TOMMASO PARADISO “Sulle Nuvole Tour” Sabato 14 novembre 2020 ore 21.00 – JESOLO, PalaInvent

TOMMASO PARADISO

“Sulle Nuvole Tour”

Sabato 14 novembre 2020 ore 21.00 – JESOLO, PalaInvent

 

Biglietti disponibili online su Ticketone.it a partire dalle ore 11.00 di mercoledì 11 dicembre 2019 e in tutte le rivendite autorizzate Ticketone dalle ore 11.00 di lunedì 16 dicembre 2019.

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali

Tommaso Paradiso, protagonista assoluto del pop italiano degli ultimi anni, ex leader dei Thegiornalisti, annuncia oggi il suo nuovo progetto live dal titolo “Sulle Nuvole Tour”, dieci date live che lo vedranno protagonista nell’autunno 2020 sui palchi dei principali palazzetti italiani. L’unico concerto in tutto il Nordest è in programma il prossimo sabato 14 novembre (inizio alle 21.00), al PalaInvent di Jesolo, venue che si conferma anche per il 2020 come punto di riferimento per i grandi concerti a Nordest. I biglietti per questo attesissimo nuovo appuntamento, organizzato da Zenit srl, in collaborazione con la Città di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno disponibili su Ticketone.it a partire dalle ore 11.00 di mercoledì 11 dicembre e in tutte le rivendite autorizzate Ticketone dalle ore 11.00 di lunedì 16 dicembre. L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali. Tutte le info su www.azalea.it

Tommaso Paradiso proporrà uno show originale, un’esperienza coinvolgente e imperdibile per gli amanti dell’apprezzatissimo cantautore con una scaletta dove non mancheranno tutti i suoi più grandi successi, da “Completamente” e “Riccione”, fino a “Questa Nostra Stupida Canzone d’Amore”, “New York” e “Felicità Puttana”, oltre naturalmente al singolo, già certificato disco di platino, “Non avere paura” uscito il 25 settembre (Island Records). A oltre due mesi dall’uscita, il brano è ancora presente nella Top 10 delle classifiche FIMI/Gfk, Spotify Viral 50 Italia, Apple Music, iTunes, EarOne e Youtube con il suo video, e ha già superato 17,3 milioni di stream su Spotify. Il videoclip, diretto dagli YouNuts! (Antonio Usbergo e Niccolò Celaia) e prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro Production, conta ad oggi più di 11,3 milioni di views e coinvolge un cast eccezionale, che vede protagonisti: Fiorello, Fiorella Mannoia, Federico Zampaglione, Francesca Michielin, Jovanotti, Elisa, Enrico Vanzina, Isabella Ferrari, Francesco Mandelli, Tess Masazza, Frank Matano e Cristiano Caccamo.

Tommaso Paradiso è un cantautore nasce a Roma il 25 giugno 1983. Cresce nel quartiere Prati della città, frequenta il liceo classico e, successivamente, si laurea in filosofia.  Nel 2009 fonda i Thegiornalisti insieme a Marco Primavera e Marco Antonio Musella, debuttando a settembre 2011 con l’album “Vol.1”, seguito qualche mese più tardi da “Vecchio” e nel 2014 da “Fuoricampo”. Nel 2015 Tommaso Paradiso firma la sua prima importante collaborazione: è, infatti, coautore di “Luca Lo Stesso”, il singolo di Luca Carboni in vetta alle classifiche airplay. Nel 2016 pubblica con i Thegiornalisti “Completamente Sold Out”, album certificato disco di platino, che conquista grandi consensi e riceve diversi premi, tra cui quelli ottenuti ai Rockol Awards, al Coca Cola Onstage Awards e ai Wind Music Awards, oltre al riconoscimento di PMI come migliore rivelazione del 2016. Il 21 giugno 2017 esce “Riccione”, singolo che in meno di una settimana raggiunge il milione di views su Youtube ed entra in top 20 dell’airplay radiofonico come più alta nuova entrata della settimana. Il brano conquista anche il quarto disco di platino e diventa a pieno titolo il vero tormentone dell’estate 2017: 1° posto dell’airplay radiofonico, 1° posto nella classifica iTunes, secondo posto nella classifica Top 50 Italia di Spotify e vince il premio “Rtl 102.5 Power Hits – PMI” come singolo indipendente più suonato dalle radio nell’estate 2017. Sempre nel 2017, Tommaso Paradiso collabora alla scrittura del singolo “L’esercito del selfie”, di Takagi&Ketra feat. Lorenzo Fragola e Arisa, oltre ad essere coautore di alcuni tra i brani più popolari di quel periodo: “Mi hai fatto fare tardi” di Nina Zilli, “Partiti adesso” di Giusy Ferreri, “Autunno” di Noemi e “Una vita che ti sogno” di Gianni Morandi (2018). Il 2018 vede un nuovo sodalizio con Takagi e Ketra per il brano “Da sola/In the Night”, inciso con Elisa e il 21 settembre esce “LOVE”, album certificato platino che Tommaso Paradiso pubblica con i Thegiornalisti, a cui seguono un tour nei principali palazzetti italiani con oltre 250.000 presenze e un concerto evento al Circo Massimo di Roma (7 settembre 2019). Dal 18 gennaio 2019 è fuori “Stanza singola”, title track del nuovo disco di Franco126, co-scritta e interpretata insieme all’artista, che torna a collaborare nuovamente con Takagi & Ketra per “La luna e la gatta”, insieme a Jovanotti e Calcutta. Con lo stesso Calcutta, Paradiso scrive “Tequila e San Miguel” per Loredana Bertè. Il 17 maggio 2019 Tommaso Paradiso pubblica con i Thegiornalisti “Maradona y Pelé”, il singolo uscito su etichetta Island Records e già certificato doppio disco di platino. Dal 25 settembre 2019 è disponibile su tutte le piattaforme digitali “Non avere paura” (Island Records), singolo già certificato disco di platino. Dal 21 ottobre 2020 il cantautore sarà protagonista di “Sulle Nuvole Tour” nei principali palazzetti italiani.

