lunedì , 12 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » FOOT BROTHERS » Udinese: buona la prima
Udinese: buona la prima

Udinese: buona la prima

image_pdfimage_print

Prima ufficiale nel nuovo Friuli. Ospiti dei bianconeri il Novara, per il terzo turno di Coppa Italia. Dopo le sconfitte di Bologna, Empoli e Frosinone ai danni di squadre di categorie inferiori gli uomini di Colantuono, al debutto ufficiale in bianconero, non possono non uscire con un risultato positivo per iniziare al meglio la stagione e proseguire il cammino di coppa.

La prima occasione di nota però è per il Novara che al minuto numero 8 va alla conclusione da buona posizione con Corazza ma la palla, a Karnezis battuto, finisce fuori di poco. Pericolo scampato, con una difesa non così concentrata ed ecco i bianconeri in avanti prima con un cross di Badu dalla destra sul quale Di Natale non riesce ad intervenire e subito dopo con una buona conclusione di Ali Adnan dalla sinistra, su imbeccata del capitano, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 20′ si presenta alla conclusione Bruno Fernandes da buona posizione, ma non trova la porta. Subito dopo cross dalla sinistra di Ali Adnan con deviazione, alta di Thereau. L’Udinese comunque con il passare dei minuti trova convinzione e buone trame di gioco. Al 26′ ancora Ali Adnan effettua un buon cross dalla sinistra sul quale la difesa piemontese rischia di farsi male da sola ma il portiere è attento. Il gol è nell’aria e arriva poco dopo, al 27′, con Guilherme che dalla grande distanza trafigge Tozzo e porta in vantaggio, meritatamente, i padroni di casa. Passano appena 4 minuti e una bella azione bianconera, con la difesa ospite in bambola, porta il match sul 2 a 0: l’azione parte da Guiherme che la tocca a destra per Edenilson bravo a servire in velocità Di Natale che la gira verso l’accorrente Thereau che non deve far altro che spingere la palla alle spalle dell’incolpevole Tozzo. Il pubblico gradisce con un “vi vogliamo così”. Il Novara prova a dare segni di vita con un conclusione senza precisione ma sul rovesciamento di fronte Bruno Fernandes di testa, su invito di un buon Edenilson, per poco non trova il triplo vantaggio. Il tempo scivola via senza grosse emozioni tranne una caparbia azione di Ali Adnan dalla sinistra che serve un grande Di Natale che si mangia mezza difesa ospite ma conclude di poco sopra la traversa. Il pubblico applaude, giustamente, convinto.

La ripresa si apre, dopo 5 minuti, con un cross del Capitano dalla sinistra con Badu che di testa la ruba ad Edenilson ma non trova la porta. 5 minuti più tardi ci prova Di Natale dalla lunga distanza, su punizione, con Tozzo bravo a deviare in angolo. Tripudio, meritato, per un super Capitano! Al 60′ Karnezis entra nel match con una bella parata su altrettanto bella conclusione dalla distanza di Garofalo. Il risultato mon cambia anche quando, pochi secondi dopo, Thereau ed Edenilson non arrivano per poco al tocco vivente su cross di un promettente Ali Adnan. Poco più tardi Troest si addormenta in difesa e lancia Di Natale verso la rete ma Tozzo si difende, miracolosamente, in corner. Al 70′ ci prova da fuori area Bruno Fernandes con la palla che esce di un nulla. Esce invece Di Natale che fa spazio al debutto ufficiale di Zapata. Quando il match sembra in cassaforte, al 73′, il Novara lo riapre, inaspettatamente, con Buzzegoli che calcia una punizione dal lato sinistro su cui Karnezis compie la più classica papera non trattenendo la palla e anzi la lascia carambolare alle proprie spalle. Partita riaperta con gli ospiti che ora provano a raggiungere il pari. Rincorsa però che dura solo 5 minuti perché Zapata dalla sinistra trova, dopo un bel gioco di gambe a saltare Bergamelli, un ottimo cross su cui Badu non ci arriva ma Edenilson di testa si ed è 3 a 1. Il Novara ci prova con un tiro da fuori ma Karnezis si rifugia in angolo. Dall’altra parte buona ripartenza di Zapata fermato però dal portiere ospite. Gli ultimi minuti di match sono degni di nota per una mezza papera senza danni per il portiere ospite, un tiro da altro da parte del Novara e una piroetta con calcio fumante da parte di Colantuono che non si ferma un attimo di impartire ordini ai propri uomini e ad un errore dei suoi beh trova il modo di imprecare con una certa fantasia!

Soddisfatto per la prestazione dei suoi, per l’approccio e la continuità durante la partita in un gara che poteva presentare sorprese viste le eliminazioni di tre squadra di serie A. Contento per il calcio giocato perché la sua squadra deve farlo, in casa ed in particolare contro avversarie alla portata.

Ora, conquistato il passaggio del turno, una settimana al debutto in campionato, a Torino contro la Juventus, in un battesimo di fuoco.

Rudi Buset
rudibuset@live.it
@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top