Quintorigo e Roberto Gatto chiudono il Fasano Jazz con l’omaggio a Frank Zappa martedì 16 giugno 2015

Martedì 16 giugno: serata di chiusura del Fasano Jazz 2015 completamente dedicata a Frank Zappa con uno dei musicisti più legati al festival, ovvero Roberto Gatto. Il popolare batterista romano, tra i più autorevoli e conosciuti uomini jazz al mondo, ha collezionato svariate partecipazioni al Fasano Jazz e martedì 16 sarà lo special guest dei Quintorigo per un concerto speciale incentrato sulla musica di Frank Zappa. Se Gatto è alla sua settima apparizione, i Quintorigo debuttano a Fasano: sono uno dei gruppi più amati dell’ultimo ventennio, reduci dal successo dell’ultimo lavoro Quintorigo Experience (2013) e raramente accompagnati da una batteria, stavolta alle prese con il materiale di uno dei più originali e innovativi compositori del Novecento.
Il nuovo disco Around Zappa (Incipit Records/Egea) e il tour promozionale stanno raccogliendo apprezzamenti in tutta Italia, e come dichiarano gli stessiQuintorigo “Colui che ci ha fatto prendere la penna e gli strumenti in mano è stato nientemeno che Roberto Gatto, assoluto fuoriclasse del jazz italiano ed internazionale, sulla cui carriera non occorre dire nulla che già tutti non sappiano, se non il fatto che da sempre nutre una passione smodata per Zappa e per questo ha scelto di collaborare con noi al progetto. Noi, lusingati, lo ringraziamo e promettiamo di non deludere. Questo vuole essere un lavoro prima di tutto e soprattutto live, che non costituisce un concerto tributo nè un concept-live, ma un sentito, onesto, filologico e sperimentaleringraziamento a Frank Zappa. Un’opera monografica, accurata nella sua veste teatrale e scenografica, che vuole fare conoscere e riscoprire l’universo zappiano“.
 
L’edizione 2015 conferma le scelte della direzione artistica di Domenico De Mola (Ufficio Attività Culturali del Comune di Fasano): musica di qualità, ingressi gratuiti e prezzi popolari, location affascinanti. Quest’anno il festival si avvale anche della App per Android ‘FasanoJazz’: una applicazione gratuita, creata con gli studenti dell’IISS Salvemini di Fasano e reperibile su Play Store di Google, con informazioni, immagini e un simpatico giochino per appassionati. Fasano Jazz si presenta ancora una volta come manifestazione sui generis per la lettura data al jazz, per le proposte che attirano diversi segmenti di pubblico, per l’attenzione alla varietà, al talento e alla qualità. Fasano Jazz non è solo ottima musica con grandi maestri e giovani interpreti ma anche un’opportunità per conoscere la bellissima città pugliese, ricca di tradizione e arte.



TARVISIO CAPITALE DEGLI SCACCHI: UN CAMPIONATO DEL MONDO NEL 2017

Il successo avuto nel 2014, quando per la prima volta Tarvisio ha voluto ospitare dei tornei di scacchi, non ha tardato a dare i suoi frutti: dopo un Open Internazionale e la finale nazionale under 16, ad Ottobre 2017 arriverà addirittura un campionato mondiale Juniores, evento assegnato dalla Federazione Internazionale di scacchi alla località friulana.

La manifestazione, che sarà organizzato dall’Accademia Internazionale di Scacchi con il Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano e Sella Nevea ed in collaborazione con il Comune di Tarvisio, prevede la partecipazione di oltre 400 campioni di scacchi under 20, provenienti da tutto il mondo. Perchè proprio Tarvisio? Perchè alla Federazione Scacchistica Internazionale (FIDE) non è sfuggita l’ottima organizzazione che a luglio dell’anno scorso aveva permesso alle giovanissime promesse italiane delle 64 caselle di unire le sfide sulla scacchiera ad un ottimo modo per conoscere e vivere il Friuli Venezia Giulia in tutto il suo splendore.

