ArtistiAssociati per la scuola Uno spettacolo in streaming per la Giornata della Memoria ‘Il popolo che si oppose all’orrore’ con Fantateatro

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria ArtistiAssociati ha creato un momento teatrale, in streaming, per i ragazzi della terza media delle scuole di Cormons e di Gradisca d’Isonzo. Il collaborazione con la compagnia Fantateatro di Bologna presenterà ‘Il popolo che si oppose all’orrore’, uno spettacolo  ispirato ai fatti realmente accaduti in Danimarca durante l’occupazione nazista. Una vicenda poco conosciuta ma molto toccante che  trasmette un messaggio di fiducia e di consapevolezza. I fatti si svolgono in Danimarca, nel 1943. L’esercito nazista occupa il Paese da oltre due anni e la potenza politica e militare di Hitler sembra inarrestabile. Ma quando cominciano a trapelare notizie di un imminente rastrellamento dell’intera comunità ebraica, tutto il popolo danese sceglie di ribellarsi. Il re, i ministri e il Parlamento si stringono attorno ai loro concittadini e mentre il Governo utilizza le sue risorse diplomatiche per ostacolare i piani tedeschi, un allarme viene inviato alle famiglie in pericolo. Per quattordici giorni gli ebrei danesi sono assistiti, nascosti e protetti da persone comuni che, spontaneamente, aiutano i propri compatrioti, diventati improvvisamente dei rifugiati. Su 7.000 ebrei, 6.500 riescono a salvarsi dai campi di concentramento, raggiungendo la Svezia con ogni tipo di imbarcazione.

Nelle giornate del 26 e del 27 gennaio, alle ore 10, i ragazzi delle classi terze del Comprensivo Ulderico della Torre  di Gradisca d’Isonzo e Giovanni Pascoli di Cormons assisteranno gratuitamente allo spettacolo grazie ad un collegamento personalizzato su Facebook.

Il progetto rientra nell’ampio programma formativo di ArtistiAssociati e si è potuto realizzare  grazie alla collaborazione e alla sensibilità degli insegnanti che ringraziamo.




MEF e Zecca dello Stato presentano la nuova Collezione Numismatica 2021: fra le 15 monete una dedicata alle professioni sanitarie

 Il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Poligrafico e Zecca dello Stato hanno presentato questa mattina la nuova Collezione Numismatica 2021, emessa dal MEF e coniata dalla Zecca italiana. La collezione è composta da 15 soggetti ispirati a storia, arte, sport, scienza, natura ed eccellenze enogastronomiche italiane acquistabili sul portale e-commerce della Zecca italiana, oltre che nei punti vendita del Poligrafico e Zecca dello Stato dal 26 gennaio.

Le tematiche oggetto di questa edizione vogliono rappresentare un sentimento di unione e coesione nazionale che trova espressione nella celebrazione di personaggi, avvenimenti storici e artisti simbolo della nostra tradizione e della nostra cultura imprenditoriale, ma anche nella gratitudine nei confronti di chi, nell’ultimo anno segnato dalla pandemia da Covid-19, ha messo senza riserve la propria professionalità al servizio della collettività. Nella Collezione Numismatica 2021 è presente infatti la moneta dedicata alle professioni sanitarie, dal valore di 2 euro e destinata anche alla circolazione ordinaria, a testimonianza del riconoscimento della collettività nel periodo dell’emergenza. La creatività e il genio italiano, riconosciuti in tutto il mondo, vengono celebrati dalle emissioni per Dante, Caravaggio ed Ennio Morricone.

La Collezione Numismatica da sempre è il risultato della fusione tra le professionalità artistiche dei maestri incisori e l’innovazione tecnologica che ogni anno sviluppa metodologie di conio sempre più avanzate, dando vita ad opere da collezione apprezzate per la ricercatezza dei dettagli e per l’eleganza delle finiture artistiche, oggetto di premi e riconoscimenti internazionali.

Nella Collezione 2021 l’uso ormai frequente di inserzioni colorate e la più recente tecnica della fosforescenza, ripresa nella moneta raffigurante l’Orso Polare, sono arricchiti da alcune importanti novità: è il caso della moneta dedicata all’invenzione del telefono, in cui il ricorso al rame richiama il gettone telefonico, o della moneta dedicata ai 100 anni della Federazione Italiana Pallacanestro, impreziosita dalla tecnica della rodiatura. Da ultimo, ma non in ordine di importanza, l’utilizzo dell’oro puro in monete che rievocano il mito della Lira.