E. L.




MODA’ – La data zero del nuovo tour nei palazzetti di scena domani al PalaInvent di Jesolo

“Testa o Croce Tour”

DATA ZERO

26 novembre – JESOLO, PalaInvent

Gli orari dell’evento:

Ore 16.00 – Apertura biglietterie

Ore 18.30 – Apertura porte

Ore 21.00 – Modà live

 

Il PalaInvent e la Città di Jesolo si preparano ad ospitare un nuovo grande evento musicale, una tournée fra le più attese della prossima stagione, quella del grande ritorno live dei Modà. La band di Kekko Silvestre salirà sul palco di Jesolo domani, martedì 26 novembre (inizio alle 21.00), per la grande data zero del “Testa o Croce Tour”, che li vedrà esibirsi sui palchi dei principali palazzetti d’Italia. I biglietti per questo nuovo importate appuntamento musicale a Nordest, organizzato da Friends and Partners e Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno ancora disponibili alle biglietterie del PalaInvent prima dello spettacolo, a partire dalle 16.00, mentre le porte al pubblico apriranno alle 18.30. Si ricorda che per il concerto di domani è in vigore il biglietto nominale; si raccomanda pertanto agli spettatori di portare con sé un documento di identità valido per i controlli all’ingresso. Tutte le info su www.azalea.it .

Radio 105 è la radio ufficiale del tour.

Il 4 ottobre scorso i Modà hanno pubblicato “Testa o croce”, il nuovo album di inediti della band, arrivato a distanza di quattro anni dal disco precedente. I Modà sono tra le band di maggior successo in Italia, con all’attivo 6 album e decine di hit. Si formano ufficialmente nel 2002 ed esplodono, dopo una lunga gavetta, nel 2011 con l’album “Viva i romantici”, certificato Disco di Diamante. Hanno conquistato due volte il podio al Festival di Sanremo (con “Arriverà” nel 2011 e “Se si potesse non morire” nel 2013) e si sono esibiti allo Stadio di San Siro nel 2014 e nel 2016. Il loro ultimo album “Passione maledetta” è del 2015. La band è composta da Kekko Silvestre (voce, pianoforte), Diego Arrigoni (chitarra elettrica), Stefano Forcella (basso), Enrico Zapparoli (chitarra elettrica, chitarra acustica) e Claudio Dirani (batteria). Questa la tracklist di “Testa o croce”: “Testa o croce”, “Quel sorriso in volto”, “… Puoi leggerlo solo di sera”, “Quelli come me”, “Per una notte insieme”, “Voglio solo il tuo sorriso”, “Una vita non mi basta”, “Non respiro”, “La fata”, “Non te la prendere”, “Love in the ‘50s”, “Guarda le luci di questa città”, “Quel sorriso Giogiò”. Info su www.azalea.it .




EMMA “Fortuna Live Palasport 2020” Sabato 3 ottobre 2020, ore 21.00 – JESOLO (VE), PalaInvent

È tutto esaurito a meno di un mese dall’apertura delle prevendite il grande concerto previsto il 25 maggio all’Arena di Verona in cui Emma, cantautrice fra le più amate dal pubblico, presenterà live il nuovo album di inediti “Fortuna” e festeggerà insieme al pubblico il suo compleanno e i 10 anni di carriera. Ma non finisce qui… per celebrare questo traguardo saranno “9+1” i concerti di Emma nel 2020: dopo l’Arena di Verona, infatti, da ottobre l’artista sarà impegnata con il “Fortuna Live Palasport 2020”, che vedrà la sua grande data zero sabato 3 ottobre al PalaInvent di Jesolo (inizio alle 21.00), per poi toccare i principali palazzetti d’Italia. I biglietti per lo spettacolo, organizzato da Friends and Partners e Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno disponibili, online su Ticketone.it dalle 16.00 di sabato 16 novembre e in tutti i punti autorizzati dalle 11.00 di sabato 23 novembre. Info e punti vendita su www.azalea.it .

Intanto prosegue il grande successo di “Fortuna”, settimo disco di inediti di Emma che, nel suo decimo anniversario di carriera musicale, torna più matura e consapevole con un disco positivo, colorato, dal sound moderno e un nuovo linguaggio vocale. Un album uptempo composto da 14 brani che vanta la produzione di Dardust insieme a Luca Mattioni (in “Manifesto”, “Corri”, “Basti solo tu” e “A mano disarmata”), Elisa (in “Mascara”) e Frenetik & Orang3 (in “Dimmelo Veramente”). Anticipato dal singolo “Io sono bella”, l’album è disponibile in versione CD, in versione doppio vinile e su tutte le piattaforme digitali.

