martedì , 21 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Udine, Teatro Palamostre 2 aprile ore 21.00 COMPAGNIA VIRGILIO SIENI Dolce vita Archeologia della passione
Udine, Teatro Palamostre 2 aprile ore 21.00   COMPAGNIA VIRGILIO SIENI Dolce vita Archeologia della passione

Udine, Teatro Palamostre 2 aprile ore 21.00 COMPAGNIA VIRGILIO SIENI Dolce vita Archeologia della passione

image_pdfimage_print

E’ una doppia presenza quella che il danzatore e coreografo Virgilio Sieni ha voluto “costruire” per Teatro Contatto 34: la prima, a inizio stagione, si intitolava Fuga Pasolini_Ballo 1922, un percorso coreografico pensato per Udine e destinato a coinvolgere, per sei mesi, persone non necessariamente già formate alla danza, ma disponibili a “donare” il loro tempo per dare forma a un percorso in omaggio all’opera e alla figura di Pier Paolo dolce vitaPasolini. A fine stagione, questo sabato 2 aprile, al Teatro Palamostre di Udine (inizio ore 21) – arriva invece Dolce vita, – Archeologia della passione,  una creazione coreografica di Virgilio Sieni per sette danzatori della sua compagnia, Claudia Caldarano ,Giulia Mureddu, Sara Sguotti, Marjolein Vogels, Jari Boldrini, Maurizio Giunti e Giulio Petrucci, con l’accompagnamento della musica composta ed eseguita dal vivo da Daniele Roccato.  Lo spettacolo fa incrociare due strade parallele attraverso due narrazioni. Cinque quadri coreografici  – Annuncio, Crocifissione, Deposizione, Sepoltura, Resurrezione  – si inoltrano ognuno in un racconto evangelico sulla passione di Gesù. Allo stesso tempo, nel segno inconfondibile del metodo di creazione coroegrafica di Sieni, Dolce Vita è uno spettacolo che ricerca il senso proprio di una comunità attraverso un arcipelago di avvicinamenti, tangenze, riconoscimenti, solidarietà, complicità, sguardi. Nasce così un viaggio che riflette sul dolore e la bellezza, la pietà e la leggerezza, denso di splendidi riferimenti all’iconografia della Passione nell’arte rinascimentale, amatissima dal coreografa fiorentino, come ad altri artisti che nutrono il suo immaginario creativo – da Rosso Fiorentino a Goya, a Dürer fino a Francis Bacon – che rendono inconfondibile, nella danza di Sieni, quel contrasto fra la “fissità dell’icona e la fluidità del gesto”.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top