Mostra Pierpaolo Mittica: La fotografia è oggettiva? Venerdì 24 ott. alle ore 18 presso la Galleria Harry Bertoia a Pordenone

In corso Vittorio Emanuele si terrà il terzo incontro degli appuntamenti collaterali organizzati a margine della mostra fotografica “Ashes/Ceneri- Pierpaolo Mittica Racconti di un fotoreporter.
L’approfondimento dal titolo “ Immagine e verità: la prospettiva filosofica” moderato da Angelo Bertani curatore della mostra, sarà curato da Flavia Conte docente di filosofia.
Immersi in un mondo di immagini dovremmo sempre porci il problema della loro interpretazione. Ci sono immagini create apposta per mentire e ce ne sono invece altre che ci permettono di conoscere ciò che altrimenti rimarrebbe in ombra. La filosofia fin dalle sue origini si è posta la questione della problematicità del vedere e del suo difficile approccio alla verità. Anche la fotografia non può sottrarsi a tale dibattito, tanto più che alle sue origini si è autodefinita la più oggettiva delle arti. Ma di certo il rapporto tra realtà e verità non è mai scontato e dunque va continuamente verificato e analizzato: diversamente, una concezione ingenua dell’immagine si presterebbe alle più diverse strumentalizzazioni.
Flavia Conte è docente di Filosofia al Liceo Leopardi-Majorana di Pordenone. Allieva di Emanuele Severino, ha svolto il dottorato di ricerca in Sciences de l’Education a Parigi. Tra le sue pubblicazioni: Episteme e insegnamento: Sulla responsabilità filosofica del sapere (Milano 2010), L’insegnamento impossibile: Sul sapere postmoderno (L’Aquila 2011) e l’antologia di testi letterari di Gaston Bachelard, Il poeta solitario della rêverie (Mimesis, 2011). Ha curato Conversazioni sul postmoderno. Letture critiche del nostro tempo (Mimesis, 2013).
Ufficio