Questa la tracklist di “Fortuna”: “Fortuna”, “Io sono bella”, “Stupida Allegria”, “Luci blu”, “Quando l’amore finisce”, “Alibi”, “Mascara”, “I grandi progetti”, “Manifesto”, “Succede che”, “Dimmelo veramente”, “Corri”, “Basti solo tu”, “A mano disarmata”.

Autrice di 3 brani del disco, “Fortuna”, “Alibi” e “Dimmelo Veramente”, Emma, per la composizione di questo nuovo album, è stata affiancata da musicisti autorevoli, importanti, nuove firme del panorama musicale italiano e autori che da sempre l’hanno accompagnata in questi anni: Vasco Rossi, Gaetano Curreri, Elisa, Dario Faini, Federico Bertollini (Franco 126), Maurizio Carucci (frontman degli Ex-Otago), Davide Petrella, Alex Andrea Germanò, Gerardo Pulli, Piero Romitelli, Vanni Casagrande, Davide Simonetta, Diego Mancino, Amara, Simone Cremonini, Giulia Anania, Marta Venturini, Daniele Magro, Francesco Catitti (Katoo), Giovanni De Cataldo, Antonio Di Martino, Gianclaudia Franchini, Giovanni Caccamo, Daniele Dezi, Daniele Mungai, Antonio Maggio, Lorenzo Vizzini e Placido Salamone. Gran parte delle canzoni sono state registrate a Los Angeles presso lo Speakeasy Studios.

 

Il successo di Emma (all’anagrafe Emmanulea Marrone) esplode tra il 2009 e il 2010, quando l’artista ottiene la vittoria alla nona edizione del talent showAmici di Maria De Filippi, firmando successivamente un contratto con l’etichetta discografica Universal Music Group. L’artista ha partecipato due volte alFestival di Sanremo, rispettivamente nel 2011, in coppia con i Modà, conquistando la seconda posizione con il brano “Arriverà”, e nel 2012 con il brano “Non è l’inferno”, vincitore di quell’edizione. Nel 2014 è stata scelta, come rappresentante dell’Italia, all’Eurovision Song Contest 2014 con il brano “La mia città”. Nel corso della sua carriera ha ricevuto, inoltre, diversi altri riconoscimenti, tra cui un Venice Music Award, un TRL Award, due MTV Italia Awards, un TeleRatto e 10 Wind Music Awards per le vendite dei suoi album e singoli, premiati come dischi d’oro, di platino e multiplatino

 




I migliori artisti internazionali rendono omaggio all’Arte Europea

Torna il consueto appuntamento veneziano Padiglione Europa, mostra d’arte dedicata ai migliori talenti del panorama contemporaneo europeo. In un contesto di primissimo livello come il Palazzo Albrizzi Capello, che ospita attualmente i tre padiglioni della 58. Biennale di Venezia: Guatemala, Grenada e Repubblica Dominicana, si svolgerà la rassegna, dal 13 al 19 novembre 2019, presso la sede della Biblioteca del Teatro Contemporaneo Europeo. La ricerca artistica in scena spazia da generi astratti e concettuali a rappresentazioni figurative, arricchite da sculture e fotografie. Nelle opere informali sono presenti fervidi cromatismi atti a evidenziare le iridescenti e cangianti personalità degli autori in un concerto di espressività, dove, mediante il colore, viene espresso il messaggio e la peculiare essenza di ogni composizione. In stretto contatto con questa vocazione intangibile, si manifesta la pittura figurativa, testimone nel Padiglione, atta ad indagare, con un’intima poetica, la dimensione spazio-temporale attraverso visioni surreali ed espedienti illusori. I soggetti dei dipinti sono principalmente raffigurazioni emblematiche, simboli dell’umanità, inserite in contesti sia paesaggistici che onirici. Ospite d’onore della mostra sarà Simone Pieralice, tra i curatori del Padiglione della Repubblica Dominicana alla Biennale di Venezia.

L’esposizione avrà opere di Alessandra Dieffe (Alessandra Di Francesco), Amelia Mutti, Anna Poerio, Anna Reber, Aristide Gattavecchia, Chiara Quaglia, Cor Fafiani, Emanuela Minaldi, Emel Vardar, Enoch Entronauta (Giovanni Sechi), Gertrud Welz, Hans Johansson, Jacqueline Domin, Libero (Antonio Pamato), Luisa Jacobacci, Marco Cùttica, Maria Luisa Imperiali, Mario Pepe, Mary Nunziata, Maurizio Carpanelli, Nicola Costanzo, DRO (Ornella De Rosa), Paola Pagnozzi, Petra Mattes, Piero Carozzi, Rocco Iannelli, Sabrina Bertolelli

 




15.000 all’assalto delle Fabbriche del Gusto

Tutto esaurito nel fine settimana dedicato alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche delle Venezie. Registrate presenze per il 25% in più rispetto alla scorsa edizione. Grande successo anche all’evento celebrativo per i 10 anni di Venezie a Tavola. I promotori: “Un format che racconta un territorio e che è destinato a svilupparsi in altre regioni italiane”.
Un weekend da tutto esaurito, con laboratori artigiani e aziende prese d’assalto per scoprire i segreti delle produzioni enogastronomiche di eccellenza di Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. Al termine del fine settimana dedicato al buono e al ben fatto, sono state 15.000 le presenze (il 25% in più dello scorso anno) registrate all’ingresso delle 30 Fabbriche del Gusto dove si sono svolti showcooking, convegni, laboratori e visite guidate.

