Anafi e Lucca Comics and Games presentano Collezionando 2016 – Mostra Mercato del Fumetto da Collezione – Lucca 2-3 aprile 2016

La storica associazione reggiana Anafi (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) e LC&G (Lucca Comics & Games) annunciano una nuova manifestazione primaverile dedicata al fumetto d’antiquariato e da collezione organizzata per ritrovare e rinnovare lo spirito che aveva animato i primi anni di “Lucca città del fumetto” con l’intenzione di riportare nella bella città toscana tutti quei collezionisti e appassionati di fumetti che avevano costituito l’anima originaria dell’evento, ma poi lo avevano disertato in massa a causa del cambiamento della kermesse lucchese, dedicata sempre più all’intrattenimento in generale, per poter contare su un più vasto raggio di coinvolgimento di un pubblico moderno.

Rivista ANAFI - Fumetto 96

Rivista ANAFI – Fumetto 96

La prima edizione di “Collezionando”, la prima storica coproduzione di Anafi e LC&G, si terrà sabato 2 e domenica 3 aprile 2016 presso il “Polo di Lucca Fiere & Congressi” (in via della Chiesa XXXII) ampio 7.000 mq circa, dotato di ampi parcheggi, situato a circa 800 metri dalle Mura di Lucca, raggiungibile dall’autostrada e dalla stazione ferroviaria. È uno spazio ampio, tranquillo e tuttavia vicino al centro storico e ai principali alberghi e ristoranti della città.

L’ambizione degli organizzatori è quella di attualizzare una passione che ha risvolti sociali, culturali, storici. I collezionisti e gli espositori daranno vita a due giorni all’insegna dell’antiquariato della nona arte: originali, edizioni introvabili, rarità, speciali a numero limitatissimo, insomma una miniera d’oro tutta da scoprire per i veri appassionati.

In programma anche una serie di incontri, mostre inedite dedicate al collezionismo e ospiti.

“Collezionando 2016” sarà diverso nei contenuti e nelle forme rispetto a Lucca Comics & Games, ma sarà realizzato dallo stesso team della manifestazione autunnale, quindi con la professionalità e con l’esperienza maturate in tutti questi anni e che hanno reso Lucca la capitale dei comics, visitata ogni anno da migliaia di appassionati.
Sabato 2 aprile la fiera sarà aperta dalle 9.00 alle 19.00, mentre domenica 3 aprile dalle 9.00 alle 17.00.

 

Sito ufficiale dell’evento: www.luccacollezionando.com

Siti ufficiali degli organizzatori:

www.amicidelfumetto.it

www.luccacomicsandgames.com




MALATTIA MENTALE: A BENEVENTO IL SECONDO INCONTRO

La cura attraverso la rottura della “camicia di forza” farmacologica. Sabato 27 e domenica 28 febbraio alle 9, all’Università degli Studi di Benevento Giustino Fortunato, la SIPI (Società Italiana di Psicoterapia Integrata) ha organizzato il secondo incontro regionale sulle malattie mentali, con sedute dal vivo di pazienti e familiari. Obiettivo: diffondere un modello curativo dove psicoterapia, socio-riabilitazione e farmacologia hanno pari dignità. Promuovere un modello riabilitativo dal volto umano, facilitando l’accesso alla cura psicoterapeutica e psicoriabilitativa anche alle persone meno abbienti. Svolgere un puntuale programma di ricerca secondo un modello strutturato integrato che aiuti il paziente a ricostruire la sua individualità per diventare un cittadino attivo e responsabile.

“Non c’è famiglia nel nostro Paese che non sia toccata direttamente o indirettamente dalla malattia mentale. Ma la malattia mentale spaventa la nostra società – spiegano gli organizzatori – al punto che, pur rappresentando uno dei più gravi problemi che sta investendo le nuove generazioni e la sanità pubblica, è ancora un argomento tabù”. Le due giornate intitolate Dalla disperazione alla speranza. Comprendere e curare la sofferenza mentale sono rivolte a medici, psicologi infermieri, tecnici della riabilitazione psichiatrica, educatori professionali, terapisti occupazionali, ma anche ai familiari di pazienti che soffrono di malattie mentali.

