Apre sabato 30 maggio SHIPWRECK CRIME, mostra fotografica di Italo Rondinella Magazzini del Sale, Venezia

Aprirà al pubblico sabato 30 maggio 2020, adottando le opportune misure di sicurezza, Shipwreck Crime, mostra personale del fotografo Italo Rondinella, che avrebbe dovuto inaugurare lo scorso 14 marzo, a Venezia, all’interno degli antichi Magazzini del Sale, messi a disposizione dalla Reale Società Canottieri Bucintoro 1882.

La mostra, patrocinata dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), UNICEF Italia, Regione del Veneto, Comune di Venezia, Università Ca’ Foscari (Dip. di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea), Ateneo Veneto – consta di una serie di oggetti personali appartenuti alle centinaia di persone che – nella speranza di raggiungere il territorio europeo – hanno tentato di attraversare il breve tratto di mare che separa la costa turca dall’isola greca di Lesbo. Molti di loro non ce l’hanno fatta.

Gli oggetti – abiti, scarpe, biberon, salvagenti e molto altro – sono stati fotografati dall’autore così come rinvenuti sulla riva e successivamente raccolti per formare parte, insieme alle immagini, il corpus di questa mostra che ha lo scopo di restituire dignità alle storie anonime di coloro a cui sono appartenuti.

44 sono le fotografie e 44 i rispettivi oggetti.

Il progetto è stato realizzato a più di due anni di distanza da quando il flusso migratorio dalla Turchia all’Europa ha conosciuto il suo picco più alto.

Shipwreck-Crime-costa-turca-dellEgeo-settentrionale-2017-©-Italo-Rondinella

In quel tratto di costa turca tra Babakale e Ayvalık si alternano a singhiozzo spiagge frequentate da vacanzieri a tratti vuoti, dove sono stati trovati gli oggetti dei naufraghi. Al fine di rappresentare queste due realtà parallele, l’autore ha incluso negli spazi di mostra il sonoro della spiaggia frequentata dai bagnanti, appositamente registrato dal vivo.

Il solco emotivo che separa queste due realtà sul medesimo palcoscenico – la spiaggia – esprime secondo l’autore una metafora della rappresentazione mediatica della vicenda umana dei migranti che perde la sua naturale dimensione compassionevole per diventare mera descrizione di un fenomeno. Come conclude l’artista, “Shipwreck Crime non è pertanto un progetto sul fenomeno migratorio, bensì sulla commozione“. 

Il viaggio è arricchito da un contributo narrativo di Anna Lucia Colleo, fruibile, insieme ad alcune immagini in formato cartolina, all’ingresso del percorso espositivo.

In linea con le misure di sicurezza adottate negli spazi espositivi per la protezione contro il coronavirus, l’ingresso sarà contingentato e con mascherina obbligatoria.


È possibile prenotare una visita guidata con l’artista telefonando al numero +39 328 2026139

Italo Rondinella è un fotografo e filmmaker italiano da anni residente in Turchia.

Nel suo lavoro, alterna l’impegno giornalistico – attraverso la produzione di reportage fotografici e video documentari – a una ricerca più personale.
 In entrambi i casi, i temi trattati hanno prevalentemente a che vedere con i conflitti del mondo globale contemporaneo, le sfide a essi connesse e i conseguenti cambiamenti sociali e politici.

È in corso in diversi spazi espositivi, sia in Italia che in altri paesi europei, la sua mostra personale sulla biodiversità agro-alimentare, commissionata dal progetto DYNAVERSITY finanziato dell’Unione Europea. La mostra è già stata esposta in Toscana, Campania, Lombardia e Danimarca e continuerà a muoversi secondo un programma gestito da Federparchi (la Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali).

Tutti i lavori di Italo Rondinella sono raccolti nel suo sito personale: italorondinella.com

Mostra personale di Italo Rondinella | Shipwreck Crime

A cura di Anna Lucia Colleo con il contributo di Elisa Muliere

Con la collaborazione di

Reale Società Canottieri Bucintoro 1882

Bottega Gollini – Galleria d’Arte

Con il patrocinio di
Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR)
UNICEF Italia
Regione del Veneto
Comune di Venezia
Università Ca’ Foscari – Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea
Ateneo Veneto 

Con il supporto di
Noema Srl
Tooteko Srl

Sede Magazzini del Sale / magazzino 5 / Dorsoduro 262, Venezia

Date 30 maggio – 19 luglio 2020

Orari da martedì a sabato: h 10 – 18 / domenica: h 10 – 13 / chiuso il lunedì

Visite guidate con l’artista su prenotazione telefonando al numero +39 3282026139

Ingresso gratuito

Informazioni Reale Società Canottieri Bucintoro 1882 | Tel. +39 041 5205630

Segreteria organizzativa Noema Srl in collaborazione con Artelibro




SHIPWRECK CRIME Mostra personale di Italo Rondinella dal 7 marzo Magazzini del Sale Venezia

Sabato 7 marzo 2020 alle ore 15 – con il patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), di UNICEF Italia, Regione del Veneto, Comune di Venezia, Università Ca’ Foscari (Dip. di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea), Ateneo Veneto inaugura a Venezia Shipwreck Crime, mostra personale del fotografo Italo Rondinella, ospitata all’interno degli antichi Magazzini del Sale messi a disposizione dalla Reale Società Canottieri Bucintoro 1882.

