domenica , 9 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » INAUGURATO IL PARCO DI VILLA CHIOZZA

INAUGURATO IL PARCO DI VILLA CHIOZZA

image_pdfimage_print

Avvenuta oggi l’inaugurazione del Parco di Villa Chiozza  alla presenza del vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, del sindaco di Cervignano del Friuli, Gianluigi Savino, e del direttore generale dell’Agenzia TurismoFVG, Edi Sommariva. Erano presenti alla cerimonia oltre 150 persone:

Il parco è la testimonianza più evidente della grande passione di Luigi Chiozza per la botanica.
Egli raccolse in questo angolo di paradiso piante provenienti da ogni  parte del mondo: si possono ammirare tra le altre sequoie secolari (Nord America), liquidambra (Nord America), ginko biloba (Cina) accanto a piante autoctone quali carpino bianco e acero campestre. L’interesse naturalistico che riveste questo parco all’inglese, di circa 22 ettari, è straordinario. Già il padre di Luigi Chiozza, Giuseppe, ne aveva elaborato il progetto: aveva previsto la struttura generale del parco e studiato le baulature (vale a dire la convessità che si fa assumere a un terreno rialzando a colmo il centro e degradando i lati per lo sgrondamento superficiale dell’acqua in eccesso). Il parco, realizzato tra il 1800 e il 1870, fin dalle prime fasi progettuali è studiato in ogni dettaglio. Luigi Chiozza impiantò 150 specie di piante, tra alberi e arbusti. Tutte le piante presenti nel parco sono mappate e catalogate (a cura dell’Ersa regionale). Di notevole interesse sono le varie tipologie di prati stabili, presenti all’interno del parco, dove si trovano tutte le specie vegetali spontanee.  Il parco riveste altresì un forte interesse micologico: vi si trovano innumerevoli varietà di funghi, sia velenosi che commestibili. Non da ultimo, elementi preziosi del parco sono le specie a fiore: viole, crocus, orchidee e primule che in primavera danno il meglio di sé in spettacolari fioriture a macchie.  La selezione naturale delle piante (che furono collocate già di dimensioni sviluppate) viene compensata dalla riproduzione spontanea di altre, per cui alcune piante quali il tasso, l’acero, il carpino, il bosso e il tiglio tendono a predominare sulle altre specie.

ORARI DI APERTURA DEL PARCO
ESTATE: DA LUNEDì A VENERDì dalle 8.00 alle 18.30
INVERNO: DA LUNEDì A VENERDì dalle 8.00 alle 16.30

C.L.

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top