“I malati e le loro famiglie devono godere degli stessi diritti riservati a ogni cittadino nella scelta del metodo di cura, del luogo, del medico – ribadisce Giovanni Ariano Direttore Sipi – È necessaria una legge che regolamenti un sistema a rete di servizi pubblici, che rappresentino i diversi modelli di cura per il bene del malato e lo sviluppo scientifico.

Benevento è la seconda tappa del ciclo di incontri che toccherà tutte le province della Campania. La prima è stata Caserta, toccherà poi ad Avellino e Salerno fino al congresso nazionale dal titolo La psicosi, da pericolo a opportunità che si terrà a Napoli dall’11 al 13 novembre 2016.

Relatori dell’incontro: Marco D’Alema Responsabile CSM Roma, Presidente di AIRSaM (Associazione Italiana Residenze per la Salute Mentale, Giovanni Ariano Direttore Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Integrata, Nunzio Mauro, Responsabile Residenza Kairos. Partecipano anche: Luc Ciompi Università di Berna, Franco Rinaldi Università di Napoli Federico II e gli psicologi psicoterapeuti della della Sipi Tommaso Biccardi Amina Bisogno, Fernando Del Prete, Simona Digaetano, Grazia Marchesiello, Guido Moscariello.




BERTA E’ SCAPPATA: SABATO 20 FEBBRAIO A GORIZIA – KULTURNI BRATUŽ

berta--scappata_13445349403_oAncora una proposta coinvolgente per la Stagione 2016 “Pomeriggi d’inverno”, promossa dal CTA Gorizia e diretta da Roberto Piaggio e Antonella Caruzzi: sabato 20 febbraio, alle 16.30 al Kulturni Center Bratuž di Gorizia il sipario si alzerà sull’allestimento di produzione del CTA, “Berta è scappata”, tratto dall’omonimo racconto di Fernando Marchiori, edito da Titivillus. Una storia di amicizia, di sentimenti e solidarietà, che si muove fra vasti paesaggi, piccoli rituali domestici e giochi d’un tempo come l’indimenticabile berta--scappata_13445595184_o“campanon”. Adattato per il teatro daAntonella Caruzzi, lo spettacolo è ambientato in una Gorizia ancora divisa dalla frontiera tra l’Europa dell’Est e dell’Ovest, evocate da immagini di Franco Hüller. In scena l’attrice Serena Di Blasio, motore di un plot che si innesca con la fuga di una scimmietta domestica, Berta. Sfuggita al controllo dei ragazzini con cui vive, Berta supera la rete di confine e si avventura oltre frontiera. Inizia così una ricerca che, attraversando luoghi diversi e situazioni impreviste, porterà i ragazzi a scoprire e a interrogarsi su altri confini, oltre a quelli geografici e linguistici, che corrono fuori e dentro ciascuno di noi. E a riflettere sui confini fra i sentimenti, le età, i sogni e la realtà; quelli fra i paesaggi, le stagioni, il passato e il presente; quelli fra gli esseri viventi, umani e animali. Confini da riconoscere, da percorrere, da superare, a volte semplicemente guardandosi negli occhi. L’allestimento scenico dello spettacolo è firmato da Stefano Podrecca.

Trailer dello spettacolo sul canale youtube CTA al link https://www.youtube.com/watch?v=rRi4JevR8xsberta--scappata_13445232615_o

La biglietteria aprirà alle 16, info e prenotazioni presso CTA, tel 0481.537280 info@ctagorizia.it Promossa come sempre dal CTA – Centro Teatro Animazione e Figure, la Stagione di “Pomeriggi d’inverno” è realizzata in collaborazione con la Regione Fvg e il Ministero dei Beni Culturali, e inoltre con il Comune di Gorizia, la Fondazione Carigo e il Credito Cooperativo Cassa Rurale e Artigiana di Lucinico, Farra e Capriva.