La mostra consta di una serie di oggetti personali appartenuti alle centinaia di persone che – nella speranza di raggiungere il territorio europeo – hanno tentato di attraversare il breve tratto di mare che separa la costa turca dall’isola greca di Lesbo. Molti di loro non ce l’hanno fatta.

Gli oggetti – abiti, scarpe, biberon, salvagenti e molto altro – sono stati fotografati dall’autore così come rinvenuti sulla riva e successivamente raccolti per formare parte, insieme alle immagini, il corpus di questa mostra che ha lo scopo di restituire dignità alle storie anonime di coloro a cui sono appartenuti.

All’interno del percorso espositivo è inoltre presente un contributo narrativo di Anna Lucia Colleo.

44 sono le fotografie e 44 i rispettivi oggetti.

Il progetto è stato realizzato a più di due anni di distanza da quando il flusso migratorio dalla Turchia all’Europa ha conosciuto il suo picco più alto.

In quel tratto di costa turca tra Babakale e Ayvalık si alternano a singhiozzo spiagge frequentate da vacanzieri a tratti vuoti, dove sono stati trovati gli oggetti dei naufraghi. Al fine di rappresentare queste due realtà parallele, l’autore ha incluso negli spazi di mostra il sonoro della spiaggia frequentata dai bagnanti, appositamente registrato dal vivo.

Il solco emotivo che separa queste due realtà sul medesimo palcoscenico – la spiaggia – esprime secondo l’autore una metafora della rappresentazione mediatica della vicenda umana dei migranti che perde la sua naturale dimensione compassionevole per diventare mera descrizione di un fenomeno. Come concludel’artista, “Shipwreck Crime non è pertanto un progetto sul fenomeno migratorio, bensì sulla commozione“. 

Italo Rondinella è un fotografo e filmmaker italiano da anni residente in Turchia.


Nel suo lavoro, alterna l’impegno giornalistico – attraverso la produzione di reportage fotografici e video documentari – a una ricerca più personale.
 In entrambi i casi, i temi trattati hanno prevalentemente a che vedere con i conflitti del mondo globale contemporaneo, le sfide a essi connesse e i conseguenti cambiamenti sociali e politici.

È in corso in diversi spazi espositivi, sia in Italia che in altri paesi europei, la sua mostra personale sulla biodiversità agro-alimentare, commissionata dal progetto DYNAVERSITY finanziato dell’Unione Europea. La mostra è già stata esposta in Toscana, Campania, Lombardia e Danimarca e continuerà a muoversi secondo un programma gestito da Federparchi (la Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali).

Tutti i lavori di Italo Rondinella sono raccolti nel suo sito personale: italorondinella.com




IL CONCERTO DI ANTONELLO VENDITTI A JESOLO VERRÁ RECUPERATO VENERDÌ 20 MARZO

IL CONCERTO DI ANTONELLO VENDITTI A JESOLO PREVISTO PER IL 29 FEBBRAIO, A SEGUITO DELLE MISURE SPECIALI ATTUATE PER CONTENERE IL CORONAVIRUS, VERRÁ RECUPERATO VENERDÌ 20 MARZO

I BIGLIETTI GIÁ ACQUISTATI RIMANGONO VALIDI PER LA NUOVA DATA 

ANTONELLO VENDITTI   “Sotto il segno dei Pesci the Anniversary Tour”

Venerdì 20 marzo 2020, ore 21.00 – JESOLO (VE), PalaInvent

Il concerto di Antonello Venditti al PalaInvent di Jesolo, originariamente previsto per il 29 febbraio, in seguito all’Ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza, redatta d’intesa con il presidente della Regione Veneto per fronteggiare l’emergenza sanitaria del Coronavirus, verrà straordinariamente recuperato il prossimo venerdì 20 marzo, sempre al PalaInvent di Jesolo, sempre con inizio alle 21.00. I biglietti già acquistati saranno validi per la nuova data. Vista l’eccezionalità delle motivazioni che hanno causato lo slittamento dello spettacolo e l’ingente sforzo sostenuto dagli organizzatori per poter recuperare e non perdere un evento molto atteso da mesi, non saranno attivati rimborsi per i biglietti già acquistati. Gli organizzatori ringraziano in prima persona Antonello Venditti per la grande disponibilità dimostrata nel voler riprogrammare il concerto per non deludere i suo i tantissimi fan veneti. Tutte le informazioni su www.azalea.it .

Continua per Antonello Venditti il tour che celebra i 40 anni di “Sotto il segni dei pesci”, ciclo di concerti dove il cantautore romano, accompagnato dalla sua band storica, dà vita a concerti intergenerazionali, con i brani dell’album inseriti al centro di 45 anni di canzoni, tra cui hit memorabili come “Giulio Cesare”, “Ci vorrebbe un amico”, “Roma Capoccia”, “Notte prima degli esami”, “Amici mai”, “Grazie Roma”, “Benvenuti in paradiso”. Un live che riesce a riunire, grazie alla scelta di una scaletta e di un allestimento potenti, generazioni diverse e apparentemente lontanissime, sotto la stessa costellazione.

Antonello Venditti, nato a Roma nel 1949, già da giovane conquista immediatamente la vetta delle classifiche con canzoni che diventano vere e proprie colonne sonore della vita di intere generazioni. Nei suoi spettacoli dal vivo è capace di appassionare e far sognare il pubblico conducendolo in un lungo viaggio attraverso le pagine più emozionanti della storia della musica italiana, pagine che lui stesso ha contribuito a scrivere, dagli anni ’60 fino ai giorni nostri. Considerato fra i più popolari e tra i più prolifici della cosiddetta Scuola Romana, dal 1972, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d’amore e d’impegno sociale. Con 30 milioni di copie è uno tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti

E.L.