Il 2020 ha cambiato molte cose e anche la numismatica. La digitalizzazione forzata, connessa alla pandemia, ha accelerato una tendenza in atto portando ad uno sviluppo del canale online oltre le migliori aspettative” – ha dichiarato Alessandro Rivera, Direttore Generale del Tesoro.

“Si tratta di un pubblico nuovo e giovane: il portale IPZS registra infatti migliaia di acquisti effettuati da persone al di sotto dei 40 anni. Nel 2021 per la prima volta saranno inoltre possibili anche acquisti dall’estero, sia sul sito che tramite una apposita APP. Dietro a questi risultati c’è una sostanziale innovazione dei processi amministrativi e autorizzativi che sono a monte di tutto il percorso creativo, produttivo e distributivo e che permettono di portare nel mondo creazioni italiane di altissimo livello tecnico e artistico.”

“Quest’anno abbiamo deciso di presentare la nuova collezione numismatica al Museo della Zecca di Roma. Uno spazio evocativo, che ripercorre la storia della moneta e la storia industriale della Zecca, attraverso l’esposizione di macchinari storici utilizzati per la coniazione. Ritengo che questa Collezione abbia raggiunto un perfetto equilibrio tra storia, cultura e arte, tra tradizione e modernità, ma allo stesso tempo rompa gli schemi, proiettandosi nel futuro della numismatica italiana, con tematiche sempre più aderenti alla cultura dei nostri tempi” ha dichiarato Paolo Aielli Amministratore Delegato del Poligrafico e Zecca dello Stato.

I temi, i bozzetti e le tecniche artistiche della Collezione 2021 sono stati scelti come ogni anno da una Commissione composta da rappresentanti del Ministero, della Zecca e da Maestri d’arte.

Di seguito i soggetti della nuova Collezione, 15 opere per ripercorrere la nostra storia::

1 – 150° Anniversario Roma Capitale d’Italia – 2 euro

2 – Mondiali Sci Alpino Cortina – 5 euro

3 – Serie Eccellenze Italiane Nutella – 5 euro (bianca, rossa e verde)

4 – Serie Imperatori – Costantino – 10 euro

5 – Grazia Deledda

6 – Serie Artisti Italiani – Ennio Morricone – 2 versioni bimetallica e argento (5 euro)

7 – Professioni Sanitarie – 2 euro

8 – Serie enogastronomica – Emilia-Romagna, tortellino e lambrusco – 5 euro

9 – Serie enogastronomica – Sicilia, cannolo e passito – 5 euro

10 – 700° anniversario della morte di Dante Alighieri – Inferno – 2 versioni oro e argento (20 e 5 euro)

11 – 450° nascita Caravaggio – 2 versioni oro e argento (20 e 5 euro)

12 – 150° Anniversario dell’invenzione del telefono – Antonio Meucci – 5 euro

13 – Serie Animali in via di estinzione – Orso polare – 5 euro

14 – Serie Moneta iconica – Lira – 2 versioni (20 e 50 euro)

15 – 100° Federazione Italiana Pallacanestro – 10 euro




20 MINUTI CON IL CRAF: IL 25 GENNAIO LIVE TALK CON MARIANNA SANTONI, GURU DI PHOTOSHOP

Spilimbergo (PN), 19 gennaio 2021 – La “regina di Photoshop” in diretta per “20 minuti con il CRAF”. Il 25 gennaio alle 19.00 il Centro Ricerca e Archiviazione della Fotografia di Spilimbergo ospiterà su Facebook nel palinsesto del live talk Marianna Santoni, prima esperta italiana ed oggi unica donna eletta Miglior Adobe Guru per Photoshop e Lightroom.

“Un grande onore per noi – afferma il direttore del Centro Alvise Rampini – tanti gli argomenti della nostra conversazione, dall’attività formativa grazie alla quale in questi giorni ha conquistato il primo posto nella classifica Tau Visual come migliore docente in Italia esperto in post-produzione, ai numerosi riconoscimenti ottenuti, passando attraverso la sua attività di fotografa e alle numerose consulenze per la gestione di importanti archivi fotografici”.

