venerdì , 5 Marzo 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Pordenone e provincia » Dalla campagna alla città: per una filiera responsabile

Dalla campagna alla città: per una filiera responsabile

image_pdfimage_print

Complice la crisi economica, ambientale e sociale che ha investito il mondo negli ultimi anni, anche la semplice gestione della vita quotidiana è cambiata nella percezione e nelle abitudini delle persone. Se si parla di consumo, poi, il discorso si fa più che mai delicato e l’attenzione cresce come mai prima d’ora. Ecco perché in questi ultimi anni sono molti di più i cittadini che si interrogano e vogliono conoscere tutto di ciò che comprano. Come è noto, il grande tema dell’alimentazione nei suoi vari aspetti (produzione, controllo qualità, trasporto, commercializzazione, pubblicità) ha acquistato rilievo sempre maggiore nell’attenzione e nella sensibilità dei Cittadini: come scegliere in maniera consapevole? Che differenza c’è tra agricoltura biologica, prodotti km 0, GAS e prodotti commercializzati nei supermercati?

A questo e a molto altro risponderanno gli ospiti interpellati dall’associazione culturale Città Domani giovedì 21 febbraio alle ore 20.30 presso la sala convegni SOMSI di Corso Vittorio Emanuele II n.44 di Pordenone per la conferenza a tema “Dalla campagna alla città: per una filiera responsabile”. Interrogati dal redattore del Gazzettino Lorenzo Marchiori, saranno chiamati a far luce sul complesso contesto politico, commerciale, sociale, ambientale e sanitario legato al tema: David Marchiori (promotore Gruppo Acquisto Solidale delle Acli di Venezia e membro dello staff del Dipartimento Nazionale Pace e Stili di Vita, presidente della Cooperativa Sesterzo di Mestre-Venezia; responsabile PLIP centrale dell altreconomia veneziana, membro del coordinamento reti ecosol europee RIPESS), Walter D’Agnolo (vice direttore di Coldiretti di Pordenone), Stefano Minin (responsabile soci e relazioni con il territorio di Coop Consumatori Nordest Friuli Venezia Giulia). I relatori porteranno l’esperienza e l’impegno di realtà economiche e solidali in equilibrio tra punti di vista differenti e porranno l’accento sull’importanza di un’alimentazione sana e ad impatto zero, evidenziando vantaggi ed eventuali limiti della cosiddetta “filiera corta” o “km zero”, spesso considerati interventi toccasana sia per gli operatori ed imprenditori del settore, sia per i consumatori e per l’economia in generale.

Il tema centrale dell’associazione culturale Città Domani, che propone la conferenza, riguarda quest’anno i nuovi scenari che si sono evidenziati nel rapporto uomo-ambiente nell’ultimo periodo da punto di vista ambientale e socioeconomico. E, con questo, la persistenza o il recupero di tradizionali utilizzi dell’ambiente, ma anche lo sviluppo di modalità innovative di salvaguardia, valorizzazione e fruizione del territorio, con particolare riguardo agli sbocchi sociali e economici di progetti all’avanguardia di zootecnia, botanica e biologia e tenendo conto delle loro ricadute in ambito lavorativo, formativo, dell’alimentazione e della salute.

Vito Digiorgio

About Vito Digiorgio

Vito Digiorgio
Giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei giornalisti dal 2013. Si è laureato all'Università di Udine con una tesi sulla filologia italiana. Collabora con alcune testate giornalistiche on line.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top