lucio Dalla, promossi da realtà locali o frutto di importanti gemellaggi come Maravee anteprima. La maggior parte delle iniziative erano gratuite, ma l’introduzione del biglietto, resasi necessaria in alcuni casi, tra cui lo stesso concerto finale, per dare un po’ di respiro al budget ridotto rispetto agli anni passati, non ha diminuito il numero degli spettatori. Musica, cinema, teatro, letteratura, arte, poesia, sport, incontri, laboratori distribuiti tra centro e periferia, grandi teatri e piazze, musei e giardini di casa, hanno punteggiato un calendario ben articolato e tutte le iniziative hanno riscontrato interesse e gradimento. Piazza XX Settembre si è riempita diverse volte con i festival del folclore, ma anche con il concorso Il tuo canto libero e con il concerto del Gruppo Compay Segundo, recuperato in un fuori programma il giorno dopo il temporale. Il Pordenone Blues Festival ha avuto un ottimo seguito per tutta la settimana nelle sue diverse location, con gran finale al Deposito Giordani gremito. La Biblioteca Civica si è dimostrata un polo di attrazione solido, sia ospitando iniziative esterne sia per le proprie (la mostra .txt estensione variabili del testo ha registrato 1688 visitatori), ma anche per la propria attività di servizio istituzionale: i lettori nel mese di luglio sono stati 21.024 e nell’ultima settimana di agosto l’affluenza di utenti ha oscillato tra i 1.200 e i 1.400 al giorno, causa anche esami universitari in preparazione. Sul fronte teatrale i Papu hanno riempito l’arena verde del Castello di Torre per una settimana e anche i concerti del conservatorio Tomadini non hanno mancato di attirare ascoltatori tutte le domeniche mattina. Il pubblico ha dimostrato di apprezzare anche le proposte  più ricercate come il reading multimediale Nur, in anteprima nazionale, con la fotografa e scrittrice Monika Bulaj. Sempre gradite anche le proposte per i piccoli che sono andati in visibilio con la Notte del Mammut. L’Estate in Città è stata seguita molto anche attraverso i social network ( sia la pagina Fb che il profilo Twitter del Comune di Pordenone hanno superato i 1.000  mi piace/follower), aggiornati in tempo reale, anche con le foto scattate e messe in rete dagli spettatori. L’assessore Claudio Cattaruzza ha espresso soddisfazione per la qualità del progetto e per aver portato  un momento di gioia e serenità anche a chi non è potuto andare in vacanza.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top