Marianna Santoni a 43 anni è l’unica donna italiana Eizo Ambassador, l’unica fotografa italiana Canson Infinity Ambassador, unica donna europea X-Rite Coloratti Master e prima ritoccatrice europea Wacom Evangelist. Nel 2007 ha ricevuto come “donna dell’anno” il Premio Pericle d’Oro e nel 2010 è stata nominata al merito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali tra le 54 donne di talento del nostro Paese. Questo riconoscimento in particolare le è stato attribuito per “aver innescato un autentico tsunami di innovazione nel mondo della fotografia”: “Una luminosa carriera – commenta il presidente Enrico Sarcinelli – che nasce dal solido connubio di umanità e competenza, al servizio degli studenti e delle aziende internazionali più importanti”.

Dal 2004 Santoni è relatrice per Canon, Nikon, Fujifilm ed Elinchrom. Autrice di oltre settanta pubblicazioni, ha svolto oltre mille incarichi di formazione, ha tenuto lezioni in 13 università e insegna fotografia digitale e post-produzione all’ISIA di Urbino dal 2010 nella specialistica post-laurea in fotografia di Beni Culturali. Pochi sanno che Marianna Santoni è consulente per la digitalizzazione e archiviazione del patrimonio artistico: di recente ha infatti curato l’archivio del jazz del fotografo Roberto Polillo e nell’ambito della fotografia forense è consulente per alte realtà governative, tra cui l’Esercito Italiano.

È stata al CRAF qualche anno fa per un evento formativo in presenza e una conferenza, entrambi sold-out: “L’impeccabile preparazione e l’energia travolgente che trasmette in tutte le performance continuano a decretare la sua popolarità – conclude Alvise Rampini – durante il nostro incontro online avremo modo di sottoporle tantissime domande e la nostra responsabile dell’organizzazione Maria Santoro la intervisterà per farci conoscere ancora meglio il segreto del suo successo”.




Monfalcone, città di luce e meraviglia per i più piccoli MOMENTI DI ANIMAZIONE ITINERANTE

I momenti di animazione itinerante per la gioia dei più piccoli proseguono a Monfalcone nelle giornate del 23, 28, 29 e 30 dicembre e del 4 gennaio (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17). Con partenza dal Christmas Village in piazza della Repubblica si articolano lungo le vie del centro, nelle aree pedonali e limitrofe, ossia Via Battisti, Piazza Cavour, Via S. Ambrogio, Piazza della Repubblica, Piazzetta Unità, Via Oberdan, Via Duca d’Aosta, Viale San Marco.
Il programma, a cura di Gaia Eventi, prevede momenti di animazione classica, con sketch e giochi nel rispetto delle regole anti-Covid e spettacoli di vario genere: bolle di sapone, magia comica, magia classica, giocoleria classica/comica, cabaret.
Il servizio di sicurezza e di controllo per evitare assembramenti è assicurato dal Comune di Monfalcone che promuove l’iniziativa nell’ambito del Natale monfalconese.
Per le giornate in cui si deve restare a casa, in seguito all’entrata in vigore del nuovo DPCM, la Biblioteca di Monfalcone ha ideato un nuovo servizio: con il “Prestito a sorpresa” i bibliotecari propongono una selezione di bellissimi libri di narrativa, saggi, riviste, audiolibri e dvd da mettere a disposizione delle famiglie. Basta scegliere le borse a sorpresa in base alla fascia d’età, da ritirare in Biblioteca, da lunedì 28 a mercoledì 30 dicembre e il 4 gennaio, con orario 9.00 – 13.30 e 15.00 – 19.00 (martedì solo la mattina).

Rimane inoltre attivo il prestito a domicilio attraverso l’invio di una mail all’indirizzo biblioteca@comune.monfalcone.go.it e si conclude mercoledì 23 dicembre l’iniziativa “Clicca e ascolta” per condividere il piacere della lettura rimanendo comodamente a casa con la presenza on line di un Lettore in Cantiere.

E.L.