 




MALATTIA MENTALE IL SECONDO INCONTRO 27 e 28 feb.nell’Università degli Studi di Benevento

La cura attraverso la rottura della “camicia di forza” farmacologica. Sabato 27 e domenica 28 febbraio alle 9, nell’Università degli Studi di Benevento Giustino Fortunato, la SIPI (Società Italiana di Psicoterapia Integrata) ha organizzato il secondo incontro regionale sulle malattie mentali, con sedute dal vivo di pazienti e familiari.

Obiettivo: diffondere un modello curativo dove psicoterapia, socio-riabilitazione e farmacologia hanno pari dignità. Promuovere un modello riabilitativo dal volto umano, facilitando l’accesso alla cura psicoterapeutica e psicoriabilitativa anche alle persone meno abbienti. Svolgere un puntuale programma di ricerca secondo un modello strutturato integrato che aiuti il paziente a ricostruire la sua individualità per diventare un cittadino attivo e responsabile.

“Non c’è famiglia nel nostro Paese che non sia toccata direttamente o indirettamente dalla malattia mentale. Ma la malattia mentale spaventa la nostra società – spiegano gli organizzatori – al punto che, pur rappresentando uno dei più gravi problemi che sta investendo le nuove generazioni e la sanità pubblica, è ancora un argomento tabù”.

Le due giornate intitolate Dalla disperazione alla speranza. Comprendere e curare la sofferenza mentale sono rivolte a medici, psicologi infermieri, tecnici della riabilitazione psichiatrica, educatori professionali, terapisti occupazionali, ma anche ai familiari di pazienti che soffrono di malattie mentali.

“I malati e le loro famiglie devono godere degli stessi diritti riservati a ogni cittadino nella scelta del metodo di cura, del luogo, del medico – ribadisce Giovanni Ariano Direttore Sipi – È necessaria una legge che regolamenti un sistema a rete di servizi pubblici, che rappresentino i diversi modelli di cura per il bene del malato e lo sviluppo scientifico.

Benevento è la seconda tappa del ciclo di incontri che toccherà tutte le province della Campania. La prima è stata Caserta, toccherà poi ad Avellino e Salerno fino al congresso nazionale dal titolo La psicosi, da pericolo a opportunità che si terrà a Napoli dall’11 al 13 novembre 2016.

Relatori dell’incontro: Marco D’Alema Responsabile CSM Roma, Presidente di AIRSaM (Associazione Italiana Residenze per la Salute Mentale, Giovanni Ariano Direttore Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Integrata, Nunzio Mauro, Responsabile Residenza Kairos. Partecipano anche: Luc Ciompi Università di Berna, Franco Rinaldi Università di Napoli Federico II e gli psicologi psicoterapeuti della della Sipi Tommaso Biccardi Amina Bisogno, Fernando Del Prete, Simona Digaetano, Grazie Marchesiello, Guido Moscariello.




‘Bêçs furlans, Monede di Buie’, su Onde Furlane da martedì 9 febbraio alle 10.30

‘Bêçs furlans, Monede di Buie’, su Onde Furlane si parla di economia e finanza

Ritorna martedì 9 febbraio alle 10.30 la rubrica di educazione finanziaria e attualità economica

Sulla “radio libare dai furlans” un altro programma di informazione e di servizio. Lo cura l’esperto Manlio Zuliani

Un programma radiofonico al servizio delle persone, come cittadini, consumatori e risparmiatori. Si può definire così Bêçs furlans, Monede di Buie, la rubrica quindicinale di educazione finanziaria che già da un paio di mesi fa parte del palinsesto di Radio Onde Furlane.

L’appuntamento è fissato – una settimana sì e una no – il martedì mattina alle 10.30 ed è un’opportunità per tutti per conoscere e capire l’economia e la finanza, soprattutto per orientare in maniera coerente e consapevole le proprie scelte di consumo, di risparmio e di investimento.