 




MAX PEZZALI “CANTA MAX – MAX PEZZALI LIVE” 2 luglio 2020 – Ore 21.00 BIBIONE (Venezia) – Stadio Comunale

Biglietti già in vendita online su Ticketone.it e disponibili in tutti i punti vendita del circuito dalle 11.00 di domenica 22 dicembre. Info e punti autorizzati su www.azalea.it  e www.fvgmusiclive.it

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali

Dopo lo straordinario sold out di San Siro registrato in meno di tre settimane dall’apertura delle vendite e dopo aver aggiunto un secondo concerto a luglio, sempre nel tempio della musica live italiana, Max Pezzali, fra i cantautori più amati dal pubblico italiano di diverse generazioni, annuncia oggi un’imperdibile data zero che anticiperà i due esplosivi live milanesi, un concerto unico in programma il prossimo giovedì 2 luglio 2020 allo Stadio Comunale di Bibione (Ve). I biglietti per questo nuovo imperdibile evento, organizzato da Zenit Srl, in collaborazione con Vivo Concerti, Fvg Music Live e il Comune di San Michele al Tagliamento – Bibione, sono già in vendita online su Ticketone.it e saranno disponibili in tutti i punti vendita autorizzati del circuito dalle 11.00 di domenica 22 dicembreRadio Italia è la radio ufficiale dell’evento. Per info e punti autorizzati visitare www.azalea.it e www.fvgmusiclive.it .

«Per me l’idea di cantare a San Siro è inspiegabile, – ha commentato l’artista – devo ancora metabolizzarla: è come un sogno che ho sempre avuto paura di sognare perché troppo grande e bello. – Racconta Max Pezzali, e continua – Un sogno così bisogna meritarselo e ora so di voler mettere tutto me stesso per poterlo realizzare e per far vivere una serata unica e indimenticabile alle persone che verranno a cantare con me le mie canzoni. Per me sarà sicuramente sarà memorabile»

I live di San Siro vedranno quindi una grande anteprima a Bibione, notizia che farà sicuramente felici le decine di migliaia di fan del Nordest. Con l’odierno annuncio la città di Bibione si conferma meta e centro della grande musica italiana per l’estate 2020. Fra i grandi concerti che si terranno allo Stadio Comunale ricordiamo anche le date zero del cantautore romano Ultimo (29 maggio) e del fuoriclasse del rap italiano Salmo (9 giugno). Biglietti in vendita, info su www.azalea.it . Si prevede che i tre grandi eventi in programma potranno portare nel centro balneare in comune di San Michele al Tagliamento oltre 60 mila persone, con ovvie ricadute economiche positive per tutto il territorio.

NOTE BIOGRAFICHE

Max Pezzali fonda gli 883 nel 1992 con Mauro Repetto, con cui debutta al Festival di Castrocaro presentando il singolo “Non me la menare“. Nello stesso anno, i due pubblicano il loro primo album “Hanno ucciso l’uomo ragno” e raggiungono la prima posizione della hit parade con oltre 600.000 copie vendute. L’anno successivo esce “Sei un mito“, singolo che anticipa “Nord Sud Ovest Est”, album da oltre 1.300.000 copie. Il 1993 è anche l’anno che vede il trionfo del duo al Festivalbar, prima che Mauro Repetto lasci l’Italia e anche gli 883. Così, due anni dopo, Max Pezzali partecipa al Festival di Sanremo presentando “Senza averti qui” (1995), brano con cui vince il celebre concorso canoro italiano, anteprima del nuovo album “La donna, il sogno & il grande incubo”; il disco raggiunge la prima posizione in classifica grazie a brani come “Tieni il tempo“, “Gli Anni” e “Una canzone d’amore“. Nel 1997 esce “La dura legge del gol”, che contiene “La regola dell’amico“. La vera svolta arriva nel 2001, quando Max Pezzali inaugura la sua carriera solista con l’album “1 IN +”, che conquista immediatamente la prima posizione della classifica di vendita. Seguono “Il mondo insieme a te”, disco del 2004 contenente successi quali “Lo strano percorso” e “Il mondo insieme a te”. Dopo 2 anni di silenzio esce “Time Out”: 11 brani inediti prodotti da Claudio Cecchetto e Pier Paolo Peroni, registrati e realizzati da Michele Canova. È il 2011 l’anno in cui l’artista torna in gara a Sanremo con il brano “Il mio secondo tempo”. A giugno 2013 esce “Max 20”, anticipato dal singolo “L’universo tranne noi”, con una tracklist che vede l’amichevole partecipazione di Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Cesare Cremonini, Elio, Fiorello, Gianluca Grignani, Jovanotti, Nek, Raf, Eros Ramazzotti, Francesco Renga, Giuliano Sangiorgi, Davide Van De Sfroos e Antonello Venditti. Il disco rimane in vetta alle classifiche di vendita per due mesi consecutivi. Nel 2015 è la volta di “È venerdì”, il nuovo e primo singolo che anticipa l’uscita del nuovo progetto di inediti “Astronave Max” (1 giugno 2015), seguito da un tour che registra il tutto esaurito nei palazzetti italiani e da “Astronave Max New Mission 2016”, una nuova raccolta che include i brani del precedente disco, insieme a 2 inediti e 14 successi in versione live. Nel 2017 esce il nuovo singolo inedito “Le canzoni alla radio” con Nile Rodgers. A giugno 2019 pubblica il nuovo singolo “Welcome to Miami (South Beach)”, una sorta di gioco sul “tema tropicale” che invade le radio e le piattaforme di streaming in prossimità dell’estate. A novembre esce “In questa città”, un ballad in perfetto stile “pezzali” dedicata alla città di Roma. Il 10 e l’11 luglio 2020 il cantautore sarà protagonista di “SAN SIRO CANTA MAX”, due date evento che lo vedranno per la prima volta protagonista sul palco dello stadio San Siro di Milano: i live speciali saranno preceduti dalla data zero prevista il 2 luglio 2020 allo Stadio Comunale di Bibione.