La macchina organizzatrice è ormai ben oleata, sia per quanto concerne la predisposizione delle strutture che per quanto riguarda il booking e le attività di gestione dell’evento garantite dal Consorzio e dal Comune di Tarvisio, sia per quanto concerne le richieste del popolo degli scacchisti e la direzione tecnica attività in capo alla Accademia Internazionale di Scacchi che vanta una esperienza decennale.

Soddisfazione da parte dell’Assessore regionale Sergio Bolzonello: “ Tarvisio si riconferma località capace di ospitare grandi eventi internazionali e questa manifestazione che vedrà protagonisti centinai di ragazzi da tutto il mondo acquista particolare pregio e importanza per tutta la regione Friuli Venezia Giulia”.

Dal 24 settembre all’8 ottobre 2017 Tarvisio si vestirà, quindi, a festa per ospitare le centinaia di giocatori provenienti da tutto il mondo e le loro famiglie  rendendo la cittadina friulana capitale mondiale degli scacchi.

 

PER INFO:

Accademia Internazionale Scacchi – www.fideacademy.com – tel. (+39) 392 2159003

Consorzio Tarvisiano – www.tarvisiano.org – tel. (+39) 0428 2392




E’ morto Christopher Lee addio a una leggenda

Nato il 27 maggio del 1922, frequentò l’Eton College e il Wellington College, dove studiò greco e latino. Durante la Seconda Guerra Mondiale ha servito la Royal

conte Dooke nei film di Guerre Stellari

conte Dooke nei film di Guerre Stellari

Air Force e le Forze Speciali, passando un anno nella campagna di Finlandia. L’attore si è spento a 93 anni.Nella sua lunghissima carriera, Christopher Lee ha interpretato principalmente personaggi cattivi: è divenuto famoso per la sua interpretazione del Conte Dracula. A  cui sono seguiete tente altre grandi

 Saruman il Bianco nelle trilogie de  Il Signore degli anelli

Saruman il Bianco nelle trilogie de Il Signore degli anelli

interpretazioni come  Saruman il Bianco nelle trilogie de  Il Signore degli anelli, e  il  conte Dooke nei film di Guerre Stellari . Lee è entrato nel Guinness dei Primati come l’attore vivente più citato sugli schermi. Il 13 giugno 2009 è stato insignito del titolo di Cavaliere Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico.  Nel 2001 era già stato nominato Commendatore dell’Ordine (CBE). L’attore è morto il 7 giugno  2015  al  Chelsea and Westminster Hospital di Londra dove era stato ricoverato per problemi respiratori. Ma  la sua morte viene annunciata solo oggi  pomeriggio.

 




Udine Udin&Jazz propone: TICKET WEEKEND: per tre giorni tutti i biglietti dei concerti si acquistano SENZA DIRITTO DI PREVENDITA

Venerdì 12 giugno, alle 18, presso la Galleria Tina Modotti (ex Mercato del Pesce) di Udine il festival Udin&Jazz 2015 #Argento Vivo il festival si presenta in anteprima nel cuore di Udine con l’inaugurazione di una mostra fotografica. “I cento scatti” è il titolo dell’esposizione di Luca d’Agostino (fotografo storico del festival e firma delle più autorevoli nell’ambito della fotografia di spettacolo a livello nazionale ed internazionale), un racconto per immagini lungo 25 anni che ripercorre con sguardo curioso e vibrante la storia del festival.
Le preziose immagini dell’obiettivo di d’Agostino diventano anche un catalogo prodotto da Udin&Jazz e corredato da uno scritto del critico e giornalista Flavio Massarutto e da un’introduzione del direttore artistico Giancarlo Velliscig.

Grazie alla sensibilità di d’Agostino, le fotografie accompagnano e ritraggono non solo gli incontri musicali del festival, ma anche un più ampio percorso storico e stilistico: Ornette Coleman, Abdullah Ibrahim, Randy Weston, Paul Bley, Cassandra Wilson, Wayne Shorter, Lester Bowie, John Zorn, Bill Frisell, Paul Motian, Charlie Haden sono solo alcuni dei nomi che sono “passati” da Udine … e fanno venire i brividi, al ricordo!