Bêçs furlans, Monede di Buie è curata e condotta da Manlio Zuliani, consulente finanziario, che conosce i diversi aspetti della questione, tra teoria e pratica, storia e attualità.

In ogni puntata, stimolato dalle domande di Paolo Cantarutti, Zuliani offre una panoramica della situazione, con alcuni commenti sull’attualità in generale e con approfondimenti specifici in merito a tipologie di prodotti finanziari e a scelte di risparmio ed investimento.

«La trasmissione – spiega Zuliani – si propone di dare informazioni sugli andamenti generali dell’economia e della finanza, alla luce delle ultime novità, e quindi di fornire conoscenze indicazioni operative. Si va dalla differenza sostanziale fra investimento e speculazione per giungere all’identificazione di ciò che bisogna osservare nelle diverse proposte di investimento, quali possono essere le ambiguità e i difetti dei prodotti finanziari e quali invece i pregi».

Nella puntata di Bêçs furlans, Monede di Buie in programma martedì 9 febbraio, per esempio, si parlerà di banche, deflazione, credito e liquidità.

«Questa rubrica – è il commento del direttore dell’emittente, Mauro Missana si inserisce pienamente nell’idea di radio che abbiamo qui a Onde Furlane, come spazio a disposizione del territorio, che racconta il Friuli e il Mondo e che è al servizio della comunità con informazione, cultura e intrattenimento. Senza dimenticare la promozione dei diritti linguistici e della lingua friulana, attraverso il suo uso quotidiano e normale, per parlare a tutti e di tutto, anche di economia e finanza».

Onde Furlane si può ascoltare in modulazione di frequenza (90 Mhz per la maggior parte del Friuli e 90.2 Mhz in Carnia) e su internet, all’indirizzo www.ondefurlane.eu. Può essere anche ascoltata anche su smartphone, tablet, iPhone e iPad, grazie all’apposita applicazione, che è disponibile in rete gratuitamente.




Trieste BookFest – 12-14 febbraio 2016

Si svolgerà alla Casa della Musica, al Magazzino delle Idee e al Teatro Miela di Trieste il 12-14 febbraio 2016 la prima edizione del Trieste BookFest, manifestazione dedicata alla letteratura per l’infanzia e alla graphic novel.

Il programma comprende numerosi appuntamenti con ospiti locali, nazionali ed internazionali, laboratori e momenti d’incontro.

Tra gli ospiti non possiamo dimenticare Silvia Ziche, una delle disegnatrici di punta della scuderia

 Silvia Ziche

Silvia Ziche

Walt Disney, dotata di uno stile unico ed inconfondibile. Nel corso della propria carriera ha collezionato un importante numero di collaborazioni: dopo essere approdata alla rivista “Linus” nel 1987, ha disegnato per “Cuore”, “Smemoranda”, “Topolino”, “Comix”, “Musica” (inserto di “Repubblica”) e, dal 2006, collabora a “Donna Moderna”. Inoltre è presente in libreria con numerose pubblicazioni, tra le quali ricordiamo i due volumi di Olimpo S.p.A. per i testi di Vincenzo Cerami, ¡Infierno! (una delle tante collaborazioni con Tito Faraci), Due, San Francisco e Santa Pazienza, Lucrezia 2–La donna perfetta non esiste e È tutto sotto controllo. Per Rizzoli Lizard ha realizzato Prove tecniche di megalomania (2009), Lucrezia (2010) e Lucrezia e Alice a quel paese (2013), oltre al “best of” 100% Lucrezia (2014) e Un ex è per sempre (2015).

Nel 2004 ha creato il fortunato personaggio di Lucrezia, single alla perenne ricerca dell’uomo della sua vita che racconta il mondo con cinismo e graffiante ironia.

Silvia Ziche pubblica settimanalmente la vignetta di apertura di Topolino e le avventure del suo personaggio Lucrezia su Donna Moderna.