TOMMASO PARADISO “Sulle Nuvole Tour” Sabato 14 novembre 2020 ore 21.00 – JESOLO, PalaInvent

TOMMASO PARADISO

“Sulle Nuvole Tour”

Sabato 14 novembre 2020 ore 21.00 – JESOLO, PalaInvent

 

Biglietti disponibili online su Ticketone.it a partire dalle ore 11.00 di mercoledì 11 dicembre 2019 e in tutte le rivendite autorizzate Ticketone dalle ore 11.00 di lunedì 16 dicembre 2019.

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali

Tommaso Paradiso, protagonista assoluto del pop italiano degli ultimi anni, ex leader dei Thegiornalisti, annuncia oggi il suo nuovo progetto live dal titolo “Sulle Nuvole Tour”, dieci date live che lo vedranno protagonista nell’autunno 2020 sui palchi dei principali palazzetti italiani. L’unico concerto in tutto il Nordest è in programma il prossimo sabato 14 novembre (inizio alle 21.00), al PalaInvent di Jesolo, venue che si conferma anche per il 2020 come punto di riferimento per i grandi concerti a Nordest. I biglietti per questo attesissimo nuovo appuntamento, organizzato da Zenit srl, in collaborazione con la Città di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno disponibili su Ticketone.it a partire dalle ore 11.00 di mercoledì 11 dicembre e in tutte le rivendite autorizzate Ticketone dalle ore 11.00 di lunedì 16 dicembre. L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali. Tutte le info su www.azalea.it

Tommaso Paradiso proporrà uno show originale, un’esperienza coinvolgente e imperdibile per gli amanti dell’apprezzatissimo cantautore con una scaletta dove non mancheranno tutti i suoi più grandi successi, da “Completamente” e “Riccione”, fino a “Questa Nostra Stupida Canzone d’Amore”, “New York” e “Felicità Puttana”, oltre naturalmente al singolo, già certificato disco di platino, “Non avere paura” uscito il 25 settembre (Island Records). A oltre due mesi dall’uscita, il brano è ancora presente nella Top 10 delle classifiche FIMI/Gfk, Spotify Viral 50 Italia, Apple Music, iTunes, EarOne e Youtube con il suo video, e ha già superato 17,3 milioni di stream su Spotify. Il videoclip, diretto dagli YouNuts! (Antonio Usbergo e Niccolò Celaia) e prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro Production, conta ad oggi più di 11,3 milioni di views e coinvolge un cast eccezionale, che vede protagonisti: Fiorello, Fiorella Mannoia, Federico Zampaglione, Francesca Michielin, Jovanotti, Elisa, Enrico Vanzina, Isabella Ferrari, Francesco Mandelli, Tess Masazza, Frank Matano e Cristiano Caccamo.

Tommaso Paradiso è un cantautore nasce a Roma il 25 giugno 1983. Cresce nel quartiere Prati della città, frequenta il liceo classico e, successivamente, si laurea in filosofia.  Nel 2009 fonda i Thegiornalisti insieme a Marco Primavera e Marco Antonio Musella, debuttando a settembre 2011 con l’album “Vol.1”, seguito qualche mese più tardi da “Vecchio” e nel 2014 da “Fuoricampo”. Nel 2015 Tommaso Paradiso firma la sua prima importante collaborazione: è, infatti, coautore di “Luca Lo Stesso”, il singolo di Luca Carboni in vetta alle classifiche airplay. Nel 2016 pubblica con i Thegiornalisti “Completamente Sold Out”, album certificato disco di platino, che conquista grandi consensi e riceve diversi premi, tra cui quelli ottenuti ai Rockol Awards, al Coca Cola Onstage Awards e ai Wind Music Awards, oltre al riconoscimento di PMI come migliore rivelazione del 2016. Il 21 giugno 2017 esce “Riccione”, singolo che in meno di una settimana raggiunge il milione di views su Youtube ed entra in top 20 dell’airplay radiofonico come più alta nuova entrata della settimana. Il brano conquista anche il quarto disco di platino e diventa a pieno titolo il vero tormentone dell’estate 2017: 1° posto dell’airplay radiofonico, 1° posto nella classifica iTunes, secondo posto nella classifica Top 50 Italia di Spotify e vince il premio “Rtl 102.5 Power Hits – PMI” come singolo indipendente più suonato dalle radio nell’estate 2017. Sempre nel 2017, Tommaso Paradiso collabora alla scrittura del singolo “L’esercito del selfie”, di Takagi&Ketra feat. Lorenzo Fragola e Arisa, oltre ad essere coautore di alcuni tra i brani più popolari di quel periodo: “Mi hai fatto fare tardi” di Nina Zilli, “Partiti adesso” di Giusy Ferreri, “Autunno” di Noemi e “Una vita che ti sogno” di Gianni Morandi (2018). Il 2018 vede un nuovo sodalizio con Takagi e Ketra per il brano “Da sola/In the Night”, inciso con Elisa e il 21 settembre esce “LOVE”, album certificato platino che Tommaso Paradiso pubblica con i Thegiornalisti, a cui seguono un tour nei principali palazzetti italiani con oltre 250.000 presenze e un concerto evento al Circo Massimo di Roma (7 settembre 2019). Dal 18 gennaio 2019 è fuori “Stanza singola”, title track del nuovo disco di Franco126, co-scritta e interpretata insieme all’artista, che torna a collaborare nuovamente con Takagi & Ketra per “La luna e la gatta”, insieme a Jovanotti e Calcutta. Con lo stesso Calcutta, Paradiso scrive “Tequila e San Miguel” per Loredana Bertè. Il 17 maggio 2019 Tommaso Paradiso pubblica con i Thegiornalisti “Maradona y Pelé”, il singolo uscito su etichetta Island Records e già certificato doppio disco di platino. Dal 25 settembre 2019 è disponibile su tutte le piattaforme digitali “Non avere paura” (Island Records), singolo già certificato disco di platino. Dal 21 ottobre 2020 il cantautore sarà protagonista di “Sulle Nuvole Tour” nei principali palazzetti italiani.

