venerdì , 7 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Editoriale » 2012: L’alba di una nuova epoca? Dipende da noi

2012: L’alba di una nuova epoca? Dipende da noi

image_pdfimage_print

Mancano poche ore alla fine di quest’anno e mentre ci si prepara per i festeggiamenti dell’ultimo giorno, la mente vola già a quel futuro prossimo che incombe dietro l’angolo. Le ammonizioni dei catastrofisti, degli astrologi e dei superstiziosi sono all’ordine del giorno; l’anno che verrà potrebbe essere l’ultimo del genere umano. Che la situazione mondiale non evolva verso l’età dell’oro questo è facile da intuire, tuttavia le molteplici grida apocalittiche mi sembrano furbe trovate pubblicitarie che rendono profitti solo a scrittori o autori cinematografici. Sta di fatto che la specie Homo Sapiens dovrà affrontare altri 366 giorni (l’anno che verrà sarà bisestile) e certamente se non ci saranno cambiamenti di mentalità, se lo stile di vita dei paesi ‘ricchi’ non subirà degli accorgimenti, la situazione potrebbe diventare critica sotto molti punti di vista. La crescita demografica ci ha portato a raggiungere quota 7 miliardi e il numero tende a salire a velocità nettamente maggiore rispetto alle risorse necessarie per una vita decente. O meglio le risorse si esauriscono in fretta e la cura verso esse è così superficiale che gli sprechi sono altissimi. La trattazione di questi argomenti tende sicuramente verso la banalità, ma a volte sono le cose più banali a essere le più difficili da attuare.

Sono un inguaribile ottimista e credo fortemente nelle virtù dell’uomo, per questo motivo a costo di essere totalmente banale invito tutti a cominciare dal 1 gennaio 2012 una nuova gestione della propria vita. Come dice il proverbio “chi ben comincia è a metà dell’opera”, e visti anche i tempi difficili è forse proprio questo il momento di cambiare.

Cambiare ognuno nel suo piccolo per un mondo senza odio razziale, senza guerre, senza violenza sulle donne e sui bambini. Un mondo in cui l’uomo rispetta la natura e vive in armonia con essa; un mondo in cui nessuno soffra la fame.

Carlo Liotti
carlo.liotti@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top