Presenti inoltre il famoso scrittore per bambini Roberto Piumini, i disegnatori italiani Paolo Bacilieri (Napoleone, Jan Dix), Sergio Algozzino (Ballata per Fabrizio De André), Lorenzo Ceccotti (fumetto Golem), Luigi Cecchi (M e Drizzit), Elena Triolo (carote e cannella), gli illustratori Fabio Magnasciutti e Febe Sillani.

Programma completo: http://www.triestebookfest.com/?page_id=8287

Prossimi appuntamenti curati dall’Associazione Trieste BookFest

5-6 marzo 2016: Giornalismo e reportage narrativo

1-2-3 aprile 2016: Lettura, scrittura e dintorni

MASSIMO FABRIS




PRESENTATO A TRIESTE L.INK 2016 PREMIO LUCHETTA

La “preghiera” del buon Giornalismo invoca sostegno e conforto quando si persegue la verità del proprio lavoro; quando serve il coraggio di pagare, anche di persona, pur di non tradire i valori; sottolinea il dovere di coniugare la verità con la carità, per non ferire mai la dignità delle persone; impegna il giornalista a promuovere, per quanto possibile, la giustizia e la pace. A Trieste questa preghiera si pronuncia laicamente e si scandisce IMG_2832forse con maggiore emozione: perché è vivo il ricordo di Marco Luchetta, Alessandro Ota, Dario D’Angelo e Miran Hrovatin, i quattro giornalisti della sede Rai Fvg che hanno testimoniato con la propria vita i valori portanti della professione, nel gennaio 1994 a Mostar e, pochi mesi dopo, la tragica fine diMiran Hrovatin ucciso a Mogadiscio insieme ad Ilaria Alpi. A 22 anni dalla tragedia di Mostar, quel 28 gennaio 1994 in cui la granata si portò via Marco, Sacha e Dario mentre filmavano i bimbi di trincea nella Bosnia martoriata dalla guerra, la Fondazione che porta il loro nome e il Premio Luchetta, nato nel segno della loro professionalità, presentano a Trieste la 2^ edizione di L.ink – Premio Luchetta Incontra. Il 2° Festival del buon Giornalismo che si terrà da venerdì 22 a lunedì 25 aprile nel cuore di Trieste – la centralissima piazza della Borsa – e troverà sede in un’ampia tensostruttura di 500 mq. allestita in chiave interattiva per sollecitare e rispondere alla curiosità del pubblico sui temi dell’attualità del nostro tempo: per farlo sentire dentro la notizia e coinvolto in un flusso costante di iniziative, dalla rassegna stampa live di prima mattina al focus sui grandi protagonisti dell’informazione italiana e internazionale, per una volta ‘nudi’ e senza il filtro della telecamera, da ascoltare e scoprire in diretta a L.ink.  Ancora una volta, quindi, l’informazione va in onda da Trieste con la seconda edizione di L.ink, Premio Luchetta Incontra. Buon giornalismo in uno spazio centralissimo e formato social: nel 2015 ben 126.909 visualizzazioni avevano accolto i tweet di L.ink e 75.414 per i contenuti della pagina fb. Anche quest’anno gli incontri saranno trasmessi in diretta streaming (sul sito del quotidiano Il Piccolo (www.ilpiccolo.it) e avranno una diretta twitter su @premioluchetta.