Sempre a partire da venerdì 12 giugno e per tutto sabato 13 e domenica 14 giugno un’occasione speciale viene offerta agli amici di Udin&Jazz: presso Feltrinelli Libri e Musica di Udine (via Canciani) è istituito il “ticket weekend”. Per tre giorni è possibile acquistare tutti i biglietti dei concerti senza il diritto di prevendita … un modo per sensibilizzare e andare incontro al pubblico, e per sensibilizzare le agenzie alla gestione e riduzione dei costi.

 

 




INSIEME TRA LE NOTE: SECONDO APPUNTAMENTO SABATO 13 GIUGNO A GEMONA DEL FRIULI

Proprio nella sera in cui si festeggia il Santo Patrono, la sera di Sant’Antonio, a Gemona del Friuli si terrà il secondo appuntamento dell’iniziativa “Insieme tra le note”, il grande evento che vede ben tre bande unite insieme per un evento speciale. Anziché una tradizionale rassegna bandistica, le tre bande di Venzone, Gemona e Artegna hanno dato vita a questa iniziativa unica che sabato 13 giugno alle 20.30 sarà presentata sul sagrato del Santuario di Sant’Antonio: circa 60 musicisti suoneranno insieme alle 20.30 per un grande concerto, in attesa dello spettacolo pirotecnico che segnerà il culmine dei festeggiamenti.

Banda Città di Gemona

Banda Città di Gemona

«Erano diversi anni che pensavamo a una iniziativa del genere – racconta il presidente della Banda Musicale Città di Gemona Loris Sbaizero – e finalmente siamo riusciti a realizzarlo. Quando le tre bande si sono ritrovate per suonare in favore dell’ospedale di Gemona, l’anno scorso, io e gli altri presidenti siamo stati subito d’accordo: la musica deve unire. Ogni banda porta avanti un discorso di aggregazione e socializzazione all’interno della propria comunità e quindi estenderlo unendo più bande ci sembrava un naturale sviluppo».

In caso di maltempo, il concerto si sposterà all’Auditorium Glemonensis di via Pio Paschini, 2, sempre a Gemona del Friuli. L’esibizione delle tre bande sarà preceduta dalla musica dei gruppi giovanili delle bande di Artegna e Gemona, meglio conosciuti come s`banda`s e Glemonats. Ingresso libero. Terzo e ultimo appuntamento sabato 20 giugno alle 20.30 ad Artegna.

Per maggiori informazioni: www.anbimafvg.it




Bankitalia vede rosa, in Friuli Venezia Giulia c’è un segnale di ripresa.

Edilizia, terziario e mercato del lavoro ancora in difficoltà E’ l’export che fa da traino, alla ripresina insieme alla produzione industriale e agli investimenti.

Il direttore della sede dottor Pietro Sambati, dopo sette anni lascia la direzione della sede triestina di Bankitalia per assumere la guida della sede di Bari ed in occasione dell’annuale appuntamento con i rappresentanti economici  della regione oltre ai propri saluti ed all’investitura del nuovo titolare dottor Giuseppe Manitta apre l’incontro  –  nell’ aula magna della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università degli Studi di Trieste in Via Fabio Filzi, 14 –  indicando che per l’economia regionale va un po’ meglio ma non c’è ancora la guarigione completa  da una crisi di eccezionale durata che si sconta ormai da anni. La sintesi della ricerca economica dell’Istituto è di seguito riportata nell’integrale versione degli addetti della sede di Trieste .