Dal cioccolato alla farina, dal vino alla birra, dai formaggi ai liquori senza dimenticare il mondo delle cucine professionali, la manifestazione, promossa dalla guida Venezie a Tavola e da ItalyPost, curata da Goodnet Territori in Rete e realizzata grazie alle partnership con Berto’s, Lattebusche e Rigoni di Asiago, per la sua terza edizione si è mossa alla scoperta delle tipicità di tre regioni ricchissime di prodotti e materie prime di qualità, ma anche di un’industria agroalimentare tra le più produttive d’Europa.
Per la prima volta, la manifestazione ha coinvolto anche le aziende del Trentino, ampliando il territorio da scoprire e aumentando il numero delle Fabbriche del Gusto che hanno aperto le loro porte. Ma questa edizione di We-Food è speciale anche perché coincide con un importante traguardo raggiunto dalla guida Venezie a Tavola, che quest’anno ha compiuto 10 anni e che ha festeggiato il suo primo anniversario a due cifre lunedì 28 ottobre in compagnia di 10 chef stellati e dei più importanti imprenditori del settore food&wine delle Venezie, tra cui Giorgio Polegato, presidente Astoria Vini, Riccardo Agugiaro, amministratore delegato Agugiaro e Figna Molini, Giannola Nonino, presidente di Nonino Distillatori, Andrea Rigoni, presidente e amministratore delegato Rigoni di Asiago, e Marco Schiavo, amministratore Distilleria Schiavo.
Dopo l’evento celebrativo di inizio settimana, la manifestazione è proseguita tra sabato 2 e domenica 3 novembre, tra visite guidate, degustazioni e laboratori che hanno attirato centinaia di famiglie e cittadini, curiosi e appassionati, alla scoperta delle 30 Fabbriche del Gusto che quest’anno hanno deciso di aprire le proprie porte e di raccontarsi con il loro bagaglio di storia e di tradizione. In alcuni casi, la richiesta di visitare le eccellenze del territorio è stata così forte che è stato necessario aggiungere dei turni di visita.
Grande interesse anche per gli showcooking, che hanno visto alternarsi i migliori chef della guida Venezie a Tavola 2020. Sono andati infatti ben presto esauriti i biglietti per i quattro showcooking ospitati nella sede di Curtarolo di Agugiaro & Figna, tra sabato 2 e domenica 3 novembre: Silvia Moro, chef del Ristorante “Aldo Moro – La Cuisine” di Montagnana, ha cucinato la pasta ripiena, Davide Tangari, chef del Ristorante “Valbruna” di Limena, si è cimentato con il fritto, Federico Zordan, della Pizzeria “San Martin” di Cornedo, ha mostrato le sue qualità di pizzaiolo, mentre Andrea Valentinetti, chef del Ristorante “Radici Terra e Gusto” di Padova, ha preparato dei favolosi dessert. Grande partecipazione di pubblico anche allo showcooking di Andrea Bozzato, chef del Ristorante “La Posa degli Agri” di Polverara, ospitato alla Tecnoeka di Borgoricco, come pure a quello di Antonio Chemello, chef della Trattoria “Palmerino” di Sandrigo, ospitato sabato pomeriggio da ioMazzuccato. La domenica, poi, Distilleria Schiavo si è riempita per lo showcooking di Enzo Gianello, chef del Ristorante “L’Altro Penacio” di Altavilla Vicentina.
Stessa situazione di overbooking alla Gastronomia Il Ceppo di Vicenza, che sabato 2 novembre ha offerto due presentazioni con degustazioni incentrate sul baccalà, ma anche nel locale padovano Ytheca di Fiorital, con showcooking a base di pesce, e nel locale “La Doga” a Fiera di Primiero, dove Luca Simoni, chef del ristorante, ha insegnato come cucinare con la birra del Birrificio Bionoc’.
Grande soddisfazione è stata espressa dai promotori, che sottolineano come We-Food non solo si sia consolidata rispetto agli scorsi anni, ma si confermi un format di promozione delle eccellenze enogastronomiche valido non solo per il territorio delle Venezie, ma utilizzabile anche per altri territori italiani. Un ringraziamento particolare è stato infine espresso dagli organizzatori ai partner Berto’s, Lattebusche e Rigoni di Asiago, nonché alle 30 aziende partecipanti.

 

 




TEATRO IN CORSO” PRIMA PARTE: GRANDE MUSICA, COMICITÀ, ARTE

CONCATO, VECCHIONI, TURCI, LOPEZ E SOLENGHI, 

THE POZZOLIS FAMILY, L’IMPRESSIONISMO CON GOLDIN GIOVANNI VERNIA FESTEGGIA LA NOTTE DEL 31 DICEMBRE

“LIVE CHRISTMAS SHOW” CON LUCA FOFFANO E GIANNI SCRIBANO MONI OVADIA TORNA CON LE STORIE DEL VECCHIO EBREO ERRANTE

  La grande musica, la comicità più graffiante e originale, l’arte. Ma anche il musical e il teatro che fa riflettere: saranno i protagonisti della PRIMA PARTE della stagione 2019 – 2020 di Teatro in Corso, il cartellone del Teatro Corso di Mestre.