Presentando l’imminente edizione 2016 di L.ink festival, la presidente della Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, Daniela Luchetta, ha voluto sottolineare che «il Premio giornalistico internazionale continua ad essere il modo migliore per ricordare Marco ed i suoi colleghi, quando sono passati ormai 22 anni da Mostar. Se non ci fosse stata l’attività della Fondazione che porta i loro nomi e da 13 anni il premio che ricorda il loro lavoro, il tempo avrebbe fatto dimenticare, probabilmente cancellare anche il più piccolo ricordo di Marco, Sasa, Dario e Miran … Estendere il progetto-premio a L.ink, vero e proprio festival del giornalismo, aggiunge grande spessore all’iniziativa e va proprio nella direzione che intendiamo: evidenziare i valori di una professione per la quale Marco e i suoi colleghi hanno perso la vita». Ma quali saranno le caratteristiche di L.ink 2016? Giovanni Marzini, segretario di Giuria del Premio Luchetta, anticipa che «dopo i primi timidi esperimenti con Antepremio negli anni passati, una sorta di numero zero due anni fa e il definitivo decollo di L.ink lo scordo anno, nel 2016 il nostro festival del buon giornalismo tenta il grande salto: va incontro al proprio pubblico, torna in piazza – come fece con le prime edizioni del premio dal 2004 al 2010 – e si propone ad un pubblico ancor più vasto con una formula se vogliamo più “pop”, nel senso di “popolare”. Ma temi e finalità resteranno gli stessi: porteremo i grandi fatti di cronaca, gli argomenti di stretta attualità al grande pubblico attraverso i volti e le parole dei più noti personaggi dell’informazione italiana e non solo. Saranno quattro giorni di informazione e cultura vissuti in diretta, con la possibilità di interagire e confrontarsi. Un invito a capire e approfondire: lo rivolgiamo in particolare ai più giovani e a quanti vogliono avvicinarsi alla professione del giornalista». Ma L.ink 2016 guarda anche al più vasto pubblico e si propone di intercettare un target turistico in città per il week end lungo del 25 aprile: La sfida – spiega Federico Prandi, organizzatore di L.ink – è creare un festival attraente anche dal punto di vista turistico. Il calendario è favorevole, a noi il compito di trovare temi, personaggi che incuriosiscano un pubblico non solo cittadino».

generale rGiornalisti, scrittori, grandi inviati, conduttori e personaggi televisivi e autorevoli firme del mondo della comunicazione animeranno gli incontri: dalla rassegna stampa live, tutte le mattine con una firma prestigiosa del giornalismo per raccontare le notizie del giorno e come i vari media trattano le news; al commento live sui titoli e le aperture delle maggiori TV News, intorno alle 13. Nel corso di L.ink 2016 anche le press conference più attese, come quella di presentazione dei finalisti del Premio Luchetta 2016, già in programma per sabato 23 aprile alle 12. E saranno anche annunciati i vincitori del Premio Speciale 2016 assegnato dalla Fondazione Luchetta e del Premio I Nostri Angeli 2016 realizzato in collaborazione con Unicef. A L.ink 2016 sarà prevista anche una fascia di presentazione dei libri scritti dalle penne più prestigiose del giornalismo, in collaborazione con le migliori case editrici. E ci saranno occasioni di press lab – edutainment per approfondire il mestiere di giornalista oggi, raccontato al pubblico: come si scrive un articolo, come si realizza un reportage o un servizio TV, i nuovi linguaggi di comunicazione sul web, le newsletter e le gallery. L.ink 2016 si aprirà al pubblico anche attraverso contest dedicati per votare la foto fra gli scatti finalisti del Premio Luchetta 2016. debortoli

In attesa della presentazione del cartellone 2016, L.ink annuncia il ritorno a Trieste della Giuria del Premio Luchetta, che si riunirà venerdì 22 aprile. I giurati, firme prestigiose della televisione e della carta stampata nazionale, saranno fra i protagonisti di L.ink con i loro interventi e le loro conduzioni. Ci saranno Vincenzo Morgante, Direttore Rai TGR e presidente della Giuria; Beppe Giulietti, presidente FNSI; Nino Rizzo Nervo, Presidente Scuola di Giornalismo radiotelevisivo di Perugia; Marcello Masi, Direttore Rai TG2; Attilio Giordano, Direttore Il Venerdì di Repubblica; Fabrizio Ferragni, Vice Direttore Rai TG1; Giuliano Giubilei, Vice Direttore Rai TG3; Toni Capuozzo, Giornalista e conduttore; Maarten van Aalderen, Corrispondente The Telegraaf; Andrea Iacomini,  Giornalista e portavoce Unicef Italia; Tommaso Cerno, Direttore Messaggero Veneto; Paolo Possamai, Direttore Il Piccolo; AndreaFilippi, Direttore La Nuova Sardegna, Aleksander Koren, Direttore Primorski Dnevnik; Carlo Muscatello, Presidente Assostampa FVG e membro giunta FNSI; i giornalisti Barbara Scaramucci, Mauro Mazza, Angela Buttiglione e PinoAprile, l’editorialista Sergio Canciani. Nel luglio 2016, al Politeama Rossetti sarà di scena la Serata I Nostri Angeli, momento culminante del Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta, ripresa e trasmessa da Rai1. INFO:www.premioluchetta.it  @premioluchetta  pagina fb Premio Luchetta