LA SINTESI  :  Nel 2014 in Friuli Venezia Giulia sono emersi segnali   congiunturali favorevoli nei settori trainati dalla domanda estera: la produzione industriale ha recuperato il calo dell’anno precedente e le esportazioni a valori correnti sono tornate a crescere, pur restando circa 10 punti percentuali al di sotto delmassimo registrato nel 2008. La domanda interna ha invece rallentato la sua flessione.In base ai risultati dell’Indagine della Banca d’Italia si è interrotto il calo prolungato degli investimenti delle imprese industriali; per l’anno in corso gli operatori prevedono di riprendere il processo di accumulazione del capitale.Nell’edilizia si è attenuata la riduzione dell’attività produttiva, che prosegue da circa un decennio. Sul mercato immobiliare il numero degli scambi, pur dimezzato rispetto all’ultimo picco ciclico, ha mostrato una prima lieve crescita.
Il terziario commerciale e quello turistico hanno continuato a risentire dell’andamento stagnante dei redditi delle famiglie, che negli ultimi anni si è riflesso
in una diminuzione dei consumi e in un peggioramento degli indicatori di povertà e di esclusione sociale, seppur in misura meno accentuata rispetto al dato nazionale. È invece proseguita la crescita del traffico delle merci transitate per il sistema portuale regionale.
I principali indicatori del mercato del lavoro regionale hanno  evidenziato un andamento negativo, seppur con minore intensità rispetto al 2013. Il tasso di disoccupazione e il ricorso agli ammortizzatori sociali si sono attestati su livelli storicamente elevati; i lavoratori più giovani sono stati particolarmente penalizzati e hanno evidenziato una più elevata incidenza di trasferimenti fuori regione.La diminuzione dei prestiti bancari alla clientela residente in regione, iniziata nel primo trimestre del 2012, si è attenuata. La riduzione è proseguita su ritmi sostanzialmente invariati per le famiglie consumatrici, mentre si è mitigata per le imprese, inparticolare per quelle di maggiori dimensioni.Nella seconda metà del 2014 sono emersi i primi segnali di allentamento delle condizioni di offerta di credito alle imprese, accompagnati da un debole recupero della domanda di finanziamenti. Per le famiglie consumatrici si rileva un moderato miglioramento delle condizioni di offerta e il proseguimento dell’espansione della  domanda di prestiti.  Dopo tre anni consecutivi di calo, il flusso dei nuovi mutui per l’acquisto di abitazioni è tornato ad aumentare, restando tuttavia inferiore alla metà del picco raggiunto nel 2007.Gli ingressi  in sofferenza dei crediti concessi alle imprese sono diminuiti, dopo aver raggiunto il massimo alla fine del 2013; è  invece proseguita la tendenza all’aumento dei prestiti in temporanea difficoltà di rimborso. La qualità dei finanziamenti alle famiglie consumatrici è rimasta pressoché invariata.La crescita dei depositi bancari detenuti dalle famiglie è proseguita, riflettendo l’espansione dei conti correnti. Soddisfatti i commenti del governatore Debora Serracchiani e dell’assessore alle Finanze Francesco Peroni. Giovanni Vittorino e Tiziano Sodano analisti regionali dell’Ufficio ricerche economiche per la regione della Banca d’Italia hanno dettagliato la premessa del direttore Sambati che ha detto nelle brevi parole di commiato -<Mi auguro  che l’economia del Friuli Venezia Giulia possa riprendere la strada della crescita dopo questi difficili anni>-.  Al posto di Sambati arriva Giuseppe Manitta, che già conosce la realtà economico-sociale del Nordest provenendo dalla filiale di Verona.

La redazione

 




ALL’EX LAVATOIO “SOTTO IL CIELO DI SAN GIACOMO 2015” 1^ SERATA Venerdì 12 Giugno ore 21.00

Il “Teatro incontro”
presenta la Rassegna Teatrale
“SOTTO IL CIELO DI SAN GIACOMO 2015”

Ingresso a offerta libera.

