mercoledì , 3 Marzo 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Olimpia vs DLF. Veni, vidi, piansi…

Olimpia vs DLF. Veni, vidi, piansi…

image_pdfimage_print

Tre sconfitte di fila… qui c’è qualcosa che non funziona, ormai è evidente agli occhi di tutti. Questo non è il DLF che conosco io. Non è la squadra combattiva e affamata di successo che ho incontrato ad inizio anno.  Siamo sempre lì, si vede che abbiamo le potenzialità, ma non concretizziamo. Perdiamo sempre di pochi punti… ma perdiamo. Anche venerdì… le aspettative per il match erano alte. Potevamo farcela. L’avversario era alla nostra altezza, e invece… ce ne siamo andati con le pive nel sacco. Primo set concluso al 21.. sempre lì, punto a punto… poi.. un paio di azioni un po’ confuse e il set finisce. Secondo set. 25-13. Qui direi che c’è poco da dire. Orrendo. Male un po’ tutti, non ce la facevamo a entrare in partita. Secondo me andava fatto un cambio totale di organizzazione. Cambio di gioco, cambio di ragazze… alla fine, peggio di così non poteva andare. Invece no, sempre gli stessi in campo. Abbiamo osato poco. Risulato? ASFALTATI. Terzo set. L’orgoglio qui si è fatto vivo. Abbiamo reagito. Ci credevamo, ma anche qui, abbiamo perso. Anche se quell’ultima palla ce l’avesse data buona, come probabilmente era… poco sarebbe cambiato. Secondo me c’è un problema di fondo. Il problema è alla base della squadra, negli allenamenti e nel modo di allenare. Questo sicuramente si riflette sul rendimento in campo, con i risultati che tutti vediamo. Ci vuole più decisione, più grinta… nelle ragazze, ma soprattutto più grinta nell’allenatore. Bisogna che il coach faccia il coach, che prenda decisioni, senza dare giustificazioni. Se ha fatto quella scelta è perchè pensava che fosse giusta, che vada bene all’individuo o no. Altra cosa…è inutile arrabbiarsi con l’arbitro, perchè la sua decisione è insidacabile. Certo può far arrabbiare una scelta, ma quando è presa, ormai è presa. Mandarlo a quel paese di certo non ci farà riavere quel punto, soprattutto se siamo due set a ZERO. Ora c’è bisogno di vincere. Necessitiamo di un iniezione di fiducia, di soddisfazioni. Ci vuole massimo impegno da parte di tutti quanti, per ribaltare una situazione, che,  in questo momento, pare abbastanza nera. Non è il momento di mollare, ma di rimboccarsi le maniche e darsi da fare, perchè se è vero che è solo la quarta partita.. è anche vero che ne mancano soltanto dieci. Quindi, gambe in spalla, e lavorare duro. Dobbiamo tornare il DLF che tutti conoscono, e non quello che stiamo dimostrando di essere.

Ecco la difesa del coach:

E’ vero che i risultati non ci sono, la classifica è impietosa ma dire che tutto non funziona mi sembra, francamente eccessivo. Prima di dare dei giudizi sul modo di allenare o peggio sulla determinazione delle ragazze, bisognerebbe essere presente agli allenamenti e vederne il contenuto. Non è una giustificazione, ma in un campionato estremamente competitivo come quello della 1° divisione, vi sono le avversarie, spesso rinforzate da giocatrici di categoria superiore, che con esperienza ti mettono in difficoltà. Noi siamo una squadra giovane, appena assemblata, che non ha giocatrici con grande esperienza, ma che per fare risultato deve viaggiare a mille. Purtroppo certi automatismi non sono ancora assimilati e certe bavature, perché di sbavature si si tratta, ci stanno penalizzando. Quello che posso assicurare è che l’impegno c’è e la voglia di riscatto è tanta.Il campionato è impietoso e ci riserva, come prossima avversaria, la squadra seconda in classifica, ma questo non fermerà la voglia di riscatto e certamente entreremo in campo con la giusta determinazione.

 

[nggallery id=1]

Commento e foto di

Andrea “Ugo” Fresco

© Riproduzione riservata

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top