“TARTUFO O L’IMPOSTORE” IN SCENA AL CINEMA C DI CONCORDIA SAGITTARIA

Venerdì 18 dicembre, alle ore 21:00, il Cinema C di Concordia Sagittaria ha aperto le porte alla solidarietà. Il Gruppo Teatrale “La Bottega”, infatti, ha organizzato uno spettacolo di beneficenza con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e della Pro Loco. La Compagnia portogruarese ha proposto “Tartufo o l’impostore”, classico della commedia firmato dall’autore francese Molière. L’incasso della serata è stato interamente devoluto all’Associazione “In Famiglia”, che, operando tra Portogruaro, Concordia Sagittaria, Annone Veneto, San Michele al Tagliamento e altri comuni limitrofi, assicura ai malati oncologici il trasporto gratuito presso le rispettive strutture di cura.tartufo_035
Trama dello spettacolo:
La commedia si concentra sulle vicende del ricco signore Orgone e del suo integerrimo precettore Tartufo. La censura imposta da quest’ultimo parla chiaro: niente più feste, ricevimenti e frivolezze, messi a tacere con il silenzio della preghiera e della mortificazione. A eccezione di Pernella, madre di Orgone, le donne della famiglia non apprezzano il nuovo indirizzo della casa. Elmira, moglie del padrone, sua sorella Lucrezia, le figlie Rosaura e Marianna nonché la cameriera Dorina tramano affinché venga a galla la vera natura di Tartufo. Costui, infatti, nella sua ambiguità, ha soggiogato Orgone al punto da convincerlo a concedergli in sposa la figlia maggiore, mandando a monte le nozze con il giovane Valerio. La trama ordita ai danni di Tartufo apre nuovi scenari, generando una reazione a catena diretta verso un inatteso epilogo.

Massimiliano Drigo

 




55a Mostra Mercato del Fumetto – Fiere di Reggio Emilia – 5-6 dicembre 2015

Si svolgerà questo fine settimana a Reggio Emilia l’evento atteso da tutti gli appassionati del fumetto antiquario, che collezionano e scambiano albi, giornalini, riviste e fascicoli di un tempo. Alla mostra si potranno trovare fumetti e serie complete ormai introvabili altrove, grazie alla presenza di circa 150 fra espositori e collezionisti privati, con numerose case editrici amatoriali che stampano, o ristampano, le avventure degli eroi popolari del periodo Ante e Dopoguerra, come Tex, Zagor, Capitan Miki, Blek Macigno, il Piccolo Sceriffo, e altri ancora, ma anche naturalmente, gli eroi di carta più recenti, come Dylan Dog o Martin Mystère, Orfani o Dragonero, l’intramontabile Diabolik, e poi i manga e i supereroi, gadget e miniature, album, figurine e manifesti cinematografici. Naturalmente l’Anafi (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) non poteva mancare di presentare nell’occasione il numero 96 della sua rivista trimestrale Fumetto (insostituibile materiale di consultazione e lettura per chi si occupa di fumetti anche dal punto di vista

Bernet a Reggio Emilia

Bernet a Reggio Emilia

filologico e storico), il 4° lotto della nuova serie della Collana Inedistrips, che propone una nuova uscita in tre albi di storie a strisce sindacate dei personaggi americani, inedite in Italia, e soprattutto il primo volume riservato ai soci per il 2016, “Gli eroi di Troia”, una storia completa inedita di Martin Mystère, scritta da Sauro Pennacchioli e disegnata da Roberto Revello nel 1987 e rimasta in un cassetto fino a oggi; a firmare le copie del volume, per i soci Anafi che rinnoveranno per l’occasione la quota annua per il 2016, nella giornata di sabato 5 dicembre ci sarà Alfredo Castelli in persona. Ma le sorprese non finiscono qui, perché ecco che dal cilindro spunta un volume di Gallieno Ferri (noto ai più come il principale disegnatore di Zagor) dal titolo Jim Puma, che contiene due storie inedite del personaggio disegnato per la Francia da Ferri nel 1958/1960.