CONFUSIONI”di Alan Ayckbourn regia di Simonetta Feresin
“Messo in scena per la prima volta nel 1974, “Confusioni” è ormai ritenuto un classico del teatro brillante inglese. Dagli allievi del secondo anno, vengono affrontate tre delle cinque scene previste: nella prima scena, dal titolo “Figura materna”, Lucy è una giovane madre talmente impegnata con i figli da non avere più contatti con il mondo esterno. Così quando i suoi vicini di casa, vengono a trovarla per assicurarsi che stia bene, Lucy li tratta come due bambini…in fondo ognuno di noi sente il bisogno di essere coccolato da una mamma, e questo è il ruolo in cui Lucy si sente più sicura. Nella seconda scena dal titolo “Al bar”, Harry marito di Lucy, in viaggio per lavoro, cerca di sedurre Paula, una rappresentante di profumi conosciuta la mattina. Neanche l’arrivo di Bernice, collega di Paula svierà Harry ormai ubriaco, dal suo obiettivo…riuscirà questo personaggio nel suo intento? Con “Due chiacchiere al parco” si conclude lo spettacolo. In un parco si ritrovano diverse persone che vogliono parlare l’uno all’altro, ma nessuno di loro in realtà è disponibile all’ascolto. Sono tutte scene paradossali di vita coniugale e sociale, trattate con quell’umorismo che ha sul fondo però, qualcosa d’amaro, che ci porta a non “sentirle” così distanti da noi. La performance degli allievi vede la partecipazione straordinaria di Sandro Rossit, attore, maestro e regista di Teatro incontro.”



FRIULI DOC, SCELTA L’IMMAGINE CHE RAPPRESENTERÀ L’EDIZIONE 2015

La rassegna enogastronomica dedicata quest’anno all’Expo

La veste grafica affidata all’illustratore

friulano Gianluca Buttolo

Lo scorso anno il sindaco aveva definito Friuli Doc come l’expo dei sapori. L’edizione 2015, in programma dal 10 al 13 settembre, dunque, non poteva non essere dedicata proprio all’Esposizione universale. E all’Expo di Milano sul cibo è ispirata anche l’immagine grafica che rappresenterà la XXI edizione della più grande rassegna enogastronomica regionale.

L’immagine, scelta dopo una gara bandita dall’ufficio Turismo del Comune, è quella realizzata dal noto illustratore udinese Gianluca Buttolo. Una veste grafica che “racconta” lo spirito della manifestazione con chiari rimandi al tema scelto per quest’anno. A fare da sfondo alla Loggia del Lionello, ai colori e ai sapori delle prelibatezze enogastronomiche proposte, spiccano infatti i principali simboli di alcuni Paesi del mondo, dalla Statua della Libertà di New York alla Tourre Eiffel di Parigi, dal Big Ben di Londra all’immancabile Duomo di Milano.

Buttolo, che aveva realizzato l’immagine di Friuli Doc anche nel 2011, ha iniziato la sua carriera nel 2013 e da allora ha disegnato più di 750 ritratti di famosi scrittori, artisti e politici per numerosi giornali, riviste e case editrici. Alle spalle ha anche diversi filmati di animazione e cortometraggi, oltre ad aver partecipato a molti spettacoli teatrali come disegnatore dal vivo. Ultima, in ordine temporale, la collaborazione con il musicista Piero Sidoti per la realizzazione del suo video, di cui Buttolo ha curato la regia.




Subiaco 2015 26 – 27 – 28 giugno 2015 Premi, workshop, convegni e fiere dedicati alla stampa a caratteri mobili

Subiaco 2015
26 – 27 – 28 giugno 2015

Inaugurazione del Borgo dei Cartai

FIERAmente il libro
III edizione
Premio letterario Subiaco Città del Libro
Premio speciale a Pupi Avati