PIU’ VELOCE DELLA LUCE Un progetto per avvicinare i giovani e il grande pubblico, a Trieste Città della Scienza

Un progetto per mettere in luce le eccellenze scientifiche di Trieste, in una connessione con i giovani proiettati al futuro: con “Più veloce della luce” l’Associazione culturale Opera Viva è entrata nei centri di ricerca e nei laboratori nazionali e internazionali della “Città della Scienza”, che ha ospitato Esof 2020, per avvicinare il mondo scientifico ai giovani e, tramite loro, arrivare al grande pubblico.

Con un approccio didattico, che guarda ai temi attuali della ricerca scientifica e consente di toccare con mano i campioni di studio e le strumentazioni, il progetto è stato ideato e diretto da Lorena Matic, con l’organizzazione di Opera Viva, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), il Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” (ICTP), il Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia (ICGEB) e l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS).  Sostenuto dalla Regione FVG – Assessorato alla cultura, con il contributo anche delle Fondazioni Casali e della ZKB, il progetto gode inoltre del parternariato dei Comuni di Trieste, Monfalcone e Capodistria, delle Obalne Galerije Piran Istituzione Museale del Ministero della Cultura Sloveno, RTV Koper Capodistria e vede la partecipazione delle scuole superiori di Trieste e del Ginnasio Carli di Capodistria.

“Più veloce della luce” si è al momento concretizzato in un Docufilm di 35 minuti, in cui 13 giovani studenti rispondono a domande in vari campi della scienza: astronomia, fisica, matematica, oceanografia e virologia. Dalle risposte si evince la loro capacità di ragionamento, intelligenti anche a sfruttare tutta la creatività che li contraddistingue quando un argomento ignoto richiede la risposta. A conclusione di ogni quesito viene poi indicata la giusta definizione da parte di cinque scienziati coinvolti.

Sono state realizzate inoltre cinque video lezioni, che saranno distribuite alle scuole, con la partecipazione di Massimo Ramella dell’INAF Osservatorio Astronomico di Trieste (“Come si è formato il Sistema Solare: alla ricerca di indizi”), Francesco Longo dell’Università di Trieste e dell’INFN sezione di Trieste (“Verso l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande”), Stefano Luzzatto dell’ICTP (“La geometria frattale”), Paola Del Negro dell’OGS (“Il pianeta blu”) e Tea Carletti dell’ICGEB (“Virologia, varie ed eventuali”).

Il tutto visibile tramite i canali web dell’Associazione: you tube: assocOPERAVIVA

Facebook: OPERA VIVA Trieste www.assocoperaviva.it

Il titolo del progetto strizza l’occhiolino a un modo di dire che ricorda FASTER THAN THE SPEED OF LIGHT di Superman, personaggio che “accorreva” per risolvere subito un problema, ma il concetto è in antitesi con i protocolli della scienza, che sebbene chiamata ad accorrere con soluzioni veloci necessita di un tempo lento dato dallo studio e sperimentazione, valutazione e verifica finale.

In programma anche altre iniziative che saranno organizzate in base all’evolversi dell’emergenza sanitaria.




DESPAR//CAMBIO AL VERTICE DI DESPAR: RUDOLF STAUDINGER HA RAGGIUNTO IL LIMITE DI ETÀ PER RICOPRIRE LA CARICA DI PRESIDENTE. GLI SUCCEDE HARALD ANTLEY.

Mestrino (PD), 18 dicembre 2020 – Il prossimo 31 dicembre Rudolf Staudinger lascerà la presidenza di Aspiag Service Despar Nordest, la concessionaria dei marchi Despar, Eurospar e Interspar nel Triveneto ed Emilia

Romagna. Da 36 anni in SPAR – di cui 20 nel ruolo di Presidente di Aspiag Service, da 18 anni nel Consiglio di

Rudolf Staudinger

Amministrazione della capogruppo in Austria, presidente delle società in Slovenia, Ungheria e Croazia – Staudinger rimette gli incarichi a seguito della norma statutaria che prevede l’uscita obbligatoria a 65 anni dal business operativo ed è stato nominato consigliere dell’organo di sorveglianza del Gruppo. A succedergli nel ruolo di Presidente in Aspiag Service è Harald Antley, che entra in carica il primo gennaio 2021.