Notizie aggiornate e informazioni dettagliate si trovano sul sito www.amicidelfumetto.it, dove si possono leggere e scaricare articoli scelti della rivista e accedere alle istruzioni per diventare soci e poter così anche acquistare riviste, albi e volumi non reperibili in commercio. A supporto dell’attività informativa svolta dalla rivista, l’ANAFI edita anche una newsletter elettronica per soci e appassionati di fumetti, dal titolo MANO LIBERA. Attuale Presidente dell’associazione è Paolo Gallinari, VicePresidente e capo redattore della rivista FUMETTO è Luciano Tamagnini. Nell’ambito delle lupo alberto partigianodue giornate, grande protagonista della rassegna sarà Jordi Bernet, uno dei grandi maestri del fumetto europeo e mondiale che sarà a disposizione degli appasionati sabato mattina e domenica mattina per autografi, dediche e schizzi. L’esposizione a tema di quest’anno, con interessanti e documentati pannelli, è Partigiani e Fumetto. Settant’anni di Resistenza nelle strisce disegnate, curata da Pier Luigi Gaspa e promossa dall’Anpi di Carpi. Un Lupo Alberto che Silver ha vestito da partigiano porta in bici la gallina Marta staffetta: questo il prologo alla bella mostra che traccia un itinerario che dal 1944 si snoda sul filo della memoria fino ai giorni nostri. In questo percorso sfilano alcuni grandi nomi del fumetto italiano: Paul Campani, Guido Crepax, Hugo Pratt, Sergio Staino, Alfredo Castelli, Mario Uggeri, Mino Milani, Ferdinando Tacconi, Giorgio Trevisan.

Oltre ai numerosi espositori collezionisti privati, e ai negozi specializzati, anche la mostra di quest’anno si caratterizza per un’importante rappresentanza di piccole ma agguerrite case editrici: come ReNoir e Nona Arte, 001 e Allagalla, Mencaroni e Fumo di China, Mercury e Grifo, Nicola Pesce Editore e Cosmo, per non parlare di significative associazioni come lo storico GAF di Firenze o Cronaca di Topolinia di Torino. Ognuna di queste realtà porta in dote alla Mostra reggiana un ricco elenco di novità prodotte per l’occasione.

Alla mostra sarà presente anche l’associazione Diabolik Club, nata a Sassuolo (MO) nel 1996 per permettere ai soci di conoscersi, scambiarsi e diffondere materiale legato a Diabolik.

55a Mostra mercato del Fumetto di Reggio Emilia nell’ambito di Cambi & Scambi  Fiere di Reggio Emilia in via Filangieri 15

sabato 5 dicembre 2015 dalle ore 9 alle 19   domenica 6 dicembre 2015 dalle ore 9 alle 13

info: www.amicidelfumetto.it

E.T.




Passi Avanti”, lunedì 30 nov.alle 18 “Un sorriso nascerà”, conferenza di Smile Again

Nuovo appuntamento, lunedì 30 novembre, alle 18 nell’aula 9 di palazzo Toppo Wassermanm in via Gemona 92, per “Passi Avanti”, il ricco calendario messo a punto dal Comune di Udine e dalla Commissione Pari Opportunità in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Al centro del prossimo incontro la conferenza “Un sorriso nascerà”, a cura dell’associazione “Smile Again”, con il dottor Giuseppe Losasso, medico chirurgo e presidente dell’Associazione “SmileAgain FVG”.