lunedì , 2 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » FOOT BROTHERS » PRONTI, PARTENZA, VIA
PRONTI, PARTENZA, VIA

PRONTI, PARTENZA, VIA

image_pdfimage_print

Ed eccoci qua, 24 agosto e partono i campionati. Un’estate di attesa ed eccoci arrivati, una nuova stagione al via.

Che anno sarà? La Juve di Sarri riuscirà a riportare la tanto agognata Champions e il nono scudetto consecutivo sotto la Mole. Il Napoli del confermato Ancelotti e l’Inter targata Conte riusciranno a frenare le ambizioni della vecchia Signora? E per la Champions e l’Europa? Chi avrà la meglio fra Roma, Milan, Lazio, Atalanta e più staccate Fiorentina e Torino? In un mercato finalmente scoppiettante sia per le big che per la zona salvezza chi sarà la vera sorpresa? E chi saranno le tre squadre che lasceranno la massima serie capitolare in serie B? 

Panchine girevoli, grandi giocatori come De Ligt, Lukaku e Ribery, tanto per fare alcuni nomi, sgarbi di mercato e ridde di voci lasciano finalmente spazio al campo, in un’estate che ha fatto riflettere anche per avvenimenti che hanno a che fare con la vita privata di alcuni protagonisti come Mihajlovic a lottare contro la sua partita più importante, la leucemia, e Sarri alle prese con una polmonite che lo terrà lontano dalla panchina nelle sfide iniziali contro Parma e soprattutto il suo passato, il Napoli.

Tenendo conto di tutte queste premesse ci si augura sia un bel campionato, meno “plastico” ma un po’ più vecchio stile. L’immagine più bella di questa estate è stata l’invasione pacifica di bambini alla fine di Triestina-Juventus. Un’immagine di altri tempi che riavvicina i bambini al calcio e ai suoi protagonisti e riporta a stagioni passate che forse non ritorneranno più. Ad un calcio più genuino e più provinciale forse, meno televisivo e standardizzato, ma fatto di personaggi folcloristici e di momenti reali belli da vivere.

Dal punto di vista regionale sarà una stagione interessante con molte protagoniste.

L’Udinese ricomincia con Tudor puntando ad un salvezza più tranquilla del recente passato, ma visto il mercato delle dirette concorrenti, non sarà una passeggiata semplice.

Il Pordenone, dal canto suo, affronterà con entusiasmo la sua prima stagione di serie B giocando a Udine e provando a sorprendere come già fatto nelle passate stagioni in serie C.

Attesa alla riconferma di un campionato di vertice, in ultimo, la Triestina che dopo la batosta della mancata promozione in B dell’anno scorso proverà a riportare Trieste e il suo fantastico stadio nel calcio che conta davvero.

A tutti e tutte gli sportivi gli auguri per un’altra bella stagione, magari con qualche sorpresa e momenti esaltanti.

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top