Pupi-Avati_

Pupi Avati

Nell’ambito delle manifestazioni di Subiaco 2015, ed in occasione del 550esimo anniversario della nascita della stampa a caratteri mobili e del primo libro stampato in Italia con questa tecnica, il Comune di Subiaco organizza un fine settimana di inizio estate teso a coniugare l’amore per la letteratura a quello per la natura e per la storia tramite una serie di iniziative all’interno delle quali si offrirà anche l’opportunità di visitare, nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 giugno,  i Monasteri di San Benedetto e Santa Scolastica, il Museo delle Attività Cartarie della Stampa e la Biblioteca Santa Scolastica Monumento Nazionale,  dove sono custoditi i primi libri stampati in Italia a caratteri mobili.
Ad aprire il ricco calendario di eventi, venerdì 26 giugno, la cerimonia di inaugurazione del Borgo dei Cartai, alla presenza dell’ Abate di Subiaco  S.E. Don Mauro Meacci; il sindaco Dott. Francesco Pelliccia; il commissario straordinario Parco Naturale Regionale Monti Simbruini Dott. Enrico Panzini; il Presidente dell’Associazione L’Elice e direttore del Borgo Marco Orlandi, l’ Assessore allo Sviluppo economico e Attività slider-01-fieramente-il-libro-2015-produttive Regione Lazio On. Guido Fabiani e il Senatore della Repubblica On. Bruno Astorre.
Durante la conferenza sarà presente anche il più antico vivente che ha lavorato nella storica cartiera, Nello Tirabassi, 92 anni, simbolico anello di congiunzione tra passato e futuro. Nell’obiettivo di recuperare le maestranze di un patrimonio perduto, l’Associazione L’Elice – promotrice del Borgo – sta ricostruendo il tessuto del Fare, del Sapere e del Far Sapere riattivando un circuito artigianale che vedrà convivere insieme cartiere artigiane e rilegatori, maestri cartai ed incisori, calligrafi e miniaturisti.
In tale ambito, il 27 e 28 giugno, verranno organizzati workshop (della durata di tre ore ciascuno) dedicati al type design, alla carta a tre dimensioni (pop up) e alla stampa a caratteri mobili e saranno presentati, indispensabili saggi teorici sull’argomento, il volume Sinus (realizzato con il contributo della Regione Lazio, Assessorato alla Cultura ed alle Politiche Giovanili) e il libro Progettazione di un carattere tipografico di Cira Viggiano.
Il Borgo dei Cartai è un opificio museo che gode del patrocinio del Comune di Subiaco, Parco dei Monti Simbruini e Comunità Montana dell’Aniene realizzato grazie alla BCC di Palestrina e alla A4A Design. I workshop sono realizzati in collaborazione con Ied e Quasar Design Institute.

spanditoioSempre il 27 e 28 giugno torna a Subiaco la terza edizione di FIERAmente il libro, la fiera del libro e dell’editoria intitolata Dal carattere mobile al mobile reading. Per due giorni si darà vita alla scrittura e alla parola, insieme con gli scrittori e i vincitori del Premio Letterario “Subiaco Città del Libro”. Ad ospitare gli eventi sarà la suggestiva Rocca Abbaziale, anche nota come “Rocca dei Borgia”.
La cerimonia avrà inizio il giorno 27 giugno  alle ore 17 alla presenza di diverse autorità locali e di personalità di spicco legate tutte al mondo del libro. In apertura, dopo i saluti di rito, verranno presentate la copia anastatica di uno dei primi incunaboli sublacensi, il De divinis Institutionibus del Lattanzio, acquistata recentemente dal Comune di Subiaco, e la mostra didattica multimediale sulla Storia della Stampa a Subiaco, che sarà allestita negli stessi locali della Rocca  a partire dalla metà del mese di Luglio.
A seguire si darà avvio alla tavola rotonda incentrata sull’importanza del libro come strumento principale di diffusione della Cultura occidentale. La serata si concluderà  con un reading, curato dal Comitato organizzatore “Subiaco Città del libro”, dal titolo Subiaco tra le pagine – la nostra città nella letteratura.
Nell’ambito della manifestazione Fieramente Il Libro verrà inoltre presentato in anteprima il progetto di un libro stampato a caratteri mobili a tiratura limitata con macchina d’epoca e tecniche e materiali artigianali, realizzato dall’associazione L’arca di Corrado in collaborazione con la poetessa sublacense Dale Zaccaria e la tipografia Fabreschi di Subiaco.
Il momento qualificante dell’evento sarà, comunque, senza dubbio, la III edizione del Premio Letterario La-Biblioteca-Dorata-la-Biblioteca-Angelica-nel-passato-nel-presente-e-nel-futuro“SUBIACO città del LIBRO”, che si svolgerà domenica 28 giugno e che prevede diverse sezioni: Poesia Inedita; Narrativa  Inedita; Narrativa Edita; Editoria Virtuosa; Premio speciale Subiaco 2015. Quest’ultimo consiste in un riconoscimento che il Comitato Organizzatore intende conferire  ad un artista che  nel corso della sua vita abbia  guardato con occhio limpido e attento alla complessità dell’umana esistenza, mantenendo la sua voce lontana dai quei toni urlati e scomposti  che caratterizzano  tanta pseudo-comunicazione della nostra epoca: per questa edizione il Premio speciale sarà conferito a Pupi Avati.