E. L.




MODA’ – La data zero del nuovo tour nei palazzetti di scena domani al PalaInvent di Jesolo

“Testa o Croce Tour”

DATA ZERO

26 novembre – JESOLO, PalaInvent

Gli orari dell’evento:

Ore 16.00 – Apertura biglietterie

Ore 18.30 – Apertura porte

Ore 21.00 – Modà live

 

Il PalaInvent e la Città di Jesolo si preparano ad ospitare un nuovo grande evento musicale, una tournée fra le più attese della prossima stagione, quella del grande ritorno live dei Modà. La band di Kekko Silvestre salirà sul palco di Jesolo domani, martedì 26 novembre (inizio alle 21.00), per la grande data zero del “Testa o Croce Tour”, che li vedrà esibirsi sui palchi dei principali palazzetti d’Italia. I biglietti per questo nuovo importate appuntamento musicale a Nordest, organizzato da Friends and Partners e Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno ancora disponibili alle biglietterie del PalaInvent prima dello spettacolo, a partire dalle 16.00, mentre le porte al pubblico apriranno alle 18.30. Si ricorda che per il concerto di domani è in vigore il biglietto nominale; si raccomanda pertanto agli spettatori di portare con sé un documento di identità valido per i controlli all’ingresso. Tutte le info su www.azalea.it .

Radio 105 è la radio ufficiale del tour.

Il 4 ottobre scorso i Modà hanno pubblicato “Testa o croce”, il nuovo album di inediti della band, arrivato a distanza di quattro anni dal disco precedente. I Modà sono tra le band di maggior successo in Italia, con all’attivo 6 album e decine di hit. Si formano ufficialmente nel 2002 ed esplodono, dopo una lunga gavetta, nel 2011 con l’album “Viva i romantici”, certificato Disco di Diamante. Hanno conquistato due volte il podio al Festival di Sanremo (con “Arriverà” nel 2011 e “Se si potesse non morire” nel 2013) e si sono esibiti allo Stadio di San Siro nel 2014 e nel 2016. Il loro ultimo album “Passione maledetta” è del 2015. La band è composta da Kekko Silvestre (voce, pianoforte), Diego Arrigoni (chitarra elettrica), Stefano Forcella (basso), Enrico Zapparoli (chitarra elettrica, chitarra acustica) e Claudio Dirani (batteria). Questa la tracklist di “Testa o croce”: “Testa o croce”, “Quel sorriso in volto”, “… Puoi leggerlo solo di sera”, “Quelli come me”, “Per una notte insieme”, “Voglio solo il tuo sorriso”, “Una vita non mi basta”, “Non respiro”, “La fata”, “Non te la prendere”, “Love in the ‘50s”, “Guarda le luci di questa città”, “Quel sorriso Giogiò”. Info su www.azalea.it .




EMMA “Fortuna Live Palasport 2020” Sabato 3 ottobre 2020, ore 21.00 – JESOLO (VE), PalaInvent

È tutto esaurito a meno di un mese dall’apertura delle prevendite il grande concerto previsto il 25 maggio all’Arena di Verona in cui Emma, cantautrice fra le più amate dal pubblico, presenterà live il nuovo album di inediti “Fortuna” e festeggerà insieme al pubblico il suo compleanno e i 10 anni di carriera. Ma non finisce qui… per celebrare questo traguardo saranno “9+1” i concerti di Emma nel 2020: dopo l’Arena di Verona, infatti, da ottobre l’artista sarà impegnata con il “Fortuna Live Palasport 2020”, che vedrà la sua grande data zero sabato 3 ottobre al PalaInvent di Jesolo (inizio alle 21.00), per poi toccare i principali palazzetti d’Italia. I biglietti per lo spettacolo, organizzato da Friends and Partners e Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno disponibili, online su Ticketone.it dalle 16.00 di sabato 16 novembre e in tutti i punti autorizzati dalle 11.00 di sabato 23 novembre. Info e punti vendita su www.azalea.it .

