mercoledì , 27 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » FOOT BROTHERS » Serie A comanda color: viola!
Serie A comanda color: viola!

Serie A comanda color: viola!

image_pdfimage_print

Settimana giornata e cambia, seppur di poco la testa nel campo più pazzo da un sacco di tempo. Niente più coppia Inter-Fiorentina, ma solo i viola in testa al campionato con 18 punti sui 21 a disposizione.

La squadra di Paulo Sousa si conferma come sorpresa del campionato e inizia ad essere, giornata dopo giornata, una piacevole conferma. Dopo aver insegnato calcio alla scala del calcio contro l’Inter i toscani si mangiano l’Atalanta con le reti Ilicic su rigore al 6′ e archiviano la pratica con Borja Valero al minuto numero 34, chiudendo in bellezza con la prima rete di Verdu al 90′. Che i viola siano destinati a lottare per il successo finale lo si capirà strada facendo ma che siano la squadra attualmente più in forma del campionato e una grande squadra non ci sono particolari dubbi!

Seconda partita senza successo per l’Inter che strappa un pari a Genova contro una buona Samp dell’ex Zenga. Vantaggio blucerchiato al 51′ con Muriel, pareggio interista con la prima rete italiana di Perisic al 76′.

Fa capolino in terza posizione la Lazio che dopo un inizio di stagione complesso (sconfitta in supercoppa ed eliminazione nei preliminari di champions) continua nella serie di risultati positivi. I capitolini battono per 2 a 0 un buon Frosinone grazie alle reti di Keita all’80 e di Djordjevic al 94′.

Seconda vittoria consecutiva per la Roma (in testa alla particolare classifica della squadra più divertente del campionato, ben 26 gol fra fatti e subiti in 7 gare). Gli uomini di Rudi Garcia vincono a Palermo. Prima mezz’ora di marca giallorossa con reti di Pjanic, Florenzi e Gervinho. Nella ripresa i siciliani si rifanno sotto con Gilardino e Gonzalez ma Gervinho nei minuti di recupero fissa il punteggio sul 2 a 4.

Si inceppa sul più bello il Torino che si fa scippare i tre punti dal Carpi che trova la sua prima storica vittoria in A. L’anticipo di sabato viene deciso da un’autogol di Padelli è una rete di Matos per la squadra del nuovo tecnico Sannino, subentrare a Castori. Per il Torino rete inutile di Maxi López.

Risale posizioni e torna ad essere protagonista del campionato il Napoli che a San Siro schianta con un sonoro 0-4 il Milan e si prepara alla meglio al big match contro la Fiorentina, in programma dopo la sosta. Dopo un inizio faticoso Sarri ha messo la marcia giusta e di partita in partita lancia importanti segnali alle altre squadre in lotta per qualcosa di importante. La gara di Milano, dominata, è decisa dalle doppietta di Insigne, in piena fase Campione, dalla rete di Allan e dall’autogol di Rodrigo Ely.

Pareggia il Chievo nel derby contro l’Hellas. Sotto il balcone di Giuletta vantaggio di Pisano per l’Hellas e pareggio di Castro per gli uomini di Maran.

Prima sconfitta in campionato, per l’unica imbattuta finora, il Sassuolo. La squadra di Di Francesco esce con una sconfitta dal campo di Empoli che si porta a casa tre punti importanti con una rete di Maccarone.

La Juventus di Allegri, dopo la vittoria in Champions, ritorna alla vittoria casalinga in campionato contro un buon, anche se ultimo, Bologna. Primo tempo complicato per i bianconeri in svantaggio dopo appena 5 minuti grazie alla rete di Mounier. Morata pareggia al 33′ e nella ripresa ci pensano Dybala su rigore e Khedira alla prima rete in A, a portare un po’ di sereno a casa Agnelli.

Pareggiano per 1 a 1 e non si fanno male Udinese e Genoa. Primo punto fra le mura amiche per i friulani che vanno in vantaggio con Di Natale ma si fanno raggiungere da Perotti, su rigore.

Rudi Buset
rudibuset@live.it
@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top