Particolarmente ricca la proposta: sono 12 gli spettacoli (per 14 repliche) in programma  fino al 31 dicembe. A breve verrà annunciata anche la SECONDA PARTE del cartellone, che nel 2020 porterà in teatro altri grandi nomi del panorma artistico nazionale. Dopo l’apertura con FABIO CONCATO il 25 ottobre, il cartellone propone la comicità di MARCO & PIPPO e del loro Assai in pace, quindi altre due stelle del firmamento musicale italiano come ROBERTO VECCHONI e PAOLA TURCI, seguiti dalla vis comica di MASSIMO LOPEZ TULLIO SOLENGHI. Ci saranno il musical con la COMPAGNIA NEVERLAND, il teatro che fa riflettere e al tempo stesso sorridere di MONI OVADIA e la famiglia più dissacrante e seguita del web, la POZZOLIS FAMILY. Si torna poi alla grande arte con il racconto-spettacolo sugli Impressionisti di MARCO GOLDIN, alle storie di grandi personaggi sportivi di LUCA ARGENTERO e, per il periodo natalizio, al concerto di LUCA FOFFANO “The Voice of Venice” con GIANNI SCRIBANO. Chiude la programmazione del 2019 lo spettacolo di capodanno di GIOVANNI VERNIA, con panettone e brindisi di mezzanotte assieme al pubblico.

TEATRO IN CORSO 2019 – IL PROGRAMMA

Il 25 ottobre (ore 21.00) FABIO CONCATO, al Corso con una delle tappe del suo Tour 2019, ripercorre oltre 40 anni di successi, da Domenica Bestiale a Fiore di maggio, canzoni senza tempo riproposte con nuovo gusto e arrangiamenti.

Il 9 novembre (ore 21.15) largo a MARCO & PIPPO, l’unico duo che è un trio, e a Assai in pace, con tutti i loro personaggi e una comicità dalla freschezza e dall’inventiva senza limiti.

Dopo Marco & Pippo, altri due grandi appuntamenti musicali: il 13 novembre (ore 21.00) ROBERTO VECCHONI presenta Infinito Tour: il nuovo album di inediti “Infinito” arriva a teatro per un tour nazionale tra nuove canzoni e perle lucenti di una carriera inimitabile.

Due giorni dopo, il 15 novembre (ore 21.15) c’è PAOLA TURCI con Viva da morire Tour 2019: la grinta della rocker e la sensibilità di un’autrice unica nel suo genere, per un concerto che passa in rassegna i brani dell’ultimo album “Viva da morire” e i successi più amati dai fan.

Due pilastri del panorama comico (e non solo) italiano tornano assieme su un palco dopo 15 anni: MASSIMO LOPEZ e TULLIO SOLENGHI portano in scena il 16 novembre (ore 21.00) Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show, due ore di divertimento senza pause fatto di voci, imitazioni, scketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

Dala comicità al musical il 23 novembre (ore 21.00) e il 24 novembre (ore 15.00 e 18.00), con la COMPAGNIA NEVERLAND e la storia di Malefica e la Bella Addormentata nel bosco, che tra imponenti scenografie, effetti speciali e un plot arricchito di nuove avventure trafserisce a bambini e famiglie tutta la magia e l’incanto della celebre fiaba dei fratelli Grimm.

Il 30 novembre (ore 21.00) Dio ride – nish koshe:  a 25 anni dal primo Oylem GoylemMONI OVADIA mette in scena un nuovo spettacolo che ritrova il vecchio ebreo errante con nuove storie, tra umorismo e riflessione drammatica.

Di tutt’altro tenore l’appuntamento del 6 dicembre, quando alle 21.00 arriverà sul palco del Corso la famiglia più seguita del web, THE POZZOLIS FAMILY, con A-Live!, uno spettacolo dissacrante e catartico sulla famiglia, il ruolo di genitori e il rapporto con i figli.

Un nuovo, imperdibile appuntamento con l’arte è quello in programma il 7 dicembre (ore 21.15) con MARCO GOLDIN e la Grande storia dell’Impressionismo: uno dei suoi celebri racconti/spettacolo che fanno rivivere a teatro le grandi mostre che ogni anno realizza in tutto il mondo.

È questa la vita che sognavo? Se lo chiede LUCA ARGENTERO il 14 dicembre (ore 21.15) immedesimandosi nelle storie di tre grandi sportivi che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina: Luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba.

Non c’è Natale senza “The Voice of Venice” LUCA FOFFANO e GIANNI SCRIBANO: il 26 dicembre (ore 21.15) saranno prpotagonisti del concerto Live Christams Show, una macchina delle meraviglie musicale, che emoziona nel rivisitare un reperotrio che va dalla musica classica agli artisti contemporanei.

GIOVANNI VERNIA il 31 dicembre (ore 22.30) festeggia invece con gli spettatori l’arrivo del nuovo anno sfoderando la sua verve travolgente nello spettacolo Vernia o non Vernia: risate, panettone e brindisi per tutti!

“TEATRO IN CORSO” è un progetto Dal Vivo S.r.l.