Intanto prosegue il grande successo di “Fortuna”, settimo disco di inediti di Emma che, nel suo decimo anniversario di carriera musicale, torna più matura e consapevole con un disco positivo, colorato, dal sound moderno e un nuovo linguaggio vocale. Un album uptempo composto da 14 brani che vanta la produzione di Dardust insieme a Luca Mattioni (in “Manifesto”, “Corri”, “Basti solo tu” e “A mano disarmata”), Elisa (in “Mascara”) e Frenetik & Orang3 (in “Dimmelo Veramente”). Anticipato dal singolo “Io sono bella”, l’album è disponibile in versione CD, in versione doppio vinile e su tutte le piattaforme digitali.

Questa la tracklist di “Fortuna”: “Fortuna”, “Io sono bella”, “Stupida Allegria”, “Luci blu”, “Quando l’amore finisce”, “Alibi”, “Mascara”, “I grandi progetti”, “Manifesto”, “Succede che”, “Dimmelo veramente”, “Corri”, “Basti solo tu”, “A mano disarmata”.

Autrice di 3 brani del disco, “Fortuna”, “Alibi” e “Dimmelo Veramente”, Emma, per la composizione di questo nuovo album, è stata affiancata da musicisti autorevoli, importanti, nuove firme del panorama musicale italiano e autori che da sempre l’hanno accompagnata in questi anni: Vasco Rossi, Gaetano Curreri, Elisa, Dario Faini, Federico Bertollini (Franco 126), Maurizio Carucci (frontman degli Ex-Otago), Davide Petrella, Alex Andrea Germanò, Gerardo Pulli, Piero Romitelli, Vanni Casagrande, Davide Simonetta, Diego Mancino, Amara, Simone Cremonini, Giulia Anania, Marta Venturini, Daniele Magro, Francesco Catitti (Katoo), Giovanni De Cataldo, Antonio Di Martino, Gianclaudia Franchini, Giovanni Caccamo, Daniele Dezi, Daniele Mungai, Antonio Maggio, Lorenzo Vizzini e Placido Salamone. Gran parte delle canzoni sono state registrate a Los Angeles presso lo Speakeasy Studios.

 

Il successo di Emma (all’anagrafe Emmanulea Marrone) esplode tra il 2009 e il 2010, quando l’artista ottiene la vittoria alla nona edizione del talent showAmici di Maria De Filippi, firmando successivamente un contratto con l’etichetta discografica Universal Music Group. L’artista ha partecipato due volte alFestival di Sanremo, rispettivamente nel 2011, in coppia con i Modà, conquistando la seconda posizione con il brano “Arriverà”, e nel 2012 con il brano “Non è l’inferno”, vincitore di quell’edizione. Nel 2014 è stata scelta, come rappresentante dell’Italia, all’Eurovision Song Contest 2014 con il brano “La mia città”. Nel corso della sua carriera ha ricevuto, inoltre, diversi altri riconoscimenti, tra cui un Venice Music Award, un TRL Award, due MTV Italia Awards, un TeleRatto e 10 Wind Music Awards per le vendite dei suoi album e singoli, premiati come dischi d’oro, di platino e multiplatino

 




I migliori artisti internazionali rendono omaggio all’Arte Europea

Torna il consueto appuntamento veneziano Padiglione Europa, mostra d’arte dedicata ai migliori talenti del panorama contemporaneo europeo. In un contesto di primissimo livello come il Palazzo Albrizzi Capello, che ospita attualmente i tre padiglioni della 58. Biennale di Venezia: Guatemala, Grenada e Repubblica Dominicana, si svolgerà la rassegna, dal 13 al 19 novembre 2019, presso la sede della Biblioteca del Teatro Contemporaneo Europeo. La ricerca artistica in scena spazia da generi astratti e concettuali a rappresentazioni figurative, arricchite da sculture e fotografie. Nelle opere informali sono presenti fervidi cromatismi atti a evidenziare le iridescenti e cangianti personalità degli autori in un concerto di espressività, dove, mediante il colore, viene espresso il messaggio e la peculiare essenza di ogni composizione. In stretto contatto con questa vocazione intangibile, si manifesta la pittura figurativa, testimone nel Padiglione, atta ad indagare, con un’intima poetica, la dimensione spazio-temporale attraverso visioni surreali ed espedienti illusori. I soggetti dei dipinti sono principalmente raffigurazioni emblematiche, simboli dell’umanità, inserite in contesti sia paesaggistici che onirici. Ospite d’onore della mostra sarà Simone Pieralice, tra i curatori del Padiglione della Repubblica Dominicana alla Biennale di Venezia.

L’esposizione avrà opere di Alessandra Dieffe (Alessandra Di Francesco), Amelia Mutti, Anna Poerio, Anna Reber, Aristide Gattavecchia, Chiara Quaglia, Cor Fafiani, Emanuela Minaldi, Emel Vardar, Enoch Entronauta (Giovanni Sechi), Gertrud Welz, Hans Johansson, Jacqueline Domin, Libero (Antonio Pamato), Luisa Jacobacci, Marco Cùttica, Maria Luisa Imperiali, Mario Pepe, Mary Nunziata, Maurizio Carpanelli, Nicola Costanzo, DRO (Ornella De Rosa), Paola Pagnozzi, Petra Mattes, Piero Carozzi, Rocco Iannelli, Sabrina Bertolelli

 




15.000 all’assalto delle Fabbriche del Gusto

Tutto esaurito nel fine settimana dedicato alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche delle Venezie. Registrate presenze per il 25% in più rispetto alla scorsa edizione. Grande successo anche all’evento celebrativo per i 10 anni di Venezie a Tavola. I promotori: “Un format che racconta un territorio e che è destinato a svilupparsi in altre regioni italiane”.
Un weekend da tutto esaurito, con laboratori artigiani e aziende prese d’assalto per scoprire i segreti delle produzioni enogastronomiche di eccellenza di Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. Al termine del fine settimana dedicato al buono e al ben fatto, sono state 15.000 le presenze (il 25% in più dello scorso anno) registrate all’ingresso delle 30 Fabbriche del Gusto dove si sono svolti showcooking, convegni, laboratori e visite guidate.

