lunedì , 17 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI DELL’ESTATE PORDENONESE

CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI DELL’ESTATE PORDENONESE

image_pdfimage_print

martedì 14 agosto    ore 20.30, Loggia Municipale: Nordic Walking

 ore 21 piazza XX Settembre: Festival internazionale del Folklore Aviano Piancavallo

 ore 21.30 Convento di San Francesco: Filmmakers al Chiostro, con concerto di Brown and the leaves 

 Al martedì sera è tempo di Nordic Walking nell’Estate in Città, anche il 14 agosto. L’appuntamento per praticare insieme questa disciplina dai tanti risvolti benefici e adatta a tutti è alle 20.30 sotto la Loggia Municipale con la Polisportiva Villanova. Farà tappa anche a Pordenone, martedì 14 agosto per l’Estate in Città il Festival internazionale del Folklore Aviano Piancavallo, che porterà in piazza XX Settembre alle 21 6 gruppi internazionali provenienti da Bulgaria, Messico, Perù, Russia e Paraguay e due italiani, tra cui i padroni di casa Federico Angelica. Il gruppo di danza Zdravest di Sofia, prende il nome dal geranio selvatico di montagna, che per i bulgari è simbolo di salute e longevità. I repertorio eseguito è ricco e vario con canzoni e balli di tutte le regioni (Sofia, Thracia, nord Bulgaria, Dobrudzha) e prevede coreografie complesse ed eleganti, tra cui i celebri Ballo dell’anello e Horo. Il Ballet Folklorico del Ateneo Fuente è composto da studenti universitari ed esprime appieno la cultura messicana attraverso la vivacità dei ritmi e dei colori. Il gruppo peruviano Le Immagini, offre un magico viaggio attraverso le terre del Perù, sorvolando la costa, gli altipiani e al giungla amazzonica, facendo rivivere la storia, la religione e le feste popolari. Il gruppo Tanok ripropone la cultura cosacca caratterizzata dalla potente energia della danza veloce unita al virtuosismo di elementi acrobatici e circensi con sciabole e lance. Sul palco si alternano quaranta artisti per una vera e propria azione teatrale tra danza musica e canto. Il Paraguay Ensamble esprime la cultura indigena Guaranì e accompagna le danze con l’arpa modificata, strumento principe per la cultura nazionale, introdotta dai missionari gesuiti e subito adottata dalle popolazioni indigene. Le esibizioni e la musica paraguayana rappresentano un inno alla natura; la musica esprime un canto di libertà (con l’arpa che imita il canto degli uccelli), mentre le coreografie descrivono la lotta della natura per continuare ad esistere. Da latina vengono gli sbandieratori Le tre torri di Minturno, che usano bandiere fabbricate artigianalmente e dipinte a mano, ogni sbandieratore tramite i clori del vestito e lo stemma della bandiera rappresenta il rione di appartenenza. Non potranno mancare i Danzerini di Aviano coorganizzatori assieme alla Pro loco Aviano, gruppo storico che testimonia la continuità della tradizione che caratterizza la Pedemontana occidentale del Friuli Venezia Giulia. Ingresso libero, in caso di maltempo si va al Palasport.  Penultimo appuntamento di FilmMakers – all’interno del calendario di Estate in città del Comune di Pordenone e realizzato grazie all’importante partnership di Banca Popolare FriulAdria (Gruppo Cariparma Crédit Agricole) – martedì 14 agosto alle 21.30 al Chiostro di San Francesco. Si avvicina il traguardo di questa lunga corsa che celebrerà i suoi vincitori martedì 21 agosto, mentre si iniziano a tratteggiare alcuni bilanci. La massiccia presenza di lavori internazionali e l’aumento del numero di cortometraggi selezionati in vari festival europei confermano l’ampliamento del bacino di addetti ai lavori interessati a questa manifestazione, che Cinemazero segue e organizza con particolare attenzione, proprio per il fondamentale ruolo di vetrina e di confronto tra giovani creativi impegnati nelle varie declinazioni della multimedialità che il festival sta negli anni consolidando. Inoltre, la partecipazione sempre consistente del pubblico sottolinea l’importanza che FilmMakers ha acquisito anche sul territorio, ponendosi come ulteriore strumento di formazione di una cultura audio-visiva che Cinemazero promuove da 30 anni. Domani quindi il pubblico potrà vedere e votare i lavori raccolti sotto il titolo Flashback, storie che rimangono impresse: Paper memories di Theo Putzu, Fotogramma 23 di Victor Santos, Nostos di Alessandro D’Ambrosi e Santa De Santis, 15 summers later di Pedro Collantes, La mirada perdida di Damian Dioniso e Matar a un nino di Josè e Cèsar Esteban Alenda. Seguirà uno degli ultimi incontri con la musica dal vivo dei gruppi selezionati dall’Associazione Amici di Bambi, che proporrà Brown and the leaves, il musicista carnico Mattia Del Moro. Il suo album d’esordio Landscapes è intriso di quella malinconia positiva dei paesaggi interiori evocati nel titolo e si è conquistato l’attenzione di riviste nazionali specializzate – come Blow Up e Rockerilla – facendosi conoscere in tutta Italia. FilmMakers al Chiostro è il Festival internazionale per giovani registi e video-animatori emergenti, organizzato dalla Mediateca di Cinemazero nell’ambito dell’Estate in Città del Comune di Pordenone, con la preziosa partnership organizzativa e culturale oltre che economica di Banca Popolare FriulAdria (Gruppo Cariparma Crédit Agricole). Ingresso libero.prosegue

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top