Info biglietti e prevendite su www.dalvivoeventi.it 




ANTONELLO VENDITTI Sabato 29 feb.2020 JESOLO (VE), PalaInvent

Biglietti disponibili online sul sito di TicketOne (www.ticketone.it) dalle ore 16.00 di giovedì 17 ottobre e in tutti i punti vendita autorizzati dalle 11.00 di giovedì 24 ottobre

La programmazione musicale del PalaInvent di Jesolo vede oggi aggiungersi un nuovo grande appuntamento musicale per l’inizio del nuovo anno. Sarà Antonello Venditti, cantautore fra i più amati di sempre, a salire sul palco del palazzetto cittadino per un nuovo imperdibile appuntamento del tour che celebra il 40° anniversario di “Sotto il segno dei Pesci”, album fondamentale per la sua carriera e anche per l’intera storia musicale italiana. A “Sotto il segno dei Pesci the Anniversary Tour”, che vedrà Antonello esibirsi a Roma, Milano e Londra, si aggiunge quindi il nuovo concerto di Jesolo, in programma il prossimo sabato 29 febbraio (inizio alle 21.00). I biglietti per lo spettacolo, organizzato da Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Jesolo e Jesolo Turismo, saranno disponibili, online su Ticketone.it dalle 16.00 di giovedì 17 ottobre e in tutti i punti autorizzati dalle 11.00 di giovedì 24 ottobre. Info e punti vendita su www.azalea.it

0

Una voce speciale si aggiunge al ricco cast di artisti e interpreti della musica italiana che in questi mesi e ormai da qualche anno, hanno fatto tappa a Jesolo – commenta il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Antonello Venditti è uno di quegli artisti che nel tempo ha saputo raccogliere l’apprezzamento del pubblico soprattutto per l’impegno sociale che emerge da molti dei suoi brani. Un autore che riesce a coinvolgere un pubblico ampio, non solo di adulti ma anche di giovani ed è una grande soddisfazione poterlo accogliere nella nostra città e regalarne le emozioni ai tanti amanti della sua musica”.

Nuova data a Jesolo per il grande Antonello Venditti, cantautore italiano fra i più amati di sempre, capace di consegnare alla storia canzoni e album memorabili. Il nuovo concerto nella città balneare in provincia di Venezia si aggiunge alla serie di eventi unici per celebrare i 40 anni di “Sotto il segni dei pesci”, appuntamenti dove Antonello Venditti, accompagnato dalla sua band storica, dà vita a concerti intergenerazionali, con i brani dell’album inseriti al centro di 45 anni di canzoni, tra cui hit memorabili come “Giulio Cesare”, “Ci vorrebbe un amico”, “Roma Capoccia”, “Notte prima degli esami”, “Amici mai”, “Grazie Roma”, “Benvenuti in paradiso”. Un live che riesce a riunire, grazie alla scelta di una scaletta e di un allestimento potenti, generazioni diverse e apparentemente lontanissime, sotto la stessa costellazione. Nel 1978, anno della sua pubblicazione, “Sotto il segno dei pesci” ebbe un forte impatto sul Paese, sia a livello musicale che culturale. Tra tematiche fortissime e attuali mai affrontate prima in maniera così esplicita in una canzone (come in “Sara”, o “Giulia”), brani dagli arrangiamenti modernissimi e rivoluzionari (come “Sotto il segno dei Pesci”, che ancora oggi è un’inesauribile fonte di ispirazione per i nuovi cantautori it-pop) e tracce che sono una preziosa testimonianza della scena musicale anni ’70 (come “Francesco”, dedicata all’amico Francesco De Gregori), l’album riuscì a farsi strada nel cuore e nell’immaginario italiano. Un vero e proprio viaggio con perle entrate nella memoria collettiva di un intero Paese, che raccontano un’epoca e che sono diventate senza tempo, che parlavano ai giovani di allora e che sono capaci di comunicare ai ragazzi di oggi con un linguaggio assolutamente contemporaneo. 

Antonello Venditti, nato a Roma nel 1949, già da giovane conquista immediatamente la vetta delle classifiche con canzoni che diventano vere e proprie colonne sonore della vita di intere generazioni. Nei suoi spettacoli dal vivo è capace di appassionare e far sognare il pubblico conducendolo in un lungo viaggio attraverso le pagine più emozionanti della storia della musica italiana, pagine che lui stesso ha contribuito a scrivere, dagli anni ’60 fino ai giorni nostri. Considerato fra i più popolari e tra i più prolifici della cosiddetta Scuola Romana, dal 1972, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d’amore e d’impegno sociale. Con 30 milioni di copie è uno tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti

Biglietti in vendita, info su www.azalea.it 

Enrico Liotti




“FESTIVAL DELLE IDEE”, ANNUNCIATI GLI ULTIMI TRE EVENTI IN PROGRAMMA  

PRIMA EDIZIONE

24 / 27 ottobre 2019

M9 – MUSEO DEL ’900 Venezia Mestre

 

Un progetto sul ’900: le idee del XX secolo

che hanno rivoluzionato il futuro

Domenica 27 ottobre – Auditorium M9:

 

Proiezione in anteprima per il Festival del corto su

Oriana Fallaci (interpretata da Miriam Leone) “A cup of coffe with Marilyn”

 

Proiezione del docufilm su Margherita Hack

“Infinito Hack” di Fabio Massimo Iaquone

 

Incontro su food & health con Ivan Zangirolami

e il primatista mondiale di velocità sugli sci Ivan Origone

 

prenotazioni aperte su www.festivalidee.it

Sono stati annunciati gli ultimi tre eventi che completano il palinsesto del “Festival delle idee – ’900 il grande secolo delle innovazioni” in programma dal 24 al 27 ottobre all’ M9 – Museo del ’900 di Mestre.

 

Domenica 27 ottobre alle 18.00 (Auditorum M9) proiezione in anteprima per il Festival del film “A cup of coffe with Marilyn” di Alessandra Gonnella: le vicende di una giovanissima Oriana Fallaci (interpretata da Miriam Leone) durante la sua disperata ricerca di intervistare Marilyn Monroe negli USA. Colonna sonora di Francesca Michielin. Saranno presenti la regista e il produttore Diego Loreggian.