Dal cioccolato alla farina, dal vino alla birra, dai formaggi ai liquori senza dimenticare il mondo delle cucine professionali, la manifestazione, promossa dalla guida Venezie a Tavola e da ItalyPost, curata da Goodnet Territori in Rete e realizzata grazie alle partnership con Berto’s, Lattebusche e Rigoni di Asiago, per la sua terza edizione si è mossa alla scoperta delle tipicità di tre regioni ricchissime di prodotti e materie prime di qualità, ma anche di un’industria agroalimentare tra le più produttive d’Europa.
Per la prima volta, la manifestazione ha coinvolto anche le aziende del Trentino, ampliando il territorio da scoprire e aumentando il numero delle Fabbriche del Gusto che hanno aperto le loro porte. Ma questa edizione di We-Food è speciale anche perché coincide con un importante traguardo raggiunto dalla guida Venezie a Tavola, che quest’anno ha compiuto 10 anni e che ha festeggiato il suo primo anniversario a due cifre lunedì 28 ottobre in compagnia di 10 chef stellati e dei più importanti imprenditori del settore food&wine delle Venezie, tra cui Giorgio Polegato, presidente Astoria Vini, Riccardo Agugiaro, amministratore delegato Agugiaro e Figna Molini, Giannola Nonino, presidente di Nonino Distillatori, Andrea Rigoni, presidente e amministratore delegato Rigoni di Asiago, e Marco Schiavo, amministratore Distilleria Schiavo.
Dopo l’evento celebrativo di inizio settimana, la manifestazione è proseguita tra sabato 2 e domenica 3 novembre, tra visite guidate, degustazioni e laboratori che hanno attirato centinaia di famiglie e cittadini, curiosi e appassionati, alla scoperta delle 30 Fabbriche del Gusto che quest’anno hanno deciso di aprire le proprie porte e di raccontarsi con il loro bagaglio di storia e di tradizione. In alcuni casi, la richiesta di visitare le eccellenze del territorio è stata così forte che è stato necessario aggiungere dei turni di visita.
Grande interesse anche per gli showcooking, che hanno visto alternarsi i migliori chef della guida Venezie a Tavola 2020. Sono andati infatti ben presto esauriti i biglietti per i quattro showcooking ospitati nella sede di Curtarolo di Agugiaro & Figna, tra sabato 2 e domenica 3 novembre: Silvia Moro, chef del Ristorante “Aldo Moro – La Cuisine” di Montagnana, ha cucinato la pasta ripiena, Davide Tangari, chef del Ristorante “Valbruna” di Limena, si è cimentato con il fritto, Federico Zordan, della Pizzeria “San Martin” di Cornedo, ha mostrato le sue qualità di pizzaiolo, mentre Andrea Valentinetti, chef del Ristorante “Radici Terra e Gusto” di Padova, ha preparato dei favolosi dessert. Grande partecipazione di pubblico anche allo showcooking di Andrea Bozzato, chef del Ristorante “La Posa degli Agri” di Polverara, ospitato alla Tecnoeka di Borgoricco, come pure a quello di Antonio Chemello, chef della Trattoria “Palmerino” di Sandrigo, ospitato sabato pomeriggio da ioMazzuccato. La domenica, poi, Distilleria Schiavo si è riempita per lo showcooking di Enzo Gianello, chef del Ristorante “L’Altro Penacio” di Altavilla Vicentina.
Stessa situazione di overbooking alla Gastronomia Il Ceppo di Vicenza, che sabato 2 novembre ha offerto due presentazioni con degustazioni incentrate sul baccalà, ma anche nel locale padovano Ytheca di Fiorital, con showcooking a base di pesce, e nel locale “La Doga” a Fiera di Primiero, dove Luca Simoni, chef del ristorante, ha insegnato come cucinare con la birra del Birrificio Bionoc’.
Grande soddisfazione è stata espressa dai promotori, che sottolineano come We-Food non solo si sia consolidata rispetto agli scorsi anni, ma si confermi un format di promozione delle eccellenze enogastronomiche valido non solo per il territorio delle Venezie, ma utilizzabile anche per altri territori italiani. Un ringraziamento particolare è stato infine espresso dagli organizzatori ai partner Berto’s, Lattebusche e Rigoni di Asiago, nonché alle 30 aziende partecipanti.

 

 




TEATRO IN CORSO” PRIMA PARTE: GRANDE MUSICA, COMICITÀ, ARTE

CONCATO, VECCHIONI, TURCI, LOPEZ E SOLENGHI, 

THE POZZOLIS FAMILY, L’IMPRESSIONISMO CON GOLDIN GIOVANNI VERNIA FESTEGGIA LA NOTTE DEL 31 DICEMBRE

“LIVE CHRISTMAS SHOW” CON LUCA FOFFANO E GIANNI SCRIBANO MONI OVADIA TORNA CON LE STORIE DEL VECCHIO EBREO ERRANTE

  La grande musica, la comicità più graffiante e originale, l’arte. Ma anche il musical e il teatro che fa riflettere: saranno i protagonisti della PRIMA PARTE della stagione 2019 – 2020 di Teatro in Corso, il cartellone del Teatro Corso di Mestre.