“Rudolf Staudinger – ha dichiarato il futuro presidente Harald Antley – ha portato con grande visione Aspiag Service a diventare un’importante azienda per l’economia del Nord Italia. Al presidente Staudinger vanno i ringraziamenti di tutta la società e di tutti i colleghi, oltre ottomila persone che da lui sono state guidate dall’inizio del nuovo millennio fino a oggi”.

Harald Antley

Harald Antley subentra a Staudinger nella gestione della società italiana del Gruppo, una nomina che garantisce continuità: Antley, infatti, da 23 anni fa parte del CDA di Aspiag Service e ha guidato acquisti, logistica e produzione.

A succedere a Staudinger come Consigliere del Consiglio di Amministrazione della Capogruppo SPAR e come Presidente delle società Spar in Slovenia, Croazia e Ungheria è stato nominato Paul Klotz: consigliere di Amministrazione di Aspiag Service dal 1996, Presidente di Despar Italia, Klotz mantiene gli attuali ruoli ed entra a far parte dal gennaio 2021 del Consiglio di Amministrazione della Capogruppo SPAR, diventando Presidente dei CDA delle società in Slovenia, Croazia e Ungheria. “Ringrazio i soci e il presidente Staudinger per la fiducia nei miei confronti: sono onorato di essere stato scelto per ricoprire questi incarichi internazionali e al contempo mantenere un forte e diretto legame con l’Italia. L’obiettivo è quello di contribuire a sviluppare una sinergica visione d’insieme per un gruppo che oggi ha raggiunto un fatturato il 15 miliardi di euro, è presente in 5 Paesi e conta 85mila dipendenti”.

“Il cambio di governance per limiti di età – ha dichiarato il presidente uscente Rudolf Staudinger – rappresenta una grande ricchezza per l’intero Gruppo SPAR. E’ una norma che consente di garantire la continuità in azienda e di avere chiaro l’obiettivo di lavorare in squadra e sono orgoglioso che i miei colleghi Harald Antley e Paul Klotz vadano a ricoprire i ruoli che mi sono appartenuti. A loro auguro il miglior successo, già sapendo che sono garanzia di concreto, solido e armonico sviluppo. E’ stata per me un’esperienza unica lavorare in Italia e partecipare allo sviluppo dell’azienda e dei territori: il mio ringraziamento va a tutte le persone che in questi anni hanno condiviso con me un pezzo di questo affascinante percorso. Lascio nelle mani del presidente Antley e del suo consiglio di amministrazione, con Paul Klotz e Francesco Montalvo – ha concluso Staudinger – una società forte e pronta ad evolversi nel segno della continuità”.

Nei vent’anni di presidenza di Staudinger, Aspiag Service – concessionaria del marchio Despar per Triveneto ed Emilia Romagna – ha più che raddoppiato il fatturato, passando da 825 a 1.925 milioni di euro, duplicando il numero di dipendenti, da 4.073 agli attuali 8.236.




Dal 20 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 Borghi e Presepi a Sutrio

Rassegna en plein air fra i monti della Carnia, in Friuli Venezia Giulia

Per i regali, Cesti di Natale interamente confezionati con prodotti locali

Fra i monti della Carnia, in Friuli Venezia Giulia, per ammirare una straordinaria rassegna di presepi, di varie dimensioni e fogge e trascorrere in tutta sicurezza una piacevole giornata all’aria aperta: l’invito viene dall’antico borgo di Sutrio, ai piedi dello Zoncolan, dove nel periodo natalizio si svolge da anni la rassegna Borghi e Presepi. Una tradizione che anche quest’anno – nonostante il difficile periodo – la Proloco di Sutrio in accordo con l’amministrazione comunale, ha voluto rinnovare, come simbolo di rinascita e di speranza per tutti.

La manifestazione, organizzata secondo le normative anti contagio e di conseguenza in forma ridotta, prende il via il 20 dicembre 2020 per concludersi il 6 gennaio 2021oltre 50 presepi prevalentemente di legno, ma realizzati anche con altri materiali, sono collocati en plein air nei cortili, sotto i portici delle caratteristiche case del centro storico del paese, nelle piazzette e lungo le stradine lastricate di pietra. Il paese è addobbato a festa, con grandi alberi di Natale in legno da riciclo creati dagli artigiani del paese, luci, corone e composizioni natalizie. I presepi esposti sono realizzati non solo da artigiani ed artisti, ma anche dagli abitanti di Sutrio, che li espongono all’esterno delle proprie abitazioni, sui davanzali delle finestre, nelle nicchie dei muri.

