domenica , 28 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » Donna e laureata, ecco il visitatore “tipo” di Pordenonelegge

Donna e laureata, ecco il visitatore “tipo” di Pordenonelegge

image_pdfimage_print

La segreteria organizzativa traccia l’identikit del visitatore della manifestazione dedicata ai libri

Lettori “forti” a Pordenonelegge. Al termine della XIV edizione della rassegna che ha animato la città di Pordenone lo scorso settembre, la segreteria organizzativa ora affidata alla Fondazione pordenonelegge.it ha tracciato il profilo del visitatore della manifestazione.

Il visitatore “tipo” di Pordenonelegge
Il profilo di visitatore che ha partecipato alla manifestazione “Pordenonelegge” risponde a queste caratteristiche: donna (63% del pubblico), con un età media di 43 anni, laureata, in arrivo soprattutto dal nord Italia ma si riscontrano anche presenze dal sud e dai paesi confinanti ed è una librifrequentatrice assidua (l’89,2% ha già partecipato almeno una volta). Chi partecipa al festival legge: se questo è abbastanza scontato, lo è meno il fatto che legga molto. Se le indagini a livello nazionale (Istat “Produzione e lettura di libri in Italia”) riportano che in Italia chi legge, legge poco – tra i lettori il 46% ha letto al massimo tre libri in 12 mesi, mentre i “lettori forti”, con 12 o più libri letti nello stesso lasso di tempo, sono soltanto il 14,5% del totale – il pubblico di Pordenonelegge si distingue: il 29,5% del campione afferma di attestarsi tra i 6 e i 10 libri, il 25% da 11 a 20 libri all’anno, il 14,8% dichiara di leggere oltre 20 libri l’anno. Solo il 10,8% afferma di leggere meno di tre libri l’anno che comunque sono ben superiori a quanto emerge dall’indagine nazionale.

Una bacheca interattiva
Chiunque abbia partecipato all’edizione 2013 di Pordenonelegge può entrare nel sito www.pordenonelegge.it e lasciare commenti e suggestioni, inviare consigli e suggerimenti per migliorare il Festival. E, novità di quest’anno, anche postare le foto scattate durante l’ultima edizione. L’obiettivo degli organizzatori è quello di creare un legame ancor più stretto con il pubblico e far vivere la magia delle cinque giornate di settembre anche durante l’anno. Un ulteriore strumento di conoscenza del nostro territorio e della Festa del Libro.

Vito Digiorgio

About Vito Digiorgio

Giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei giornalisti dal 2013. Si è laureato all'Università di Udine con una tesi sulla filologia italiana. Collabora con alcune testate giornalistiche on line.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top