Particolarmente ricca la proposta: sono 12 gli spettacoli (per 14 repliche) in programma  fino al 31 dicembe. A breve verrà annunciata anche la SECONDA PARTE del cartellone, che nel 2020 porterà in teatro altri grandi nomi del panorma artistico nazionale. Dopo l’apertura con FABIO CONCATO il 25 ottobre, il cartellone propone la comicità di MARCO & PIPPO e del loro Assai in pace, quindi altre due stelle del firmamento musicale italiano come ROBERTO VECCHONI e PAOLA TURCI, seguiti dalla vis comica di MASSIMO LOPEZ TULLIO SOLENGHI. Ci saranno il musical con la COMPAGNIA NEVERLAND, il teatro che fa riflettere e al tempo stesso sorridere di MONI OVADIA e la famiglia più dissacrante e seguita del web, la POZZOLIS FAMILY. Si torna poi alla grande arte con il racconto-spettacolo sugli Impressionisti di MARCO GOLDIN, alle storie di grandi personaggi sportivi di LUCA ARGENTERO e, per il periodo natalizio, al concerto di LUCA FOFFANO “The Voice of Venice” con GIANNI SCRIBANO. Chiude la programmazione del 2019 lo spettacolo di capodanno di GIOVANNI VERNIA, con panettone e brindisi di mezzanotte assieme al pubblico.

TEATRO IN CORSO 2019 – IL PROGRAMMA

Il 25 ottobre (ore 21.00) FABIO CONCATO, al Corso con una delle tappe del suo Tour 2019, ripercorre oltre 40 anni di successi, da Domenica Bestiale a Fiore di maggio, canzoni senza tempo riproposte con nuovo gusto e arrangiamenti.

Il 9 novembre (ore 21.15) largo a MARCO & PIPPO, l’unico duo che è un trio, e a Assai in pace, con tutti i loro personaggi e una comicità dalla freschezza e dall’inventiva senza limiti.

Dopo Marco & Pippo, altri due grandi appuntamenti musicali: il 13 novembre (ore 21.00) ROBERTO VECCHONI presenta Infinito Tour: il nuovo album di inediti “Infinito” arriva a teatro per un tour nazionale tra nuove canzoni e perle lucenti di una carriera inimitabile.

Due giorni dopo, il 15 novembre (ore 21.15) c’è PAOLA TURCI con Viva da morire Tour 2019: la grinta della rocker e la sensibilità di un’autrice unica nel suo genere, per un concerto che passa in rassegna i brani dell’ultimo album “Viva da morire” e i successi più amati dai fan.

Due pilastri del panorama comico (e non solo) italiano tornano assieme su un palco dopo 15 anni: MASSIMO LOPEZ e TULLIO SOLENGHI portano in scena il 16 novembre (ore 21.00) Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show, due ore di divertimento senza pause fatto di voci, imitazioni, scketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

Dala comicità al musical il 23 novembre (ore 21.00) e il 24 novembre (ore 15.00 e 18.00), con la COMPAGNIA NEVERLAND e la storia di Malefica e la Bella Addormentata nel bosco, che tra imponenti scenografie, effetti speciali e un plot arricchito di nuove avventure trafserisce a bambini e famiglie tutta la magia e l’incanto della celebre fiaba dei fratelli Grimm.

Il 30 novembre (ore 21.00) Dio ride – nish koshe:  a 25 anni dal primo Oylem GoylemMONI OVADIA mette in scena un nuovo spettacolo che ritrova il vecchio ebreo errante con nuove storie, tra umorismo e riflessione drammatica.

Di tutt’altro tenore l’appuntamento del 6 dicembre, quando alle 21.00 arriverà sul palco del Corso la famiglia più seguita del web, THE POZZOLIS FAMILY, con A-Live!, uno spettacolo dissacrante e catartico sulla famiglia, il ruolo di genitori e il rapporto con i figli.

Un nuovo, imperdibile appuntamento con l’arte è quello in programma il 7 dicembre (ore 21.15) con MARCO GOLDIN e la Grande storia dell’Impressionismo: uno dei suoi celebri racconti/spettacolo che fanno rivivere a teatro le grandi mostre che ogni anno realizza in tutto il mondo.

È questa la vita che sognavo? Se lo chiede LUCA ARGENTERO il 14 dicembre (ore 21.15) immedesimandosi nelle storie di tre grandi sportivi che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina: Luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba.

Non c’è Natale senza “The Voice of Venice” LUCA FOFFANO e GIANNI SCRIBANO: il 26 dicembre (ore 21.15) saranno prpotagonisti del concerto Live Christams Show, una macchina delle meraviglie musicale, che emoziona nel rivisitare un reperotrio che va dalla musica classica agli artisti contemporanei.

GIOVANNI VERNIA il 31 dicembre (ore 22.30) festeggia invece con gli spettatori l’arrivo del nuovo anno sfoderando la sua verve travolgente nello spettacolo Vernia o non Vernia: risate, panettone e brindisi per tutti!

“TEATRO IN CORSO” è un progetto Dal Vivo S.r.l.

Info biglietti e prevendite su www.dalvivoeventi.it