Cuore di Borghi e Presepi è il Presepio di Teno, un vero e proprio capolavoro di sapienza artigianale e minuziosa pazienza, realizzato nel corso di 30 anni di lavoro da Gaudenzio Straulino (1905-1988), maestro artigiano di Sutrio. Esposto in un’antica casa del paese, riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del paese, che

Sutrio – Albergo Diffuso Borgo Soandri – Progetto GAST Comunita Ospitale – BORGHI E PRESEPI – Foto Elia Falaschi © 2013 – http://ww.eliafalaschi.it

vengono animati grazie ad una serie di perfetti ingranaggi meccanici, con l’alternarsi del giorno con la notte, le figure in movimento, l’acqua che scorre nei ruscelli. Più che un presepio nel senso tradizionale del termine, quello di Teno è uno straordinario spaccato etnografico sulle tradizioni, la vita, i lavori, le usanze della montagna carnica. Vi sono raccontati con minuzia di particolari la fienagione sullo Zoncolan ed il trasporto del fieno a valle su gerle e slitte, le donne che filano e tessono, il lavoro al mulino e quello alla segheria, il trasporto del corredo nuziale nella nuova casa della sposa, la festa dei coscritti che attraversano il paese sul carro infiocchettato ed altro ancora: sono decine le scene, che descrivono la vita e i ritmi di un tempo e lasciano incantati grandi e piccoli.

Ad aggiungersi alla rassegna, sarà visitabile nella Sala Polifunzionale la Mostra dello sci delle Alpi Carniche, dove saranno messi in mostra centinaia di sci e attrezzature d’epoca.

Sutrio – Albergo Diffuso Borgo Soandri – Progetto GAST Comunita Ospitale – BORGHI E PRESEPI – Foto Elia Falaschi © 2013 – http://ww.eliafalaschi.it

Per promuovere anche le attività artigianali e commerciali del paese, la Proloco di Sutrio ha organizzato anche la vendita dei Cesti di Natale interamente confezionati con prodotti locali che potranno essere prenotati e acquistati contattando direttamente la sede di Sutrio (prolocosutrio@libero.it) entro il 22 dicembre 2020.

Per chi decidesse di trascorrere una vacanza all’insegna della tradizione e del folklore, immersi nello spettacolare scenario offerto da Sutrio e dalle alpi carniche, tra le strutture ricettive più apprezzate segnaliamo l’Albergo Diffuso Sutrio Zoncolan, una riuscita fusione tra moderna ospitalità alberghiera e antichi alloggi in caratteristiche case per vivere e respirare l’autenticità e la semplicità della vita di un antico borgo della Carnia.

Per informazioni sulla manifestazione o prenotazioni:

Pro Loco Sutrio – Tel: 0433778921 – www.prolocosutrio.com – prolocosutrio@libero.it – https://facebook.com/proloco.sutrio/

 




Abbadia San Salvatore (SI) prepara il suo Natale di fuoco: la Città delle Fiaccole non rinuncia alla tradizione più bella

Il prossimo 24 dicembre nella piazza del Municipio insolitamente deserta, sarà accesa un’unica grande Fiaccola: un simbolico messaggio di speranza, di pace e di unità

Non c’è riuscita la guerra, non ce la farà neppure l’emergenza sanitaria: il fuoco delle “Fiaccole” di Abbadia San Salvatore (Monte Amiata – Siena) non si spenge. Il prossimo 24 dicembre 2020, sebbene in una forma particolare, molto diversa dalla consuetudine, sarà rinnovato l’appuntamento con una delle più antiche feste italiane dedicate al Natale.

Quella delle “Fiaccole” è una tradizione millenaria che gli abitanti di Abbadia San Salvatore si tramandano di generazione in generazione. Le “Fiaccole” sono tipiche cataste di legna a forma piramidale alte fino a sette metri che, costruite in ogni piazzetta del piccolo borgo medioevale, si levano al cielo in attesa della vigilia, quando vengono incendiate. Una lavorazione impegnativa che coinvolge tutta la comunità: per settimane i “fiaccolai” intrecciano tronchi seguendo particolari tecniche segrete.  Giorni di lavoro che culminano nella sera del 24 dicembre quando, finalmente, le “Fiaccole” si accendono seguendo una cerimonia ben precisa: dopo la “Benedizione del Fuoco” che segna l’inizio della festa, i Capi Fiaccola, con le loro torce divampanti, portano il fuoco che accenderà le altre decine di Fiaccole disseminate nel centro storico e in tutto il resto della cittadina del Monte Amiata per uno spettacolo di luce, carico di suggestione.

