mercoledì , 3 Marzo 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Indagine Ecosistema Urbano Legambiente

Indagine Ecosistema Urbano Legambiente

image_pdfimage_print

Fra le città con meno di 80 mila abitanti, Pordenone risulta essere al quarto posto nella classifica nazionale  dell’indagine Ecosistema Urbano stilato da  Legambiente e  fra tutti i comuni d’Italia in valore assoluto, si piazza in settima posizione. Fra le eccellenza la città è  saldamente in testa per quanto riguarda la raccolta differenziata, considerato che sul totale di  rifiuti prodotti,  ben il 77%  di essi  sono  recuperabili, un risultato virtuoso grazie alla collaborazione e al senso civico dei cittadini, che hanno  accolto  l’invito dell’Amministrazione a separare i rifiuti già in casa. Pordenone è al primo posto anche per quanto riguarda l’accortezza nel non sprecare l’acqua per usi civili, industriali ed agricoli mentre i consumi domestici si attestano  nella parte medio alta della graduatoria ( 17° posto  su 45).Ai vertici, al secondo posto, per quanto riguarda  l’estensione procapite del verde fruibile in area urbana, all’8 se si considerano tutte le tipologie di verde  sul totale della superficie  comunale  e un po’ più indietro    per quanto riguarda le dimensioni delle aree pedonali. Sempre nelle posizioni alte   per quanto riguarda l’estensione delle  zone a traffico limitato,  per i metri equivalenti delle piste ciclabili e per gli indicatori che tengono conto del biciplan, dei ciclo-parcheggi di interscambio, del bike sharing. La città sul Noncello è in seconda posizione  per  quanto riguarda  gli impianti  fotovoltaici installati sugli edifici comunali,  e  alla 6° per i pannelli “solari”:  in valore assoluto, in Italia, si colloca   rispettivamente al 6° ed al 7° posto. Risulta da  migliorare la posizione   sul consumo elettrico per usi domestici , sulla capacità di depurazione ,  sulle politiche legate al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili, sul controllo delle emissioni pericolose,  sulle polveri sottili, sulla presenza dell’ozono, aspetti peraltro spesso  determinati  dall’alta incidenza delle automobili circolanti.Soddisfazione per i risultati raggiunti – commenta il sindaco Claudio Pedrotti –  frutto di un lavoro a volte poco visibile ma,  visti i risultati,  estremamente produttivo. Ora stiamo calibrando gli interventi  per  progredire nella classifica nazionale in quei settori dove siamo carenti  perseguendo  gli obiettivi   del nostro programma politico-amministrativo dove la sostenibilità e la qualità della vita sono  centrali. A tal proposito l’Amministrazione  si sta già muovendo – chiosa l’assessore all’ambiente Nicola Conficoni  – Nel prossimo futuro è previsto l’impiego di un  mobility manager con l’incarico di  studiare  e pianificare una diversa organizzazione del traffico,  in particolare per incidere positivamente sulla qualità dell’aria  e limitare l’emissione di sostanze nocive,  e fra le priorità rientra anche  lo studio che consentirà di  disporre di nuovi elementi  per ricercare  le soluzioni più congeniali per rendere  più efficiente il sistema della depurazione. Nel complesso dunque la qualità della vita a Pordenone risulta essere buona  con significative punte di eccellenza,  ed ora  oltre a mantenere  alta la guardia sugli  indicatori di eccellenza  che collocano la città ai vertici della graduatoria nazionale con una continua azione di sensibilizzazione,  risorse  verranno impiegate per migliorare gli aspetti in cui si riscontrano imperfezioni  e criticità.

 

La redazione

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top