lunedì , 17 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » L’ORA ETNOGRAFICA:SCACCIARE IL MALE 25 mag. Museo Etnografico Udine

L’ORA ETNOGRAFICA:SCACCIARE IL MALE 25 mag. Museo Etnografico Udine

image_pdfimage_print

Ogni oggetto, oltre ad una sua funzione pratica, può assumere connotazioni legate all’invisibile ed in particolare alla dimensione apotropaica. Il 25 maggio alle 11, partendo da un piccolo allestimento sul tema, Chiara Lenarduzzi proporrà una visita al Museo Etnografico del Friuli finalizzata all’attraversamento dei territori di gestione del simbolico. Si inizierà dalla “doppia vita” degli strumenti del focolare per estendere il ragionamento su tutti quegli oggetti, segni e gesti che proteggono di volta in volta il corpo, la casa, i campi.

Il titolo “Scacciare il male” solo parzialmente può spiegare l’intento di questa visita guidata, che non vuole indugiare nell’esotismo della cultura popolare friulana fornendo meri elenchi di rituali apotropaici ma vuole suggerire degli spunti per riflettere (e qui il sottotitolo viene in aiuto) su come il terreno dell’invisibile possa darci notizie e spunti su una concezione del mondo, da analizzare attraverso le strategie messe in atto per controllare un evento eccezionale ed inspiegabile. La visita sarà introdotta da una spiegazione su quegli oggetti che nella tradizione friulana condensano significati speciali, diventando narrazione e trasmissione di credenze legate alla loro funzione pratica ma che acquistano anche una pregnanza simbolica. La convergenza su pochi elementi della vita quotidiana come strumenti di controllo dell’invisibile (una scopa, una forbice, un pettine…) ci racconta molto di una  comunità che condivide un sistema di senso.

La visita proseguirà dividendosi in tre nuclei principali:

1)     rituali legati al calendario agricolo e tesi alla protezione dei campi e della stessa vita comunitaria;

2)     ritualità legate alla sfera domestica e alla dialettica tra lasciar entrare e lasciar fuori “l’altro”. “L’altro” possono essere i morti, streghe, benandanti, cjalcjuts;

3)     la cura del corpo attraverso le pratiche della medicina popolare, che rivelano una concezione del corpo e della malattia molto distante da quella dominante nel mondo occidentale.

Il costo della visita è di 4 euro a persona.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top