Alle 20.30 (Auditorium M9) il docufilm di Fabio Massimo Iaquone (presente in sala) “Infinito Hack”: un’opera sperimentale e visionaria dedicata a Margherita Hack, in cui il racconto si interseca a immagini cosmiche.

Alle 21.30 (Auditorium M9) incontro su food & healt, e come sono cambiati nutrizione, cibo e stili di vita dal ‘900 a oggi, con il dottor Ivan Zangirolami e il primatista mondiale di velocità sugli sci Ivan Origone.

 

Sul sito www.festivalidee.it sono aperte le prenotazioni per i tre eventi fino a esauimento dei posti disponibili.

 

A CUP OF COFFE WITH MARILYN di Alessandra Gonnella

Miriam Leone è la protagonista del corto “A Cup Of Coffee With Marilyn”, basato su una vicenda autobiografica contenuta nel primo libro di Oriana Fallaci “I Sette Peccati di Hollywood” del 1958. Scritto e diretto da Alessandra Gonnella, prodotto da Diego Loreggian per RedString e coprodotto dalla stessa regista e dalla società inglese Hoffman, Barney & Foscari di Bombassei, Della Sciucca e Lindsay-Hogg storico regista dei Beatles. A firmare due inediti in inglese e la colonna sonora è Francesca Michielin.

Il cortometraggio, selezionato nella sezione Alice nella Città nel corso della 14ma edizione della Festa del Cinema di Roma arriva al Festival delle Idee in anteprima. Girato interamente a Londra, ma ambientato in una New York anni ’50, il film narra le vicende di una giovanissima Oriana Fallaci, inviata negli Stati Uniti dal giornale l’Europeo per un’inchiesta nello star system hollywoodiano, durante la sua disperata ricerca di intervistare Marilyn Monroe. Nonostante i ripetuti tentativi, Oriana non riuscirà mai ad incontrare Marilyn, e con un vero colpo di genio decise di non occultare la vergogna di quel fallimento, descrivendola con tutti i particolari e le umiliazioni del caso. Di lì a poco Oriana Fallaci diventerà la più grande giornalista italiana del dopo guerra, con quel suo modo indimenticabile di ritrarre i personaggi delle sue interviste.

 

INFINITO HACK di Fabio Massimo Iaquone

Una intensa opera sperimentale dove il racconto sempre entusiasmante e appassionato di Margherita Hack, è intervallato dall’elemento coreografico e da immagini cosmiche e stellari che, secondo lo stile inconfondibile del regista, contribuisce a creare una sinfonia psichedelica che ci restituisce, ad alcuni anni dalla sua scomparsa, vivido il ricordo di una figura in dimenticabile della cultura, oltre che della scienza, italiana.

 

INCONTRO SU FOOD & HEALTH con Ivan Zangirolami e Ivan Origone

Vivere sani tra nutrizione equilibrata e un corretto stile di vita. L’evoluzione del concetto di food & health dal ‘900 a oggi, i cibi naturali, la cura del corpo e della mente. La ricerca per vivere più a lungo. Siamo (ancora) quello che mangiamo? Ne parla il dottor Ivan Zangirolami.

Ivan Origone

Ospite dell’incontro il campione mondiale di velocità sugli sci Ivan Origone, a testimoniare come nello sport per esprimersi ai massimi livelli siano necessari non solo classe, talento e determinazione, ma anche un controllo totale del proprio corpo unito a uno stile di vita e a un’alimentazione sana ed equilibrata: cibo e sport, binomio indissolubile.

 

Ivan Zangirolami

Ivan Zangirolami

Laureato in Scienze Motorie presso l’Università di Verona, ha condotto studi e ricerche sui processi metabolici dei distretti muscolo-tendinei per permettere alle persone in sovrappeso di perdere i chili in eccesso senza l’ausilio di farmaci o integratori, ma attraverso procedimenti naturali e uno stile di vita corretto basato su specifiche tecniche alimentari.

Uno studio unico nel suo genere che ha ridefinito i parametri di regime alimentare e stile di vita, fondato sull’osservazione delle persone che per natura non hanno alcuna tendenza ad ingrassare, ricreando un metabolismo funzionale e veloce in soggetti che, al contrario, accumulano facilmente grasso.

 

Ivan Origone

32enne aostano, è  uno degli atleti più vincenti nella storia dello sci velocità, specialità di cui detiene il record mondiale. Entrato a far parte della squadra azzurra dal 2005, l’anno sucecssivo ha raggiunto la seconda prestazione di tutti i tempi e segnato il nuovo record del mondo Juniores con 250,70 km/h.

Nel 2008 ha vinto sei gare su sette, aggiudicandosi la sfera di cristallo.

Dopo svariate medaglie, il 26 marzo 2016 ha stabilito il nuovo primato mondiale di velocità sugli sci toccando sulla pista Chabrières a Vars, in Francia, i 254,9 km/h.

 

Sul sito www.festivalidee.it  è possibile verificare gli appuntamenti ancora disponibili e prenotarsi.

I possessori delle prenotazioni (comprese quelle per le proiezioni su maxischermo al Chiostro M9) potranno accedere all’esposizione permanente e alle mostre temporanee di M9 – Museo del ’900 a tariffa ridotta fino al 31 dicembre 2019.