Sono “figli del fuoco” gli abitanti dell’Amiata, una montagna vulcanica che nelle sue viscere nascondeva lava incandescente, una terra che da sempre offre cibo e benessere per la collettività. Si estraeva cinabro da cui si ricavava mercurio nella grande miniera che oggi è diventata Museo. Una storia complessa che vede legati indissolubilmente uomo e natura, in un dialogo talvolta difficile ma sempre pieno d’amore. E’ infatti quella montagna amata, sentita come madre e come presenza sacra, che i badenghi onorano anche attraverso la tradizione delle Fiaccole.

Ovviamente, il 24 dicembre 2020 non sarà come tutte le altre notti di vigilia: le misure atte a contenere il contagio impediscono di vivere questo appuntamento nelle sue forme tradizionali, ma Abbadia San Salvatore, Città delle Fiaccole, non si dà per vinta e non rinuncia alla sua festa per eccellenza.

Da alcuni giorni i fiaccolai del paese sono a lavoro per costruire – in maniera collettiva-  l’unica grande Fiaccola con cui Abbadia illuminerà il Natale 2020. Il prossimo 24 dicembre, ad accenderla in una piazza Grande straordinariamente deserta, saranno il sindaco Fabrizio Tondi, il vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza Stefano Manetti e tutti i capi fiaccola del paese, testimoni e rappresentanti dell’intera popolazione badenga.

Sarà la luce di questa unica “Fiaccola” a squarciare il buio della piazza per celebrare un Natale unico che vede levarsi dal piccolo borgo dell’Amiata una preghiera universale in cui si sposano laicità e spiritualità e in cui si affida alla forza purificatrice del fuoco un simbolico messaggio di speranza, di pace e di unità.

Per maggiori informazioni: tel 0577770361; sito: www.cittadellefiaccole.it; email: info@cittadellefiaccole.it;  Facebook: abbadia città delle fiaccole

 

 




Proclamati i vincitori della 21° edizione Spirito di Vino

La pandemia globale è stata uno dei temi più trattati

Udine, 10 dicembre 2020 – Giovedì 10 dicembre, con una cerimonia di premiazione online, sono stati proclamati i vincitori della 21° edizione di Spirito di Vino, il concorso internazionale, indetto annualmente dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, che celebra le più graffianti e originali vignette satiriche sul tema del vino. Connessi dalle loro case o dagli uffici, il presidente di giuria Alfio Krancic, il filosofo Aldo Colonetti, l’attore Francesco Salvi ed Elda Felluga, presidente del Movimento Turismo del Vino FVG, hanno svelato quali sono state le opere giudicate più meritevoli dalla giuria di esperti.

In questo particolare 2020, non potevano mancare diverse illustrazioni satiriche sul Covid-19 e una di queste ha colpito tutta la giuria per la sua grande forza espressiva: l’italiano Tommaso Gianno con “Salute!” si è aggiudicato il primo premio nella categoria over 35 anni, seguito dal tedesco Sergiu Nicola con “Gioia di vino” (secondo classificato) e dall’ucraino Valery Doroschenko con “Cheers!” (terzo classificato).
Nella sezione under 35, invece, ha trionfato il portoghese Bruno Albuquerque con “O futuro do vinho”, seguito dall’italiano Diego Paparelle con “Kundavini” (secondo classificato) e dall’uzbeco Muzaffar Yulchiboev con “Bacchus vs Corona” (terzo classificato).

Tutti i premiati riceveranno una selezione delle migliori etichette delle cantine associate al Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia.

