venerdì , 17 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » Two Architectures for Researching dal 28 mag.all’11 giu.nel contesto della XV Biennale di Architettura di Venezia
Two Architectures for Researching  dal 28 mag.all’11 giu.nel contesto della XV Biennale di Architettura di Venezia

Two Architectures for Researching dal 28 mag.all’11 giu.nel contesto della XV Biennale di Architettura di Venezia

image_pdfimage_print

“Two Architectures for Researching è una mostra di spazi artistici contemporanei cileni che servono come collegamento fra arte e architettura.” A Venezia, nel contesto della XV Biennale di Architettura, una mostra dal titolo “Two Architectures for Researching” riunisce per la prima volta i progetti di Laboratorio Eigengrau y White Elephant Bibliotheke degli artisti cileni Javier Toro Blum e Martin La Roche. Curata da Cristóbal Barría e Angélica Muñoz, la mostra si terrà dal 28 maggio fino all’11 di giugno presso lo spazio culturale Casa Punto Croce (www.casapuntocroce.org).

Two architectures for researching è una mostra prodotta da artisti e curatori cileni che presenta spazi sperimentali di produzione, riflessione ed esibizione d’arte contemporanea, che hanno lo scopo di andare oltre i contesti espositivi convenzionali come gallerie d’arte e musei, e che condividono la caratteristica di essere multidisciplinari, itineranti e performativi. Laboratorio Eigengrau, fondato nel 2014 da Javier Toro Blum a Santiago del Cile, è stato concepito come un mix fra residenza artistica o workshop d’arte contemporanea e laboratorio di psicologia sperimentale. Lo scopo del progetto è ricercare, insieme al pubblico presente e agli artisti ospiti, le possibilità formali del fenomeno dell’oscurità. White Elephant Bibliotheke di Martín La Roche, è un progetto

multidisciplinare e collaborativo che indaga il processo di costruzione di una biblioteca in un determinato spazio e tempo. A differenza di una biblioteca tradizionale, White Elephant Bibliotheke non è un archivio permanente al quale si può accedere in un luogo fisso, ma è costituito da una serie di azioni tramite le quali si può accedere ai diversi contenuti. Nonostante entrambi i progetti siano stati proposti precedentemente in altri paesi, come Cile, Spagna e Olanda, in questa occasione saranno presenti per la prima volta insieme. La mostra propone una selezione di opere e attività prodotte nell’ambito di entrambi i progetti e coinvolgono artisti e curatori italiani, austriaci e cileni. In programma anche performance e azioni riguardanti la comune dimensione relazionale. Two architectures for researching è sostenuto dalla Dirección de Asuntos Culturales DIRAC del Ministero degli Affari Esteri del Cile e dalla casa di produzione d’eventi culturali Accapiù.

About Carlo Liotti

Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top