venerdì , 14 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » IL NATALE SI VESTE DI GIULLARI E MIMI

IL NATALE SI VESTE DI GIULLARI E MIMI

image_pdfimage_print

I giullari, mimi e istrioni. Poesia satirica d’amore. Incontro a cura di Carlo Pontesilli

È un affascinante viaggio in uno degli snodi cruciali della nostra storia letteraria, che segna lo sviluppo della lingua volgare quello proposto dall’attore Carlo Pontesilli in Biblioteca Civica, che approfondisce il ruolo avuto da giullari, mimi e istrioni. Nell’appuntamento di giovedì 1 dicembre alle 18, nell’ambito del Natale in Città protagonista sarà la poesia satirica d’amore. “I giullari – spiega Pontesilli - fungevano da trait d’union tra cultura alta e cultura popolare. Giravano le piazze e le corti portando notizie e raccontando storie, spesso sbeffeggiando il potere. L’amore era naturalmente uno degli argomenti preferiti trattato anche in chiave comica. Per noi si tratta di straordinari documenti della vita e degli usi e costumi dell’epoca medievale”. La poesia popolare giullaresca era legata a feste, banchetti e intrattenimenti e le sue forme principali erano frottola, ballata  e contrasto, mentre i temi variavano dalla satira delle donne o del villano alla politica al vanto. Molti componimenti popolari ci sono arrivati dai Memoriali Bolognesi, poiché i notai riempivano così gli spazi bianchi per evitare contraffazioni degli atti.

lA REDAZIONE

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top