TORINO Bangarang Fest – 26.-27. Giugno 2015

Venerdì 26 e Sabato 27 Giugno 2015 si svolgerà la seconda edizione di Bangarang Fest: due giorni dedicati alla musica Reggae, Dub, caraibica e africana.Seconda edizione che avrà luogo in una location storica della musica indipendente, lo SPAZIO 211 – Via Cigna 211 – Torino.Dal pomeriggio di venerdì 26 Giugno fino al sabato sera si alterneranno musica dal vivo, dj set, eventi culturali, con ospiti internazionali e locali. L’area outdoor / indoor sarà attrezzata di punti bar e ristoro, area concerti, sound system, mostre, proiezioni, area espositori.L’obiettivo è sempre estendere attraverso la musica l’incontro tra persone di culture e provenienze diverse ad un prezzo di ingresso accessibile a tutti. Un percorso iniziato nel Giugno 2013 con gli eventi intitolati Bangarang, che mensilmente hanno visto alternarsi concerti e sound system dal respiro mondiale.L’ideazione e l’organizzazione di Bangarang Fest sono a cura di Associazione Culturale Serengeti che dal 2010 si occupa della promozione di artisti ed etichette indipendenti attraverso eventi itineranti e nel proprio centro di Via Belfiore 39.

LINE UP ARTISTI 2015:

DENNIS BOVELL (uk)
SISTER AISHA & BLACK STEEL backed by ROOTS DEFENDER BAND (uk/it) POOR MAN STYLE (it)
EZRA DUB TO ME (it)
ROOTS BY NATURE (swe/ghana)
ASHER SELECTOR (ch)
STOMP RULERS (it)
MADO’ CHE CREW (it)
AFRIKAN CHILDREN SOUND SYSTEM (it)

..AND MORE GUESTS TO BE ANNOUNCED !

| PROGRAM |Friday 26 JUNE:

08 p.m. Opening doors & market, Fest preview 09 p.m. MADO’ CHE CREW
11 p.m. ROOTS BY NATURE
12 a.m. EZRA DUB TO ME

01 a.m. DENNIS BOVELL 03 a.m. ASHER SELECTOR

Saturday 27 JUNE:

04 p.m. AFRIKAN CHILDREN SOUND SYSTEM + GUESTS (open air) 10 p.m. ASHER SELECTOR
11 p.m. STOMP RULERS
12 a.m. POOR MAN STYLE

01 a.m. SISTER AISHA & BLACK STEEL backed by ROOTS DEFENDER BAND 03 a.m. ASHER SELECTOR

TICKETS: SINGLE DAY € 8 2 DAYS € 14

FEST LAUNCH EVENTS:

30 MAGGIO: NUCLEUS ROOTS feat. TREVOR ROOTS (UK) + STEPPALIST at Spazio 211, Via Cigna 211, Torino

12 GIUGNO: documentary «Songs of Redemption» + acoustic live ROOTICAL FOUNDATION at Casa del Quartiere, Via Morgari, Torino. With the support of Stand up for Jamaica