domenica , 16 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » IL BURLO PRESENTA IL MANUALE SULLA VIOLENZA ALLE DONNE

IL BURLO PRESENTA IL MANUALE SULLA VIOLENZA ALLE DONNE

image_pdfimage_print

UNIVERSITÀ DI TRIESTE E IRCCS BURLO GAROFOLO PRESENTANO A MILANO 

E A TRIESTE IL PRIMO MANUALE PER COMBATTERE LA VIOLENZA 

“La violenza sulle donne e sui minori. Una guida per chi lavora sul campo” (Editore Carocci) 

Giovedì 11 aprile ore 11.30 Milano – Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi

Venerdì 12 aprile ore 18 Trieste – Auditorium Magazzino delle Idee

 Il direttore generale dell’IRCCS Burlo Garofolo, Mauro Melato, e la prof. Patrizia Romito docente di Psicologia sociale dell’Università di Trieste presentano giovedì 11 aprile alla stampa nazionale a Milano, all’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, un manuale dedicato alla violenza sulle donne e sui minori. “Si tratta – spiegano i curatori – di un volume nato sul campo, a partire dai risultati di numerose ricerche e dalle “buone pratiche” portate avanti da varie istituzioni sanitarie, sia a livello regionale – come il lavoro dell’IRCCS Burlo Garofolo e dei servizi socio-sanitari a Trieste – sia a livello nazionale (vedi ad esempio le esperienze di Milano e di Napoli). Il volume è il primo in Italia a fare il punto sulle conoscenze in proposito e raccoglie una panoramica delle migliori pratiche per combattere la violenza su donne e minori e su altri gruppi vulnerabili, come le persone disabili o anziane”La presentazione a Milano si svolge all’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, presente anche il dott. Paolo Petralia, presidente dell’AOPI, l’associazione che riunisce gli ospedali pediatrici italiani, e direttore generale dell’ospedale Gaslini di Genova. “Nel realizzare questo libro, promosso dagli ospedali pediatrici italiani, – spiega ancora Melato – abbiamo avuto il sostegno di operatori sanitari, della giustizia e delle forze dell’ordine, e dei centri anti-violenza. Un grande lavoro coordinato dalla prof. Romito, in cui si sottolineano, tra le altre “buone pratiche”, il ruolo del Burlo per quanto riguarda la procedura attivata nel 2011 per tutelare donne e bambini che arrivano nella struttura dopo aver subito violenze. La presentazione nazionale per noi è molto importante: sottolinea il ruolo di Trieste e del Friuli Venezia Giulia e l’impegno per un tema che ancora non vede una identità di lavoro e di obiettivi a livello nazionale”.La violenza in famiglia c’è, in ogni città, in ogni quartiere, dal più povero al più ricco: occorre che il sistema sanitario e sociale imparino a vederla e riconoscerla prima possibile, per proteggere le donne e i bambini. L’unico modo per proteggere le vittime è riuscire a bloccare la violenza che subiscono attivando una serie di strategie e protocolli che ancora oggi non sono condivisi, mentre piccole e grandi realtà perseguono singolarmente metodi di azione che funzionano e che devono essere estesi per proteggere tutte le vittime di violenza. Questo l’obiettivo del lavoro che si presenta giovedì 11 aprile a Milano e immediatamente dopo, venerdì 12, a Trieste: illustrare best practices e conoscenze scientifiche per fare sintesi su come affrontare la violenza familiare in ospedale, nei servizi socio-sanitari sul territorio, a scuola, nei Tribunali e nei centri anti-violenza.Il libro è così una finestra su un mondo tanto poco conosciuto quanto terribile, un mondo vicinissimo al quotidiano di tutte le persone, alla normalità, ma tenuto nascosto, spesso negato.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top