 

 “Festival delle idee – ’900 il grande secolo delle innovazioni”




Domani, domenica 6 ott. 100 arpe da tutto il Triveneto Ore18, Teatro Russolo di Portogruaro.

ingresso libero

E’ un appuntamento molto speciale quello di domenica 6 ottobre, alle ore 18, dal titolo 100 arpe in 3V100 è il numero di arpisti in concerto al Teatro Russolo di Portogruaro mentre 3V simboleggia il Triveneto, territorio di provenienza dei musicisti e terra generosissima per i talenti e per la didattica dell’arpa.

Tra le anime organizzatrici dell’evento sono anche due entusiaste e grandi professioniste della nostra regione: Nicoletta Sanzin (arpista triestina e docente del Conservatorio di Musica Tartini di Trieste) e Patrizia Tassini – docente d’arpa al Conservatorio di Udine, unitamente a Tiziana Tornari, docente di arpa a Padova: insieme hanno pensato questo grande “raduno”, riunendo tantissimi arpisti per confrontare metodi didattici diversi e perché i giovani possano specializzarsi con professionisti di livello.
Lo scopo di 100 arpe in 3V è valorizzare la grande vivacità e la lunga tradizione che il triveneto mostra nei confronti dello studio dell’arpa (è forse l’area più generosa in termini di allievi di arpa in tutta Italia). E – sostengono le promotrici del progetto – “mettere assieme le eccellenze del territorio e promuovere uno strumento che ha sempre più molteplici sfaccettature e riunisce professionisti, allievi, docenti – ma anche appassionati ed estimatori – in un’ottica di confronto didattico e stilistico tra le diverse scuole delle Tre Venezie“.

Il concerto, che si tiene per “Dopo il Festival” – a seguito del 37esimo Festival Internazionale di Musica di Portogruaro – organizzato dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro, è il risultato di una due-giorni di workshop, incontri e confronti tra solisti, docenti e studenti d’arpa che per il weekend hanno invaso beneficamente Portogruaro da 10 diverse strutture tra Conservatori e Licei Musicali di tutto il triveneto.

Lo spettacolo (a ingresso libero) è diviso in due parti: la prima, “Ensemble Fantasia” vede protagonisti gli allievi dei corsi preaccademici dei Conservatori e dei bienni dei Licei, coordinati da Alessia Luise e impegnati in un omaggio alle più belle melodie di Walt Disney, per lo più trascritte, con qualche originale di Franco Gatti. A dirigere l’ensemble è Gabriella Bosio già docente per 40 anni presso il Conservatorio Verdi di Torino e Teacher Trainer per l’arpa del Metodo Suzuki, con pluriennale esperienza nel campo della didattica della musica di insieme. La Bosio è anche docente di uno dei workshop del 5 ottobre. La seconda parte del concerto, “Ensemble Danzarea”, ospita gli allievi dei corsi superiori dei Conservatori e dei Licei, coadiuvati e condotti da Francesco Pavan, direttore d’orchestra e compositore le cui musiche sono state eseguite nei festival di musica contemporanea di tutto il mondo, oggi docente al Benedetto Marcello di Venezia. In programma brani originali di Alfredo Rolando Ortiz e trascrizioni per arpe da Rossini, Bizet, Bach, Dvořák,…




DOPO IL FESTIVAL WINGS OF DIXIE VENERDÌ 4 OTTOBRE, ore 21 Portogruaro, Piazzetta Pescheria 

DOPO IL FESTIVAL

WINGS OF DIXIE 

UNITED STATES AIR FORCES IN EUROPE BAND

VENERDÌ 4 OTTOBRE, ore 21

Portogruaro, Piazzetta Pescheria 

(in caso di maltempo Teatro Comunale Luigi Russolo) 

ingresso libero 

 

Terminato da poche settimane il 37esimo Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, la Fondazione Musicale Santa Cecilia non si ferma e offre un breve calendario di appuntamenti “Dopo il Festival”, nell’attesa dell’inizio della stagione concertistica invernale.

Una grande sferzata d’energia è attesa con il progetto Wing of Dixie, l’ensemble che sorge in seno alla USAFE BAND (U.S. AIR FORCES IN EUROPE BAND) e che arriva a Portogruaro venerdì 4 ottobre, alle 21 nella Piazzetta Pescheria (in caso di maltempo al Teatro Comunale Luigi Russolo), per raccontare la storia musicale jazz e pop americana dagli anni Quaranta ad oggi. (ingresso libero)

Wings of Dixie conquista le platee di tutta Europa da oltre trent’anni ed è l’unico ensemble di questo tipo in seno all’United States Air Forces in Europe. Composta da professionisti che combinano talento ed entusiasmo, la band spazia nello storico jazz più classico, con verve esplosiva e irresistibile swing. Con un robusto assetto di fiati, l’entusiasmante ensemble rivisita il primo jazz di New Orleans, mantenendone il fascino retrò e ripercorre i decenni della storia della musica americana per arrivare con disinvoltura e passione agli attuali successi americani pop e rock.

Ne risulta uno show ricchissimo d’energia, che coinvolge il pubblico attraverso i migliori esempi della musica d’oltre oceano e “lascia un po’ di spirito americano nel cuore di ciascuno degli spettatori”.

– – –

Informazioni

Fondazione Musicale Santa Cecilia

Corso Martiri della Libertà 14, 30026 Portogruaro (VE)

Tel. (+39) 0421 270069 – Fax (+39) 0421 273878 – E-mail: info@festivalportogruaro.it