sabato , 23 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » Comune di Pordenone – Estate in Città Sabato 3 agosto

Comune di Pordenone – Estate in Città Sabato 3 agosto

image_pdfimage_print

Il Castello di Torre apre le porte alle sere d’estate, con l’iniziativa “Al Banchetto dell’Archeologia”: doppio invito al Castello proposto da Pnbox in collaborazione con il Museo Archeologico per l’Estate in Città. Sabato 3 agosto torna “Al Banchetto dell’Archeologia” un’originale proposta culturale che abbina dell’ottima cucina ad una visita museale all’interno del Castello di Torre, con una colonna sonora d’eccezione: la musica del Trio Maniera. Per chi ama unire l’arte e la storia alla convivialità il tour serale inizia alle 20, in quella che fu la residenza dei Conti Ragogna, accompagnati da un esperto dello Studio Eupolis, che illustrerà i numerosi reperti storici dell’archeologico, svelando aneddoti ricchi di mistero e curiosità. Un modo unico ed insolito per conoscere e apprezzare gli ambienti del Castello, che si concluderà alle ore 21 sulla terrazza panoramica, assaporando e degustando una cena tutta a base di pesce (proveniente dalla laguna di Marano) e fresche crudités, tra ottimi vini locali e affascinanti cocktail, avvolti nella suggestiva atmosfera del tramonto. Tra una portata e l’altra i presenti saranno accompagnati dalle sonorità del Trio Maniera che proporranno un programma di Tafelmusik composto da musica cameristica di Telemann, Schein e Beethoven, rievocando le antiche consuetudini di accompagnare i banchetti con musica dal vivo, cosicché i partecipanti che avranno modo di assaporare colori e sonorità In caso di maltempo la cena si svolge nel castello. È necessaria la prenotazione: 0434.551.781 o prenotazioni@pnboxstudios.tv.   Sabato 3 agosto, nell’ambito dell’Estate in Città gli operatori di Eupolis attendo i ragazzi dai 7 ai 13 anni, per vivere un incredibile avventura. Dalle 21, infatti, si potrà vivere un’intera notte al Museo di Storia naturale in compagnia di minerali, insetti giganti, grandi predatori…e un enorme mammut. Come nel    famoso film, armati di torce elettriche, si esploreranno al buio le sale del Museo, tra storie e giochi. E i più coraggiosi potranno vivere l’esperienza di dormire sotto un’animale “a due teste”.

Per partecipare all’iniziativa, che per la prima volta lo studio Eupolis propone in questa sede, dopo il successo della notte all’Archeomuseo è necessario prenotarsi e pagare una quota di iscrizione ( 28 euro). Per iscrizioni e informazioni è possibile scrivere  a info@eupolis.info o telefonare al 347.9820337. Sabato 3 agosto alle ore 21.15, nell’ambito dell’Estate in Città il chiostro del  Convento di San Francesco farà da cornice allo spettacolo di Francesca Gallo “Barchi, barcari e barcarole…quando l’amore era eterno” per la rassegna Teatri fuori dai teatri organizzata dalla Compagnia di Arti & Mestieri e Inscena. Francesca Gallo con la sua fisarmonica e la sua voce proporrà  un percorso musicale sui canti d’amore, dalla campagna trevigiana dove si consumavano le prime esperienze tra la paglia, al fiume dove intere generazioni di uomini vivevano amori leggendari con anguane e ninfe d’acqua, fino alla città: Venezia dove tra calli e rii echeggiavano canzoni dedicate agli amanti manifesti o segreti. I canti vengono legati tra loro da aneddoti, leggende e letture tratti da celebri composizioni di autori veneti. Francesca Gallo, di recente ospite a Uno Mattina, è una soprano lirico avviata allo studio musicale all’età di sette anni, supportata dal padre, uno dei pochi artigiani costruttori di fisarmoniche in Italia, che fin da piccola  ha seguito nel lavoro. Unitamente alla carriera musicale coltiva la passione per il teatro che la vede interprete autrice di numerosi spettacoli.

Francesca Gallo

In veste di ricercatrice ha fatto un recupero orale-storico tra le comunità italiane in Belgio e Canada, guadagnandosi un posto di prestigio tra gli esperti. È stata interprete di opere liriche e componente di un ensemble medievale oltre che di un coro cameristico per produzioni Rai. Cantastorie o folk singer, da sempre è “la voce del Sile” per la sua ricerca legata ai mestieri e alla gente del Sile, che ascolta e racconta da oltre metà della sua vita. Da aprile 2011 è titolare della ditta Galliano & Ploner, marchi di produzione di strumenti ad ancia libera,  unica bottega a livello nazionale per l’alto grado di artigianato artistico nella produzione di strumenti musicali ad ancia libera. Ingresso libero.

www.comune.pordenone.it/estate

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top