Purtroppo, il periodo difficile e complicato che stiamo vivendo non ci ha permesso di svolgere le premiazioni in modo tradizionale, invitando giuria e partecipanti nella nostra bella terra” racconta la presidente del Movimento Turismo del Vino, Elda Felluga. “Tuttavia, è stato piacevole incontrare, anche se in maniera virtuale, così tante persone da ogni parte del mondo e poter condividere il nostro messaggio “di Vino” e augurale a tutti. Tante le opere arrivate che ci hanno stupito per la loro originalità e che ci hanno fatto sorridere e riflettere come vuole la migliore satira. Il mio ringraziamento alla giuria, ai partecipanti e ai finalisti, alle cantine associate e in particolare a PromoTurismoFVG e a CiviBank che da anni sostengono questo nostro importante progetto internazionale.”

Siamo molto felici di sostenere anche quest’anno Spirito di Vino e di constatare l’entusiasmo e il talento dei partecipanti anche in questo contesto difficile” dichiara Michela Del Piero, presidente CiviBank. “Il Movimento Turismo del Vino FVG non ha lasciato che la pandemia fermasse le sue iniziative per celebrare la cultura del vino, così forte e sentita in Friuli. CiviBank ha sostenuto il premio come negli anni passati, così come continua a sostenere i produttori vitivinicoli di tutto il NordEst, per cui rimane un saldo riferimento.”

Per cercare di far arrivare un pezzetto di FVG a tutti, quest’anno è stata scelta come copertina del calendario Spirito di Vino 2021 una grafica particolare. Partendo da un’illustrazione creata da Valerio Marini, nella quale il calice di vino è rappresentato come un grande albero che affonda le proprie radici in un fertile territorio, si è deciso di affiancarle l’architettura distintiva della sede CiviBank di Cividale del Friuli, un istituto bancario locale che da sempre valorizza le attività del nostro territorio.

Ricordiamo che le vignette in gara sono state valutate da una giuria d’eccezione capitanata dal presidente in carica Alfio Krancic e dal presidente onorario Giorgio Forattini e composta da nomi illustri della satira, del giornalismo e della grafica: Emilio Giannelli (vignettista), Valerio Marini (vignettista), Gianluigi Colin (art and cover editor La Lettura Corriere della Sera), Franz Botré (direttore rivista Spirito DiVino), Carlo Cambi (giornalista enogastronomico), Paolo Marchi (giornalista, Identità Golose), Aldo Colonetti (filosofo), Fede & Tinto (conduttori Decanter – RadioRai), Francesco Salvi (attore) e da Elda Felluga (Presidente del Movimento Turismo del Vino FVG).

Si ringraziano gli sponsor e i partner tecnici del concorso: PromoTurimoFVG, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Civibank, Dolomia e Juliagraf.

E.L.




Monfalcone città di luce con il Christmas Village Sabato 12 dicembre, alle ore 16.00

L’inaugurazione ufficiale del Christmas Village e del Natale monfalconese, rinviata ieri per condizioni metereologiche avverse, si terrà sabato 12 dicembre, alle ore 16, in piazza della Repubblica, alla presenza del Sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint e delle altre autorità. Dopo la presentazione delle iniziative natalizie seguirà lo spettacolo itinerante “Street Christmas” con la band Bandakadabra, composta da sette fiati e due percussioni, che unisce l’energia delle formazioni street al sound delle big band per introdurci nell’atmosfera natalizia monfalconese.

Il Christmas Village è un progetto innovativo per il territorio regionale – ideato dal Comune di Monfalcone e sostenuto dalla Camera di Commercio Venezia Giulia – che fa da corollario alle eleganti luminarie cittadine e rende più attrattivo il centro per lo shopping natalizio, ispirandosi agli allestimenti natalizi presenti nelle grandi città europee. Affianca gli elementi della nostra tradizione, come l’imponente albero addobbato, il grande presepe e la casetta per le letterine a Babbo Natale, che tanto piace ai bambini.

Non mancano il trenino turistico e le giostre che, con tutte le misure di sicurezza e sanificazioni previste dalla normativa, danno gioia ai bambini, che quest’anno sono stati privati di queste attrazioni per l’annullamento delle fiere. Ogni fine settimana ci saranno poi gli spettacoli itineranti con il Circo, il Teatro di strada con giochi e divertimento in sicurezza. Confermate le passeggiate al Villaggio di Panzano e alla Rocca. Inoltre numerose anche le iniziative on-line per gli spettacoli non accessibili dal vivo: letture, reading  teatrali, concerti in diretta.