domenica , 26 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » UN MANU CHAO ESPLOSIVO INCANTA I LAGHI DI FUSINE CON LE SUE CANZONI DI PACE E LIBERTA’
UN MANU CHAO ESPLOSIVO INCANTA I LAGHI DI FUSINE CON LE SUE CANZONI DI PACE E LIBERTA’

UN MANU CHAO ESPLOSIVO INCANTA I LAGHI DI FUSINE CON LE SUE CANZONI DI PACE E LIBERTA’

image_pdfimage_print

Una splendida giornata soleggiata ha fatto da meravigliosa cornice al terzo appuntamento di No Borders Music Festival 2021

60 anni e non sentirli! Non si può descrivere altrimenti l’energia del cantastorie parigino – nato da genitori spagnoli e ormai innamorato delle montagne friulane – che per due ore ha fatto ballare e saltare il pubblico accorso ai Laghi di Fusine da tutto il nord est per uno degli appuntamenti più esclusivi del 26° No Border Music Festival.  Manu Chao, con la sua terza partecipazione consecutiva, è ormai diventato l’ambasciatore di questa kermesse e dove ritorna sempre volentieri sentendosi quasi come a casa sua. 

Ricca la scaletta di questo concerto con un medley di brani praticamente infinito e in continuo crescendo, partendo pezzi più tranquilli come “Algundiavacer” e “La Radiolina”, passando per “La Vida Tómbola”, dedicata al calciatore Diego Armando Maradona, concludendo con i più celebri “Bongo Bongo” e “Clandestino” e omaggiando anche grandi artisti come Bob Marley, in particolare con il brano “Iron Lion Zion”.

Manu Chao era accompagnato sul palco dall’uruguayano Mauro Mancebo, alle percussioni, e dal chitarrista argentino Luciano Falico, un trio affiatato che ha trasmesso in tutta la vallata un messaggio di libertà e anticonformismo, in sintonia con i suoi testi che parlano di pace, di abbattimento dei confini geografici e culturali, antimilitarismo e molto altro ancora.

Si diceva 60 anni e non sentirli, tanta infatti la vitalità sul palco dell’ex leader dei Mano Negra che dopo la prima parte più tramquilla della sua esibizione si è scatenato correndo in continuazione da una parte all’altra del palcoscenico allestito sul prato adiacente al lago, trascinato lui stesso dall’energia della sua musica e dall’entusiasmo del pubblico che ha tributato lunghissimi applausi a questo folleto della musica internazionale.

L’artista, noto per il suo impegno civile, ha ringraziato diverse volte la città di Tarvisio che lo ha ospitato e i moltissimi fan presenti a quella che si potrebbe definire una grande festa di musica, amicizia e solidarietà; ovunque Manu Chao porta la sua musica non delude mai le aspettative e fa ballare la gente di ogni età, razza e nazionalità.

A chiudere questo secondo fine settimana domenica 1 agosto saranno Stefano Bollani e Trilok Gurtu, due star mondiali della scena jazz che per la prima volta si esibiranno assieme sullo stesso palco in una produzione inedita ed esclusiva ideata proprio dal No Borders. Dopo questo concerto il festival si sposterà a Sella Nevea: il 6 agosto sull’Altopiano del Montasio per il concerto di Roy Paci & Angelo Sicurella e il 7 agosto sul Monte Canin al Rifugio Gilberti per il concerto in alta quota di Vasco Brondi.

Per tutti questi appuntamenti sono ancora disponibili i biglietti online su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati.

Il No Borders Music Festival è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, Fondazione Friuli, Crédit Agricole Friuladria, BIM, Comune di Tarvisio, Allianz Assicurazioni, il Comune di Chiusaforte, Idroelettrica Valcanale, Birra Nastro Azzurro, ProntoAuto e Mastertent. Media partner Radio Deejay e Sky Arte. Tutte le info sul sito www.nobordersmusicfestival.com

Articolo e foto Guendy Furlan e Podrecca Damiano

About Guendy Furlan

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top